#ITAWorldSBK – AdImola vittoria per Booth-Amos e primi punti per Power

E’ stato un week end positivo quello appena trascorso sul circuito di Imola. Motozoo Me Air Racing è stata grande protagonista in entrambe le corse, dove la squadra meratese ha ottenuto due ingressi in zona punti, con entrambi i piloti, ed una splendida vittoria nel World Supersport Challenge. Con la vittoria in gara uno Tom Booth-Amos ha consolidato la propria leadership nella speciale classifica destinata alle squadre che gareggiano solo alle gare europee del mondiale. La squadra capitanata da Fabio Uccelli comincia a pensare seriamente al titolo, visto che il vantaggio è piuttosto cospicuo (26 punti) e le gare ancora da disputare sono sempre meno.

Entrambi i piloti di Motozoo Me Air Racing hanno avuto sfortuna durante le qualifiche, in quanto prima le bandiere gialle e poi la bandiera rossa ad un minuto dal termine hanno praticamente bloccato Booth-Amos e Power in tutti i tentativi di giro veloce. Booth-Amos non è andato oltre la diciottesima piazza, Luke Power la ventisettesima.

In gara uno entrambi i piloti sono partiti molto bene, con Booth-Amos già tredicesimo al primo giro, dodicesimo al secondo, mentre Power è transitato ventiduesimo alla prima tornata e ventesimo alla seconda. Spettacolare la rimonta di Booth-Amos che nella sua cavalcata ha superato Navarro, Mahias ed altri piloti, classificandosi a fine gara in ottava posizione, primo tra i partecipanti al World Supersport Challenge e primo delle Kawasaki impegnate in gara. Anche Luke Power ha proseguito nella rimonta, terminando in diciannovesima posizione, primo ingresso nella top-20 per il giovane pilota australiano.

In gara due Booth-Amos è stato autore ancora una volta di un’ottima rimonta, che lo ha portato ad entrare nella top-10 a metà gara. Purtroppo un problema tecnico lo ha costretto al ritiro. Per Luke Power è stata una gara tutta all’attacco, tanto che, partito dalla ventisettesima posizione, è riuscito a rimontare fino alla quindicesima. Per il giovane diciottenne australiano, rookie in questa stagione, al suo settimo appuntamento stagionale, è giunto il primo punto iridato, oltre alla terza piazza nel World Supersport Challenge e la soddisfazione di una delle rimonte più importanti dell’intero week end, con ben dodici posizioni recuperate.

Soddisfatto Fabio Uccelli ,Team Manager di Motozoo Me Air Racing: “E’ stato un week end certamente positivo, l’unico neo è il ritiro in gara due di Tom Booth-Amos. Dopo la sfortuna nelle prove, coni nostri piloti bloccati dalle bandiere gialle e dalla rossa durante i loro tentativi di tempo, siamo partiti carichi convinti di poter rimontare ed essere protagonisti. Tom ha disputato una prima corsa praticamente perfetta, dopo un grande start ha proseguito con la rimonta fino ad arrivare ottavo assoluto e consolidato la leadership in classifica nel World Supersport Challenge. Peccato il problema tecnico in gara due, che non gli ha consentito di lottare per un’altra vittoria nel Challenge ed un sicuro ingresso nella Top-10. Merita un grande applauso Luke Power, in gara due è riuscito ad entrare in zona punti e siamo davvero molto contenti di questo. Luke, che ha appena diciotto anni, ha scelto di gareggiare quest’anno nel mondiale contro i più forti piloti del mondo. Aver ottenuto al settimo appuntamento della stagione il suo primo punto iridato è un risultato incredibile, la giusta ricompensa per il grande impegno che sta mettendo dal primo giorno in cui è salito in moto. Luke ha talento, deve avere il tempo di crescere e a noi sta il compito di dargli una moto competitiva. I risultati per lui arriveranno, essere già entrati in zona punti in così poco tempo è davvero un grande risultato. Non deve però accontentarsi e lui lo sa benissimo. Questo risultato deve essere solo l’inizio!”

Luke Power #68: “Non è stato un week end facile, non avevo mai visto il circuito ed il gran caldo non ha aiutato, né me, né gli altri piloti in pista. Ovviamente ci ho messo un po’ ad adattarmi, ma con il passare dei giri i miei tempi sono scesi. Il mio obiettivo era quello di entrare nei primi venti in qualifica e penso che ce l’avrei fatta se le bandiere gialle e la rossa sul finale non mi avessero bloccato nel giro migliore. Mi sono però rifatto in gara: sia nella prima che nella seconda corsa sono partito bene ed ho avuto un ottimo ritmo. Soprattutto nella seconda, dove sono riuscito a recuperare parecchie posizioni fino a terminare quindicesimo, prendendo il mio primo punto iridato. Sono davvero molto felice, quello di Imola era il settimo appuntamento della mia prima stagione nel Campionato Mondiale Supersport, aver portato a casa un punto su un circuito così difficile mi da davvero una grande carica. La strada è quella giusta, il mio obiettivo di questo primo anno è quello di riuscire ad entrare in zona punti con continuità, conto di poterlo rifare già nelle prossime gare”.

Tom Booth-Amos #69: “Sono contento perché in questo week end abbiamo confermato le ottime prestazioni di Donington. Non eravamo a battagliare con i primi anche a causa di una qualifica sfortunata, dove nei giri buoni sono sempre stato bloccato dalle bandiere gialle e dalla rossa nel finale. In gara è stata tutta un’altra storia: in gara uno ho rimontato parecchie posizioni, avevo un gran passo e sono riuscito ad arrivare fino all’ottava piazza. In gara due, già dal via avevo sentito che la moto aveva un problema, però sono riuscito lo stesso a rimontare fino alla Top-10, prima di dover rientrare ai box per un problema tecnico. Ovvio che non sono contento di essermi ritirato in gara due, però devo dire che è positivo essere riusciti a conservare la testa della classifica nel World Supersport Challenge con un buon margine, 26 punti di vantaggio su Edwards, grazie alla vittoria in gara uno”.