nascar_0906

Pista – EuroNASCAR PRO – Un nuovo re di Brands Hatch: Liam Hezemans entusiasma i tifosi britannici con una vittoria dominante

Liam Hezemans ha gestito benissimo una ripartenza ottenendo la sua seconda vittoria del 2024 – Lucas Lasserre e Martin Doubek hanno lottato duramente per conquistare le posizioni del podio
Liam Hezemans ha dato vita a un’incredibile inversione di rotta nel Round 6 della EuroNASCAR PRO a Brands Hatch, diventando il nuovo re del popolare American SpeedFest. Hezemans ha agguantato la pole position dopo aver fatto segnare il giro più veloce della gara di sabato e ha sfruttato bene il suo vantaggio per mantenere il comando. L’olandese è poi sopravvissuto a una ripartenza nelle fasi iziali della gara e si è avvantaggiato sui rivali, suggellando il suo ritorno in Victory Lane. Questa è la seconda vittoria della stagione 2024 della NASCAR Whelen Euro Series per il pilota della Toyota Camry #50 del team Hendriks Motorsport e la terza della sua carriera. Hezemans non solo ha ottenuto la corona di King of Brands Hatch, ma ha anche collezionato un altro bellissimo anello in titanio per aver vinto il Tijey Fastest Driver Award.

“È stata una gara dura, soprattutto alla ripartenza quando siamo andati di nuovo su due file”, ha detto Hezemans, che ha ottenuto la sua prima vittoria in una gara EuroNASCAR PRO lontano da Valencia. “Ho ricevuto una spinta da Lucas Lasserre e Gianmarco Ercoli era all’esterno, questo mi ha aiutato a difendere il vantaggio. La macchina è stata davvero fantastica per tutta la gara, ma gestire il traffico alla fine è stato difficile. Ho provato a farlo delicatamente ma Lasserre ha spinto davvero forte ed è tornato sul mio paraurti posteriore. Ovviamente voglio vincere il titolo e con la mia gara di casa al Raceway Venray alle porte, non vedo l’ora di affrontare la prossima sfida. Ho già corso su ovale e lì ho vinto in un’altra serie”.

Il circuito Indy, lungo 1,944 chilometri, ha offerto un primo momento drammatico con una collisione tra più auto al secondo giro che ha eliminato l’eroe locale Max Marzorati, il quale è entrato in contatto con la stella scozzese Jack Davidson. La Safety Car è entrata in pista per consentire ai commissari di recuperare in sicurezza la Ford Mustang #27 Double V Racing di Marzorati. La ripartenza avvenuta al settimo giro – la gara è stata poi prolungata di due giri portandola a 40 – è stata la chiave per Lucas Lasserre per finire sul podio in entrambe le gare dell’American SpeedFest. Il francese si è fatto strada magistralmente superando Gianmarco Ercoli per conquistare il secondo posto al tornante Druids e respingere gli attacchi del compagno di squadra di Hezemans Martin Doubek fino alla bandiera a scacchi.

Il podio di Doubek è stato il premio per una bella rimonta. Il pilota ceco, partito dalla sesta posizione, non ha guadagnato posizioni nella prima partenza, ma la Safety Car gli ha concesso una seconda possibilità che ha colto a piene mani. Il pilota della Ford Mustang #7 ha superato sia Vittorio Ghirelli che Fabrizio Armetta alla ripartenza e ha trovato un’apertura nella difesa di Ercoli al 14esimo giro per togliere la posizione finale sul podio al precedente King of Brands Hatch. Ercoli ha quindi tagliato il traguardo in quarta posizione al termine dei 40 giri di gara.

Un altro pilota che ha compiuto una bella rimonta è stato Tobias Dauenhauer, che ha guadagnato sette posizioni assicurando un piazzamento nella top-5 per Bremotion. Paul Jouffreau, sesto, ha conquistato il secondo posto nel Junior Trophy, battuto solo dal vincitore della gara Hezemans nella classifica speciale per i piloti di età pari o inferiore a 25 anni. Ulysse Delsaux ha concluso settimo davanti a Vittorio Ghirelli. L’italiano ha avuto una gara difficile con la sua Chevrolet Camaro #24 PK Carsport che si è conclusa con il suo primo piazzamento fuori dal podio nel 2024.

Ghirelli si è detto scontento dello stile di guida di Fabrizio Armetta, che faceva parte del gruppo di sei vetture in lotta per la quinta posizione. Armetta è stata coinvolta in un incidente con Thomas Toffel che gli è costato una penalità di 10 secondi dalla direzione di gara. Il pilota del Club Motorsport ha poi dovuto scontare un drive through nelle fasi finali della gara per contatti con Delsaux, Ghirelli e Dauenhauer, scendendo all’undicesimo posto. Ghirelli ha detto: “Mi ha spinto cinque o sei volte, è stata una situazione difficile. Non mi va davvero bene come ha corso oggi”.

Chiudono la top-10 Sebastiaan Bleekemolen e Ryan Vargas, quest’ultimo riporta un trofeo in America con il terzo posto tra i Junior. Max Lanza è stato il miglior pilota del Challenger Trophy riservato ai piloti amatoriali d’elite, in dodicesima posizione. Riccardo Romagnoli e Kenko Miura hanno entusiasmato i tifosi nella loro battaglia per le prime tre posizioni del Challenger Trophy. Il pilota italiano e quello giapponese hanno effettuato dei sorpassi fantastici e puliti l’uno sull’altro.

Il Round 6 della EuroNASCAR PRO non è andato secondo i piani per Ghirelli, ma l’italiano mantiene ancora il banner rosso di Whelen in quanto leader del campionato. Con 204 punti, Ghirelli ha ora un vantaggio di undici punti sul campione in carica Ercoli. Hezemans è risalito al terzo posto con 190 punti mentre Jouffreau e Lasserre completano la top-5 della classifica.

Rimane una gara in programma per il NASCAR GP UK 2024: EuroNASCAR 2 Round 6, che andrà in onda alle 17:20 CEST / 16:20 ora locale. La gara sarà trasmessa in diretta sul canale YouTube della EuroNASCAR e su diverse reti televisive di tutto il mondo.