2022test_0311

CINZANO RALLY TEAM COMUNICA IL TERRITORIO CON LO SPORT

Cinzano Rally Team non è solo organizzazione di competizioni automobilistiche, ma anche e soprattutto un’entità fatta di persone che alla passione per il motorsport affianca la passione per il territorio, per contribuire a dare sempre maggiore identità in ambito internazionale.

Se il Rally di Alba è riconosciuto come valido ambasciatore del territorio verso l’estero, con la dinamicità delle corse su strada, catalizzando l’attenzione di flussi turistici verso questi luoghi che sono patrimonio Unesco, da vivere a tutto tondo in un’esperienza unica, pure il “fratello minore” Trofeo delle Merende si è confermato in grado di dare continuità.

Continuità che viene assicurata non solo dagli eventi, da parte di Cinzano Rally Team, ma anche con un significativo impegno nell’organizzazione dei test per le squadre partecipanti al Campionato del Mondo Rally, in modo particolare con Hyundai Motorsport, con la quale vi è da alcuni anni un rapporto di alto profilo di forte e reciproca considerazione, tant’è che oltre alla presenza degli equipaggi ufficiali oramai alle ultime tre edizioni del Rally di Alba, il team che partecipa al Campionato del Mondo si porta spesso in Langa per svolgere i propri test.

Come è accaduto nei giorni scorsi, un’intera settimana trascorsa nel territorio testando la nuova Hyundai i20 N Rally1 dotata della nuova tecnologia ibrida, quindi con le specifiche tecniche del 2022. Paesaggi che paiono semplicemente dei quadri, ma che offrono anche strade ritenute valide per un lavoro importante come quello di deliberare le scelte, le strategie e gli equilibri per la prossima annata agonistica che vedrà come prima tappa il Rally di Montecarlo.

Qualche numero della settimana di test: più di 50 tecnici della casa Coreana, i piloti ufficiali Tänak, Neuville & Sordo oltre a Suninen che ha anche testato la nuova Hyundai i20 N Rally2, 20 giornalisti internazionali, 480 km di prove speciali e più di 1800 km di trasferimento.

Andrea Adamo, Team Principal del Team Hyundai Motorsport commenta così: “Prima di tutto vorrei ringraziare gli organizzatori del Rally di Alba, le autorità locali e tutti gli appassionati che ci hanno veramente supportati in un modo incredibile perché senza di loro non sarebbe stato possibile organizzare questa che potrebbe essere definita una pazzia e che invece ha portato a noi come team un’esperienza incredibile ma stante il coinvolgimento di molti media internazionali e della stessa FIA ci ha permesso di condividere con loro una chiara anteprima completa di quello che vedranno nel 2022. Non posso che ringraziare nuovamente tutti e dare appuntamento al Rally di Montecarlo, il prossimo gennaio, quando speriamo che il frutto del lavoro fatto possa essere condiviso con tutti quanti.”

Si tratta di un successo certamente di Cinzano Rally Team, un successo che diventa automaticamente del territorio e delle diverse Amministrazioni locali coinvolte. Iniziative di questo livello non rappresentano infatti solo un’occasione di sport e di tecnologia, ma sono anche uno strumento con cui generare ricadute economiche positive attraverso la spesa attivata dai visitatori e dagli organizzatori che può sostenere il tessuto economico locale, anche la crescita e lo sviluppo economico di un territorio più ampio.

In più, si possono generare attrazione di investimenti, crescita e promozione socio-culturale, la valorizzazione territoriale e lo sviluppo turistico, la conoscenza e la promozione dell’immagine di un territorio. Un evento può generare quindi rilevanti impatti di natura economica, socio-culturale, ambientale, di marketing ed anche politico, quest’ultimo fattore dato dalla consapevolezza e al senso di appartenenza e di orgoglio della comunità.