paperini_0410

ALLORO CASALINGO PER PAVEL GROUP: DOMINATO E CONQUISTATO IL “PISTOIA” CON THOMAS PAPERINI

Una vittoria dal sapore forte, una vittoria da grandi firme. E’ quella che Pavel Group ha ottenuto ieri al  42. Rally Città di Pistoia, gara conclusiva della Coppa Rally di VI Zona, grazie alla perfetta prestazione fornita dalla “new entry” Thomas Paperini, che aveva a disposizione una Skoda Fabia R5, affiancato all’ultimo dal massese Andrea Gabelloni in luogo del suo abituale copilota Fruini, indisponibile.

Già vincitore lo scorso anno, primo “assoluto” per lui nel 2020, per questa sua nuova pagina sportiva portata avanti con la collaborazione di Art Motorsport 2.0 e Laserprom 015, Paperini ha vinto di forza, aggiudicandosi il miglio riscontro cronometrico su cinque delle sei prove in programma e soprattutto riuscendo a tenere testa ad una nutrita schiera di avversari, primo fra tutti Federico Gasperetti (Skoda), giunto poi secondo.

“Non avevamo la versione evoluta della Fabia – ha commentato Paperini all’arrivo – ma avevamo comunque una vettura che si è rivelata perfetta, competitiva e affidabile, Pavel ci ha dato a disposizione un missile. Siamo partiti all’attacco, d’altronde con avversari come Gasperetti e diversi altri che erano al via non si poteva fare altrimenti. Il primo giro abbiamo preso un po’ di margine, non in sicurezza ma comunque che aveva fatto capire cosa volevamo fare. Nel secondo giro il nostro avversario ci aveva rosicchiato qualcosa e nel giro finale abbiamo di nuovo attaccato con determinazione andando a vincere. Non è stata una gara facile, abbiamo avuto avversari di tutto rispetto e vincere contro Gasperetti lo ritengo come un esame universitario passato con il massimo dei voti. Devo dire che il successo non è non solo mio, ma anche di Gabelloni, di Pavel Group, che mi ha fatto sentire “a casa” e coccolato come un professionista, di Pirelli, di Art Motorsport e Laserprom015, della mia famiglia e di tutti coloro che ci sostengono, sponsor, partner, amici”.

Al via della gara vi erano poi Emanuele Danesi, in coppia con Andrea Sarti di nuovo con la Peugeot 208 Rally4 in cerca di nuove ed importanti sensazioni ed anche Giuseppe Lo Scrudato, seconda gara da pilota per lui, con la Fiat Seicento gruppo A, sulla quale era affiancato da Lorenzo Bonuccelli.

Anche per Danesi gara maiuscola, sempre ai vertici delle due ruote motrici oltre che nella categoria, conferma che il driver di Marliana è tra i migliori piloti regionali con le “tuttoavanti”. La sua seconda gara con la vettura “del Leone” ha pagato sia in termini di sensazioni che di riscontri cronometrici, in 13^ posizione assoluta e seconda tra due ruote motrici e primo di classe.

Podio di classe A0 sfiorato, invece, per Lo Scrudato, in una categoria sempre competitiva e ricca di grandi piloti. Quarto di classe, con la parte centrale del rally corsa in terza posizione per poi cedere nel finale sono il ruolino di marcia di una prestazione in questo caso altisonante, considerando la poca esperienza alla guida.

FOTO: Paperini in azione (foto Simonelli)