binary comment

Azzoli, Savoia, De Pasquale: a Varano è elettro-show smart e-cup

Tre gare, tre vincitori diversi, due nuovi team a podio, una valanga di sorpassi e classifica di campionato che vede un nuovo leader sia nell’assoluta che nel trofeo Challenger. Sono questi gli ingredienti dello spettacolare weekend firmato smart e-cup andato in scena all’autodromo di Varano de Melegari. Grazie alla vittoria in Gara 2, Francesco Savoia e CityCar Bari sono tornati in testa alla classifica assoluta riscavalcando la Merbag di Fulvio Ferri mentre, con un successo a testa in Emilia, Giuseppe De Pasquale (Rstar Palermo) e Riccardo Azzoli (Special Car Cagliari) sono ora appaiati al terzo posto. Nel Trofeo Challenger la Barbuscia di Marco Mosconi si è ripresa la testa della classifica sulla F3 Motors di Antonio Cannavò. Tra gli Junior, Coldani si è laureato Campione Italiano al volante della sua Venus.

Gara 1

La prima corsa del weekend ha visto il poleman Gabriele Torelli condurre fieramente i primi giri di gara con la sua Paradiso Group, seguito da Savoia e Azzoli. Un errore nel corso del quarto giro ha portato indietro il pilota emiliano, facendo salire in testa alla gara il pilota CityCar Bari seguito come un’ombra dal portacolori Special Car. Tra i due è iniziata una stupenda battaglia che si è conclusa a quattro curve dalla fine quando, con una spettacolare manovra di sorpasso per la vittoria, Savoia è finito largo e ha perso posizioni, lasciando così il primo meritatissimo successo stagionale a Special Car e Riccardo Azzoli.

Alle spalle del duo di testa non sono mancati i colpi di scena: una furiosa quanto divertente lotta per il podio ha visto coinvolto Vittorio Ghirelli, Torelli, De Pasquale e Ferri, che si sono scambiati le posizioni innumerevoli volte. La bandiera a scacchi ha salutato la seconda posizione del pilota Merbag, seguito a ruote dall’alfiere Rstar e quindi dal collega di Paradiso Group e dal campione in carica di Mercedes-Benz Roma, che ha completato la Top5.

Marco Mosconi ha conquistato la vittoria nel Trofeo Challenger grazie alla sesta posizione con la sua Barbuscia. Settimo Savoia, che sperava di ottenere di più ma ha comunque trovato la prima fila per Gara 2 al fianco della Novelli 1934 di Lorenzo Longo, ottavo in Gara 1 e in pole per la seconda manche. Bella la rimonta di Michele Spoldi, capace di portare la sua Crema Diesel dal 14esimo al nono posto finale, mentre Piergiorgio Capra è tornato ancora una volta in Top10 con la sua Venus.

Con Mosconi vincitore, sono stati Antonio Lavieri (Falcar) e Fulvio Marengo (Autocentauro) a completare il podio Challenger, mentre Gianalberto Coldani ha portato a casa la vittoria tra gli Junior con la sua Venus.

Gara 2

Dopo la sfortuna della prima corsa, Savoia si è imposto in Gara 2 in modo netto, prendendo il comando delle operazioni già alla seconda curva e involandosi indisturbato alla vittoria sotto la bandiera a scacchi. Bel secondo posto di Gabriele Torelli, che ha regalato a Paradiso Group il primo podio nella smart e-cup, davanti all’ottimo Lorenzo Longo, che ha riportato in Top3 Novelli 1934 al termine di una gara veloce e intelligente. Quarta posizione per un concreto Ghirelli (Mercedes-Benz Roma), che ha contenuto gli attacchi di un indomito De Pasquale (Rstar). Ancora un ottimo risultato per la Barbuscia di Mosconi, sesto e di nuovo vincitore incontrastato del Trofeo Challenger. Settimo e ottavo posto “tattici” invece per Ferri e Azzoli, che hanno preferito accontentarsi di un buon piazzamento a punti in Gara 2 per poter partire poi davanti a tutti nell’ultima corsa del weekend. Si conferma nono Spoldi (Crema Diesel), che ha preceduto sotto la bandiera a scacchi Gianluca Carboni e sua E-gino, che hanno completato la Top10.

Nel Trofeo Challenger è stato ancora una volta Lavieri a salire sul secondo gradino del podio, accompagnato questa volta da Christian Pigionanti, che riporta CityCar Firenze sul podio dedicato ai piloti gentleman. Nella Junior si è imposto Coldani con la Venus, quindicesimo.

Gara 3

Emozioni forti anche in Gara 3, che ha visto il ritorno alla vittoria di Giuseppe De Pasquale. Il pilota di Rstar Palermo è stato autore di una corsa saggia e concreta: partito in quarta posizione, “DePa” ha dapprima avuto la meglio nello splendido duello con Ferri, poi ha tratto il massimo vantaggio dal problema del leader Azzoli, portandosi così in testa alla gara e transitando primo indisturbato sotto la bandiera a scacchi. Dietro di lui è infuriata la battaglia per il podio per la gioia di tutti gli appassionati a casa. Alla fine l’ha spuntata Torelli, che chiude al meglio il suo debutto nella smart e-cup regalando a Paradiso Group il secondo podio della stagione, e precedendo la Merbag di un solido Ferri.

Ancora una volta quarto un gagliardo Ghirelli, vero lottatore per tutto il weekend, bravo a contenere gli attacchi di un indomito Savoia, che ha tentato il tutto per tutto per provare a risalire dall’ottava posizione di partenza.

Tripletta indiscussa nel Trofeo Challenger per Mosconi, che ha portato ancora una volta la sua Barbuscia nelle zone alte della classifica con il sesto posto, davanti ad un Michele Spoldi decisamente in palla e autore di uno straordinario weekend di rimonta al volante della Crema Diesel. Ottavo ha concluso Tomas Denis Calvagni con la sua Comer Sud, bravo a precedere la Venus di Capra, ancora una volta in Top10 e Christian Pigionanti, al miglior risultato stagionale con la sua CityCar Firenze. Il duo fiorentino ha conquistato anche il secondo posto nel Trofeo Challenger davanti alla Falcar di Lavieri, 15esimo sotto la bandiera a scacchi. Undicesimo al traguardo, Coldani ha conquistato la vittoria tra gli Junior con la sua Venus.

Il Campionato

Dopo 10 gare e con un solo weekend al termine, Francesco Savoia e Fulvio Ferri si dividono la testa della classifica, ma il gioco degli scarti mette il portacolori di CityCar Bari in vantaggio di 12 lunghezze sull’alfiere del team Merbag. Per il terzo posto la lotta è invece tra De Pasquale e Azzoli, con i due piloti appaiati, considerando gli scarti, a quota 155 punti, ma distanti solo 21 lunghezze dalla vetta quando in palio ci sono ancora 50 punti da assegnare.

Outsider di lusso potrebbe essere il Campione in carica Vittorio Ghirelli, a cui la matematica concede ancora l’ultimo assalto per la difesa dello scettro di Campione Italiano conquistato lo scorso anno. Forte di tre successi, Mosconi è tornato in testa al Trofeo Challenger, con 12 punti di vantaggio su Antonio Cannavò, che in Emilia non ha propriamente vissuto il suo miglior weekend della stagione. Grazie al triplo podio di Varano, Antonio Lavieri ha distanziato Pigionanti nella lotta per il terzo posto, portando a 10 lunghezze il gap dal rivale.

Con i tre successi di Varano e la contestuale assenza del suo rivale Longo, Coldani si è matematicamente confermato vincitore del Trofeo Junior smart e-cup 2020.