CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 100

Imola in salita per i piloti Audi Sport Italia domani nel secondo meeting GT Endurance

Terza fila per l’Audi R8 LMS nella 3 Ore valida come seconda tappa del Campionato Italiano GT Endurance, che prenderà il via domani sul tracciato del Santerno alle 15:50 con diretta RAI Sport e in streaming. Riccardo Agostini e Daniel Mancinelli, leader della classifica dopo il successo ottenuto in apertura al Mugello insieme a Mattia Drudi, sono attesi da una domenica impegnativa: la posizione in griglia non è un ostacolo insormontabile con tanto tempo da trascorrere in pista. Più che le bizze del meteo di stagione potrebbe esserlo l’handicap tempo di 30″ da scontare ai pit-stop per il risultato in Toscana. In pole position la Ferrari 488 di Fuoco, Rovera e Roda (tempo totale di 5’06″054) che darà la caccia al primo successo stagionale, mentre Agostini e Mancinelli, rispettivamente sesto e settimo, questa volta affiancati da Vito Postiglione, sesto nel proprio turno, hanno ottenuto per somma dei tempi il sesto miglior risultato col tempo totale di 5’07″491, a due decimi da un tempo da seconda fila.

In qualifica, svoltasi al contrario delle prove libere con temperatura di aria ed asfalto più primaverile che estiva, i piloti si sono sorpresi a scoprire un assetto poco aggressivo con la gomma e una Audi che andava più forte man mano si percorreva terreno. Il primo a prendere atto della situazione è stato Mancinelli, che ha concluso il suo turno in 1’42″704 mentre il miglior tempo della sessione è stato della Ferrari 488 di Alessio Rovera (1’41″666). Poi é stata la volta di un’altra Ferrari 488 a fare bella figura, con Matteo Cressoni autore di un 1’41″915, mentre Postiglione a fine turno ha siglato un 1’42″690, il sesto tempo e ultimo di un terzetto racchiuso in 8 centesimi di secondo che ruotava attorno alla quarta posizione. Ultimo in pista dei driver dei quattro anelli a scendere in pista è stato il campione in carica del GT Sprint, che ha terminato con un 1’42″097 da confrontarsi col miglior tempo di tutte le qualifiche siglato dall’ex-Ferrari Academy Antonio Fuoco, il cui 1’41″382 ha completato un pomeriggio in cui le 488 di Maranello si sono dimostrate in gran forma.