podiocasciana_1408

PRONTO IL 38° RALLY DI CASCIANA TERME

La radicale rimodulazione del calendario sportivo nazionale a causa dell’emergenza epidemiologica ha visto molte corse automobilistiche rimandare all’anno prossimo, riducendo drasticamente il numero delle manifestazioni sia in Toscana che in tutta Italia.

Tra gli organizzatori che hanno deciso di rimanere in piedi, di dare un segnale forte di fiducia, di ripartenza, c’è Laserprom015, che ha tenuto in calendario una delle gare più iconiche in Toscana, il 38° Rally di Casciana Terme, in programma per il 18 e 19 settembre, quarta prova del Trofeo Rally Toscano.

Insieme ai propri partner, insieme anche alle Amministrazioni del territorio, è stato deciso di far accendere i motori ad un evento che in modo particolare quest’anno sarà in grado di dare sostegno al comparto turistico della zona, proprio con le presenze legate alla competizione.

La gara è stata prevista lasciando libera la domenica in quanto è prevista la consultazione elettorale regionale ed è stato disegnato un percorso ispirato alla tradizione insieme ad una logistica snella, ricalcando in ampia parte l’edizione del 2019, la quale riscosse molti consensi favorevoli. Il programma di impegni per equipaggi e squadre è molto agevole, si è cercato di impegnare tutti per il minor tempo possibile e far vivere le particolarità e le caratteristiche del territorio, soprattutto pensando di sfruttare bene il fine settimana anche con il benessere dato dalle terme di Casciana.

Partenza ed arrivo saranno a Casciana Terme, il Parco di Assistenza a Peccioli ed il riordinamento sarà come lo scorso anno nel piazzale Conad di Capannoli (Pisa) e le due “piesse” saranno la “Casciana Terme” di Km. 5,500 e la “Monte Vaso” di Km. 12,890.

La gara sarà a porte chiuse. Il che significa che lungo le prove speciali NON sono previste zone specifiche per il pubblico e che tutte le aree nevralgiche della competizione non ammetteranno presenza del pubblico. Il parco assistenza, il riordino, la direzione gara oltre alla cerimonia di partenza e di arrivo permetteranno l’accesso solo al personale addetto ai lavori, con possibili limitazioni previste anche per gli operatori media.