Lampert Christoph (Rauch Power Sports, Osella Fa30 #7)

Tutto confermato per il 55° Trofeo Luigi Fagioli a Gubbio

Il 55° Trofeo Luigi Fagioli è sulla rampa di lancio. L’edizione 2020 di una delle più amate cronoscalate d’Europa è confermata in toto dal 21 al 23 agosto e dà appuntamento in Umbria agli specialisti italiani e stranieri, pronti a sfidarsi lungo i 4150 metri dell’emozionante tracciato da Gubbio a Madonna della Cima. Le iscrizioni sono aperte fino a venerdì 14 agosto alle 12.00. I moduli sono disponibili sul sito ufficiale www.trofeofagioli.it . Nel rispetto delle normative anti covid-19, l’evento è valido per il Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM), la massima serie promossa da ACI Sport, per la serie cadetta Trofeo Italiano zona Nord e Sud (TIVM) e per il Tricolore Bicilindriche e, oltre che ai conduttori stranieri, è aperta anche alle Autostoriche.

In data odierna (giovedì 6 agosto) si è risolta positivamente la vicenda legata a un ricorso contro la manifestazione presentato alla magistratura perugina, sulla quale il Comitato Eugubino Corse Automobilistiche, organizzatore del Trofeo Fagioli, si esprime con la seguente nota.

“Abbiamo atteso il pronunciamento del Tribunale sulla vicenda che ci ha condizionato nell’ultima settimana e distratto dalla preparazione della 55esima edizione del Trofeo Luigi Fagioli, gara di rilevanza nazionale e internazionale, come tale riconosciuta da FIA ed ACI.

Comunichiamo che è possibile far svolgere la gara nelle date assegnate del 22-23 agosto 2020, in ossequio all’ordinanza 06/08/2020 emessa dal Tribunale Civile di Perugia all’esito del giudizio introdotto da tre gestori di strutture ricettive, i quali il 20 luglio avevano richiesto al Tribunale di ‘emettere ogni provvedimento necessario e idoneo a inibire lo svolgimento del 55° Trofeo Automobilistico Luigi Fagioli, Campionato e Trofeo Italiano Velocità Montagna organizzata dal Comitato Eugubino Corse Automobilistiche Sportivo Dilettantistico (CECA – ASD, con sede in Gubbio, Via Tifernate n.3) nei giorni 21, 22 e 23 agosto 2020′.

Abbiamo rappresentato nella sede deputata le nostre ragioni, e siamo felici che la vicenda abbia avuto esito positivo.

Ringraziamo di cuore coloro che, comprendendo l’importanza dell’evento e delle sue ricadute economiche specie in questo anno 2020 funestato dalla pandemia, ci hanno sostenuto. In particolare:

l’Amministrazione Comunale, che ha creduto fortemente nel Trofeo quale “primo evento di rilevanza nazionale che la Città di Gubbio è pronta a ospitare” e ha rimarcato che il suo annullamento avrebbe costituito una “grave perdita per le centinaia di attività ricettive e ricreative” e quindi per la stessa Gubbio;

l’Associazione Host e la sua Presidente Gloria Pierini, per aver preso posizione pubblicamente e prima di tutti a nostro favore, rappresentando come l’annullamento della gara sarebbe stato un disastro economico per la Città;

gli esercenti, il Sig. Vinicio Rosati, la Scuderia Speed Motor di Gubbio, i tanti piloti, gli appassionati di tutta Italia e i cittadini di Gubbio che ci hanno manifestato in molti e molti modi la loro solidarietà e vicinanza e ci hanno rafforzato nella determinazione di difenderci per salvare l’edizione 2020 della manifestazione.

Ora torniamo al lavoro. C’è tanto da fare per mettere tutto a punto.

Siamo pronti a lavorare in maniera fattiva e costruttiva con tutti e per tutti gli operatori economici della città, compresi coloro che sono state nostre controparti.”

Infine, trattandosi di evento da disputarsi senza la presenza di pubblico, appellandosi al buon senso generale, il Comitato richiama la fondamentale importanza di non accedere al tracciato di gara o presidiarne alcune aree (così come il paddock e le altre zone utilizzate per l’evento) e di non creare assembramenti, nel rispetto degli sforzi, della puntualità e del lavoro messi in campo. Per permettere a tifosi e appassionati di seguire la gara è stata predisposta una diretta TV e saranno come sempre a disposizione servizi con tempi e aggiornamenti in tempo reale.