canu_0408

Più luci che ombre nel Salsomaggiore di Publi Sport Racing

La scuderia reggiana conclude la spedizione sulle strade termali con un bel successo di classe di Valdesalici-Gilioli (Rover 214) in RS1.4 Plus, mentre il debuttante locale Massimiliano Canu coglie un buonissimo piazzamento sulla Renault Clio biancorossa in classe N3. Sfortunata la gara dei sempre veloci Fontani-Spiga in A7.

Un fine settimana tonificante… per due terzi. Questa la sintesi della partecipazione di Publi Sport Racing al rally di Salsomaggiore, primo atto della Coppa Rally di Zona emiliana: la scuderia carpinetana lascia la cittadina termale con un bottino positivo in termini di prestazioni, ma oscurato dal ritiro di uno dei tre equipaggi schierati sulle strade salsesi (in azione nelle foto di Massimo Carpeggiani).

Le note più positive arrivano dall’equipaggio di Castelnovo Monti composto da Giuseppe Valdesalici e Stefania Gilioli, vincitori della classe RS1.4 Plus con la Rover 214 preparata da Publi Sport Racing e, soprattutto, autori di tempi più che buoni, grazie ai quali riescono a concludere con un piazzamento in classifica generale di tutto rispetto, davanti a diverse macchine di classe superiore.

Sorridono pure il parmense Massimiliano Canu ed il lucchese Giuseppe Bernardi: in gara sulla sempre performante ed affidabile Renault Clio curata dalle sapienti mani dei tecnici carpinetani, i due portano a termine la loro fatica al sesto posto di classe N3, risultato più che positivo se si considera che il pilota di Sissa era all’esordio assoluto.

L’unica nota stonata arriva da Aldo Fontani ed Alberto Spiga: l’esperto pilota reggiano ed il navigatore lariano vivono un fine settimana sfortunato, perdendo dapprima alcuni minuti per una foratura nel finale della seconda prova speciale e poi vedendosi costretti ad alzare bandiera bianca nel finale per un problema meccanico alla loro Renault Clio Williams; il ko non cancella i buoni tempi staccati dall’affiatato equipaggio nelle frazioni disputate senza problemi e consente a Fontani di guardare comunque con fiducia ai prossimi impegni stagionali.