visentin_1507

RIPARTENZA TARGATA CIVT PER VISINTIN

La recente sessione di test, tenutasi Domenica scorsa sul tracciato di Gonars, si è rivelata occasione ideale per aprire il sipario sulla stagione agonistica 2020 di Luciano Visintin, un’annata che si preannuncia ricca ed entusiasmante.

Il pilota di Bassano del Grappa, dopo alcune partecipazioni sporadiche, torna a fare sul serio, mettendo sul piatto un importante programma che lo vedrà protagonista nel Campionato Italiano Velocità su Terra, alla guida del proprio kartcross Yacar, griffato Rally Team.

“Era dal mese di Settembre dello scorso anno che non guidavo il mio kartcross sulla terra” – racconta Visintin – “e mi sono divertito come un matto. Fatico a ricordare un’altra occasione nella quale mi sono divertito così tanto. Seppure si trattasse soltanto di un’uscita di prove libere ho consumato un treno di gomme. Ho girato come se fossi in un weekend di gara.”

Con il mondo del motorsport che, lentamente, rialza la testa anche il portacolori della scuderia vicentina è desideroso di tornare a quella normalità che ci è stata brutalmente sottratta.

“I piani che avevamo in mente sono stati tutti stravolti” – sottolinea Visintin – “ed il nostro progetto di entrare nel FIA World Rallycross Championship è stato rimandato per via di questo Coronavirus che ha bloccato l’intero settore del motorsport, così come quello di tutte le attività sportive globali. Non si tratta di un addio ma di un arrivederci. Continueremo a lavorare sodo.”

Quattro gli appuntamenti in calendario per il CIVT ed una formula abbastanza anomala: tre eventi si disputeranno nel classico format della velocità su terra mentre uno soltanto, l’ultimo, sarà affrontato dai protagonisti del tricolore in solitaria, in una sfida diretta contro il cronometro.

Il primo atto è previsto a Vighizzolo d’Este, 23 Agosto, al quale faranno seguito il Circuito di Latina, 20 Settembre, ed il Riorc, 24 Ottobre, mentre la chiusura del campionato sarà affidata alla Cronoscalata su Terra di Tandalò, 6 Novembre, unica salita su fondo sterrato in Italia.

“Essere al via del Campionato Italiano Velocità su Terra” – aggiunge Visintin – “è un inizio significativo perchè ripartiamo con un programma sostanzioso, in una delle serie più importanti a livello nazionale per il settore off road. Ci stiamo preparando al meglio perchè vogliamo gratificare gli sforzi di tutti i nostri partners. Nonostante il periodo non facile hanno deciso di rinnovarci la loro fiducia e vogliamo ripagarla nel migliore dei modi. Sarà un campionato atipico, tre gare su quattro si disputeranno in bagarre mentre la salita di Tandalò sarà una vera e propria cronoscalata su terra. Quest’ultima si corre su tratti di speciale del mondiale rally in Sardegna ed è quindi un contesto davvero impareggiabile. Se il CIVT diventa il nostro obiettivo primario non è da escludere, ad oggi, un possibile impegno su due fronti. Stiamo infatti valutando la possibilità di prendere parte anche al Campionato Italiano Rallycross.”