arezzo_0202

Rally “Vallate Aretine” e “Casentino”: la Scuderia Etruria celebra gli anniversari con il Trofeo 10+40, montepremi di 12.000 euro

Da lunedì 3 febbraio aperte le iscrizioni all’Historic Rally Vallate Aretine, prima gara del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Partenza e arrivo della manifestazione in Piazza Grande ad Arezzo

L’Historic Rally Vallate Aretine compie 10 anni, li festeggerà in una delle piazze più belle del mondo. La meravigliosa Piazza Grande di Arezzo sarà, ancora una volta, il cuore pulsante della Historic Rally Vallate Aretine, gara di rally organizzata dalla Scuderia Etruria Sport ASD, che si svolgerà il prossimo 6-7-8 marzo. Due giorni di competizione tra Casentino e Val di Chiana, cinque prove speciali da ripetere due volte per oltre 120km di tratti cronometrati, con partenza e arrivo sempre ad Arezzo dove la storia e la bellezza del luogo simbolo della città si mescoleranno con il fascino di auto che hanno fatto la storia dei rally e non solo.

Trofeo 10+40 con montepremi di 12.000 euro

Per festeggiare il doppio importante anniversario delle gare – i 10 anni dell’Historic Rally Vallate Aretine e i 40 del Rally Internazionale del Casentino (in programma il 3-4 luglio) – la Scuderia Etruria Sport ASD ha deciso di istituire lo speciale “Trofeo Scuderia Etruria 10+40″ con un montepremi totale di 12.000 euro. Parteciperanno di ufficio tutte le auto storiche che decideranno di iscriversi a entrambe le gare. Il montepremi è suddiviso equamente nei quattro raggruppamenti e garantisce 1.500 euro al primo classificato, 1.000 euro al secondo e 500 euro al terzo.

Il percorso di avvicinamento all’Historic Rally comincerà lunedì 3 febbraio, con l’apertura delle iscrizioni, che proseguiranno fino al 28 febbraio.
Attesi ad Arezzo i migliori protagonisti del rallysmo italiano su vetture storiche, sia per la bellezza e difficoltà del percorso, sia per le importanti validità della gara.

Gara di apertura del CIRAS, Trofeo A112 e Michelin Historic Rally Cup
L’Historic Rally Vallate Aretine 2020 sarà la gara di apertura del Campionato italiano Rally Auto Storiche (CIRAS), una serie affascinante e con un seguito in crescita anche al di fuori del contesto rallystico che si articola su otto gare.
Tra i trofei più attesi, l’agguerrito premio riservato alle piccole A112 Abarth gommate Yokohama, organizzato dal Team Bassano, e il Michelin Historic Rally Cup. In coda al rally torna anche la categoria Regolarità Sport, valida per il trofeo Tre Regioni.

9° Memory Fornaca e 3° Memorial Oberti, il ricordo di due personaggi simbolo della passione per il rally
Il “Vallate Aretine” ospiterà anche il ricordo di due grandi appassionati del mondo dei rally e amici della Scuderia Etruria: il terzo Memorial Giulio Oberti – navigatore valtellinese prematuramente scomparso nel 2017 – e la nona edizione del Memory Nino Fornaca – serie riconosciuta da ACI Sport organizzata dalla dinamica associazione torinese “Amici di Nino”, un personaggio che, con molteplici incarichi, tanto ha dato al mondo dei rally.
Il premio intitolato a Giulio Oberti, andrà al più giovane navigatore classificato tra i vincitori dei quattro raggruppamenti previsti dal regolamento dei rally storici. Al vincitore i
rappresentanti del Romazzana Rally Team – promotori dell’iniziativa – consegneranno un orologio “Bolide” di Mondia Italia.

Da Ambrosoli a Lucky Battistolli, da “Pedro” a Riolo, un albo d’oro grande stile
La decima edizione del Vallate Aretine decreterà i successori nell’albo d’oro di Riolo-Floris, equipaggio vincitore nel 2019 con la Subaru Legacy. Un albo d’oro dove hanno già apposto il loro nome alcuni dei più grandi protagonisti del rallysmo su vetture storiche: il comasco Luca Ambrosoli (2011 e 2012) e Luigi “Lucky” Battistolli (2013 e 2017), con due successi a testa, sono i piloti più titolati della gara aretina, “Pedro” (2014), Salvini (2015), Guagliardo (2016), Bossalini (2018) e Riolo (2019) possono vantare una vittoria a testa.

Attese auto di lusso al Vallate Aretine
Molti di questi piloti hanno già annunciato la loro presenza con vetture di grande fascino per appassionati e semplici curiosi. Auto che hanno fatto la storia dei rally, italiani e mondiali, come Lancia Delta, Subaru Legacy, Porsche 911 e Ford Sierra Cosworth attraverseranno Corso Italia e faranno bella mostra di sé in Piazza Vasari.