irontechmotorsport_2312

PIOGGIA E FANGO NON SPENGONO LA GIOIA DI VALERIO SCETTRI

Una pioggia incessante, protagonista assoluta nel weekend del Prealpi Master Show numero ventuno, non è riuscita a spegnere l’entusiasmo di un raggiante Valerio Scettri, felice di aver potuto provare una delle vetture più ambite del rallysmo odierno, la Skoda Fabia R5, ed un team, MS Munaretto, diventato punto di riferimento a livello nazionale, vincitore assoluto dell’International Rally Cup 2019.

Il pilota di Este, nella tradizionale partecipazione spot di fine anno sugli sterrati che si snodano nella campagna trevigiana, si è ben destreggiato in condizioni meteo più che avverse, concludendo con un’onorevole venticinquesima piazza di classe R5, su trentanove arrivati.

Un risultato reso ancor più importante dalla presenza di ben quarantuno vetture iscritte e nomi di spicco nel panorama rallystico nazionale ed internazionale.

Tanta la soddisfazione in casa Irontech Motorsport per un finale di stagione positivo per l’atestino e per il compagno d’abitacolo, il sempreverde Roberto Segato.

“Che esperienza ragazzi” – racconta Scettri – “e quanta pioggia è caduta su questo Prealpi Master Show. In certi frangenti sembrava di correre al RAC in Inghilterra. Tanta acqua, fango e tante rotaie che si scavavano ad ogni passaggio. Credo di non aver mai disputato una gara così tosta, per le condizioni meteo. Siamo stati molto contenti di esserci perchè è stata una sfida anche il solo vedere il traguardo finale. È andata molto bene ed abbiamo anche ottenuto un buon piazzamento. Se pensiamo che corriamo una volta all’anno su terra e che è la nostra terza partecipazione in classe R5, sempre con una vettura diversa, non possiamo che essere contenti. Vedendo i nomi presenti in classe ed il numero di partenti essere riusciti a metterne dietro così tanti, che hanno sicuramente più esperienza di noi, è stata una gran soddisfazione.”

A rendere l’esordio di Scettri, sulla Skoda Fabia R5 griffata MS Munaretto, ancor più difficile ci pensava la notte, con la prima prova speciale, quella di “Trofeo Casagrande”, da affrontare alla luce delle fanalerie supplementari mentre la pioggia già la faceva da padrona.

Con una costante progressione, nonostante qualche fuori programma lecito, il pilota di Este aumentava sensibilmente il passo, riuscendo a migliorare di una ventina di secondi dalla prima tornata della Domenica a quella conclusiva, seppur il fondo continuasse a degradarsi.

Il miglior modo per congedarsi da questa stagione 2019 e guardare al futuro con ottimismo.

“Qualche divagazione nei campi l’abbiamo fatta” – aggiunge Scettri – “e va bene così perchè ci aspettavamo solo tanto divertimento da questo Prealpi Master Show. Certo, se c’era bel tempo ci si divertiva di più ma l’esperienza vissuta ci ha fatto crescere molto. Grazie al mio compagno di abitacolo Roberto, impeccabile, ed a tutto lo staff di MS Munaretto, davvero un top team. La vettura è davvero impressionante per la fiducia e sicurezza che ti infonde. Davvero una bella esperienza poterla provare in gara. Il 2019 va ormai in pensione ma torneremo sicuramente carichi il prossimo anno, sempre alla guida della nostra immortale Renault Clio gruppo A.”