ricci_1211

Podii a go-go per Movisport: Vittoria per Tosi al “Monte Caio, “bronzo” per Ricci al “Marche”

Una vittoria ed un terzo posto vibrante sono il “bottino” che MOVISPORT ha portato a Reggio Emilia lo scorso fine settimana. Oltre ad altri piazzamenti di spessore.

Gianluca Tosi ha terminato la stagione con una vittoria assoluta, quella alla decima Ronde del Monte Caio, disputata nel fine settimana appena passato in provincia di Parma, con la solita Skoda Fabia R5 della Gima Autosport ed in coppia estemporanea con Stefano Costi.

Dopo aver concluso il campionato per lui di riferimento, l’IRCup 2019, al quarto posto assoluto, Tosi ha dunque messo in bacheca il blasone di un successo assoluto, arrivato in una gara che negli anni ha sempre apprezzato ed onorato con partecipazioni di alto profilo. Quella in provincia di Parma, per Tosi, è stata la terza vittoria assoluta in carriera e la conferma appunto che il “Monte Caio” gli si addice come sensazioni, come percorso, come gara giusta per divertirsi.

Alla gara parmense era al via anche Gabriele Ravazzini, il vincitore, al Rally Appennino Reggiano, del “Memorial Roberto Costi”, in ricordo del pilota reggiano scomparso prematuramente lo scorso febbraio, premio era riservato ai piloti “under 30” nati nella provincia di Reggio Emilia. Sfoggiando una livrea dedicata all’amico Roberto, con una Renault Clio RS Gruppo N, ha chiuso in una brillante terza posizione finale di classe N3.

Grande prestazione alla “prima” della serie Raceday, il 13. Rally delle Marche, dove il bresciano Luigi Ricci, in coppia con Biordi, su una Hyundai i 20 R5, alla terza gara stagionale, ha firmato una prestazione da podio, con la terza piazza assoluta. Tornando nelle Marche con il ricordo della vibrante vittoria assoluta ottenuta nel 2017, Ricci e Biordi hanno corso la classica gara perfetta, andando a siglare anche il miglior tempo su una prova speciale in un confronto fatto da grandi piloti.

Debutto, invece, sulla seconda i20 R5 per i colori Movisport, per il sanremese Andrea Maselli, in coppia con Milena Danese. Maselli, che proprio sulle vetture Hyundai da rally lavora nella parte elettronica, tornava sugli sterrati dopo molti anni e non ha assolutamente demeritato. Ha finto la gara in 15^ posizione, risultato solare considerando che il suo era un ritorno sulla strade bianche, con una vettura nuova e contro avversari di alto livello.

Con la sua datata Subaru Impreza Sti, l’inossidabile Bruno Bentivogli, con al fianco il pratese Andrea Cecchi, ha finito in terza posizione di Gruppo N, dopo e prime due prove che era secondo, prima poi di perdere tempo prezioso con un errore alla fine della terza prova.

NELLA FOTO: Ricci in azione (Elisei)