dseminara_1111

PRIMI PUNTI PER SEMINARA AL DEBUTTO NEL RACEDAY

Uno su uno per Dario Seminara al via del Raceday Rally Terra, ottenendo un successo in classe R1A che, seppur in solitaria, racchiude ben altri significati.

Il Rally delle Marche, primo round della serie dedicata agli amanti dello sterrato, si era dimostrato ostico, per il pilota di Verona, ancor prima di scendere dalla pedana di partenza.

Una disavventura, accaduta durante la sessione di ricognizioni pre gara, complicava già il tutto.

“Provando la seconda speciale” – racconta Seminara – “abbiamo forato ed abbiamo perso quasi due ore per sistemare l’auto, prima di ripartire. Essendo il tutto molto concentrato, a livello di tempi, abbiamo buttato via gran parte della giornata. Abbiamo fatto due passaggi sulla prova corta ed uno solo, con il buio, su quella lunga. Non il modo migliore per affrontare una gara mai vista prima, alla guida di una vettura mai usata prima. Siamo partiti molto accorti.”

Preso il via dell’appuntamento marchigiano il portacolori di Rally Team affrontava il primo giro di speciali, sulla Suzuki Swift R1 turbo di Baldon Rally, nell’intento di maturare confidenza con la nuova vettura, affiancato sul sedile di destra da Mattia Benedet.

L’incremento del passo di gara si notava già sulla ripetizione di “Panicali”, con Seminara che recuperava nove posizioni in assoluta, abbassando il proprio tempo di una ventina di secondi.

Un miglioramento confermato sulla successiva “Dei Laghi” dove il cronometro, complice un lungo, sanciva una progressione di oltre un minuto sullo score della precedente tornata.

Con il successo già in cassaforte, sin dal via, e con un ghiotto bottino di punti alla propria portata il pilota di Verona affrontava l’ultimo giro con l’unico intento di non commettere errori.

“Avevamo tanta voglia di imparare” – racconta Seminara – “e siamo molto contenti del risultato finale. Sulla prima siamo andati discretamente bene, seppur molto abbottonati, mentre sulla seconda abbiamo pagato l’aver fatto un solo giro di ricognizione al buio. Su una destra siamo arrivati lunghissimi ed abbiamo perso oltre un minuto e mezzo per rientrare. Sul secondo giro siamo andati sicuramente meglio, riducendo di molto i nostri tempi personali. Peccato per l’annullamento della sesta speciale, causa incidente. Il percorso era davvero bellissimo, caratterizzato da speciali davvero veloci. Grazie di cuore a Baldon Rally per averci dato una vettura grandiosa e per un team che ci fa sentire a casa propria, cercando di metterci in condizione di imparare in fretta. Ci siamo divertiti davvero tanto. Grazie a tutti i nostri partners.”

Con il primo posto siglato al Marche Seminara sale al comando del Raggruppamento I, nel Raceday Rally Terra 2019 e 2020, con dieci punti che potrebbero rivelarsi chiave nel futuro.

Il modo migliore per affrontare, da capo classifica, il prossimo Prealpi Master Show, a Dicembre, dove lo scaligero avrà la possibilità di sfruttare l’esperienza maturata nella passata edizione, quando era al volante della sempreverde Peugeot 106 gruppo A.