CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

#NWES – #EURONASCAR PRO CHAMPION PROFILE: LORIS HEZEMANS

Alla conclusione di una battaglia da brividi per il titolo 2019 della NASCAR Whelen Euro Series, Loris Hezemans è stato incoronato campione europeo NASCAR davanti a Stienes Longin e Nicolo Rocca. L’olandese ha vinto quattro gare consecutive e ha centrato otto top-5 in 13 partenze, collezionando 551 punti. Il pilota dell’Hendriks Motorsport non solo è diventato il più giovane campione della Euro NASCAR a 22 anni, 4 mesi, 10 giorni, ma anche il primo a vincere sia il titolo sia il Junior Trophy.

Durante la sua seconda stagione NWES, Hezemans ha, inoltre, debuttato nella NASCAR Xfinity Series a Road America, diventando il quinto pilota della NWES a competere in una delle tre serie nazionali NASCAR negli Stati Uniti.

COME LA NASCAR È DIVENTATA UNA PASSIONE PER HEZEMANS
Dopo avere disputato campionati Turismo e GT, Hezemans si è innamorato della Euro NASCAR durante un Drivers Recruitment test day nel 2017 e nel breve lasso di tempo di due stagioni è riuscito a portare la Mustang #50 dell’Hendriks Motorsport a vincere il titolo europeo.

Hezemans si è abituato molto rapidamente alle belve della Euro NASCAR e il suo debutto nel 2018 è stato davvero straordinario. Il nativo di Amsterdam ha più volte dimostrato di avere il passo per vincere e dopo il suo primo successo a Hockenheim, ha perso l’occasione di aggiudicarsi il campionato nelle finali di Zolder, ma è riuscito comunque a portare a casa il Junior Trophy. Se qualcosa è mancato nella sua prima esperienza in NWES, è stata la costanza di risultati. Nonostante il lavoro svolto per migliorare, la prima parte della stagione 2019 è stata più impegnativa di quanto si aspettasse, anche per effetto della crescente competizione.

“Per me è stato sorprendente vedere come il livello della stagione 2019 si sia alzato rispetto all’anno precedente,” ha detto Hezemans. “E continua a crescere! Molti piloti arrivati quest’anno in EuroNASCAR 2 hanno molta esperienza nelle corse e faranno sicuramente strada anche nella EuroNASCAR PRO.”

UN OTTOVOLANTE DI EMOZIONI
A Valencia, nell’evento inaugurale della stagione, Hezemans si è qualificato solo 13esimo, ma nella prima gara è risalito fino alla sesta posizione. Il secondo round ha segnato il suo primo podio del 2019, grazie a un ottimo terzo posto. Nella successiva uscita a Franciacorta, Hezemans ha mancato il podio nel Round 3, chiudendo quarto, ma si è subito riscattato nella gara domenicale con un buon secondo posto. Non è stato il principio di stagione in cui l’olandese sperava, ma dopo due dei sette eventi in calendario, era secondo in classifica generale – alla pari con Stienes Longin – con 15 punti di distacco dal due volte campione Alon Day.

A Brands Hatch, le ambizioni di Hezemans sono quasi state mandate in frantumi da un weekend complicato sulla pista inglese. Partito secondo nella prima gara, Hezemans è scivolato al nono posto, mentre Day ha incrementato il suo vantaggio, seguito da Longin. Nella seconda gara le cose sono andate ancora peggio: Hezemans, partito secondo anche questa volta, è arrivato dodicesimo, uscendo dalla top-10.

IL PUNTO PIÙ BASSO E LA SVOLTA A MOST
L’appuntamento dell’Autodrom Most ha rappresentato sia il momento più basso sia la svolta della stagione dell’olandese: sabato, mentre era in testa, il motore della #50 dell’Hendriks Motorsport ha ceduto in maniera spettacolare a tre giri dalla fine, lasciando la vittoria a Nicolo Rocca. Appena 24 ore più tardi, nella seconda gara in Repubblica Ceca, Hezemans ha vinto il Round 8 in maniera dominante e ha cambiato l’inerzia della stagione. È a questo punto che lo show di Hezemans ha avuto inizio.

“Quel weekend è stato l’emblema di quanto a volte le corse possano essere crudeli,” ha dichiarato Hezemans sulla rottura del motore. “Ero in testa, a tre giri dalla bandiera a scacchi e il motore ha ceduto. Cose come queste, però, possono succedere. Ho cercato di far fronte alla situazione e di rispondere con tutto quello che avevo. Dopo questa battuta d’arresto ho ottenuto il mio primo successo a Most. È stata davvero la svolta per me e per il team e uno dei momenti migliori dell’anno.”

A Venray, unico ovale nel 2019, Hezemans ha vinto un’intensa battaglia contro Jacques Villeneuve, concludendo la regular season con un altro successo e lasciando il NASCAR GP di casa al secondo posto in classifica, nove punti dietro Longin.
Dopo un debutto convincente nella NASCAR Xfinity Series a Road America durante la pausa estiva, Hezemans è arrivato molto fiducioso alle Semi Finali di Hockenheim. Ha vinto entrambe le gare a punteggio doppio, approfittando della tremenda battuta d’arresto di Longin per prendere il comando della classifica. L’olandese è arrivato alle Finali al Circuit Zolder con 21 punti di vantaggio su Rocca.

“Il momento migliore è stata la vittoria a Venray, la prima su ovale della mia carriera. Vincere davanti al pubblico di casa è stata una sensazione speciale. Dopo il weekend di Hockenheim, con due successi consecutivi, ero davvero carico e lì ho pensato: ‘Sì, posso vincere il campionato!’ Devi fare del tuo meglio, perché ogni anno il livello diventa sempre più alto. Devi migliorare e il team deve fare lo stesso per vincere il titolo,” ha riassunto Hezemans, parlando della gara conclusiva della regular season e della prima dei playoff.

UN TITOLO A PORTATA DI MANO
Due settimane più tardi in Belgio, Hezemans ha finito quinto nella gara di sabato, consapevole che Rocca era già stato eliminato da un incidente alla partenza. Domenica ha poi dovuto solo completare il primo giro per diventare il nuovo campione della Euro NASCAR. Ha tagliato il traguardo sesto e, nonostante avesse avuto tutta la gara per apprezzare il suo risultato, in Victory Lane era ancora emozionatissimo.

Alla fine di una delle stagioni più competitive nella storia del campionato – sette diversi piloti hanno vinto almeno una gara e sette diversi piloti hanno centrato una pole position – Hezemans è stato ricompensato con il premio più grande che la NASCAR Whelen Euro Series ha da offrire.

“In tutta la mia carriera questa è la prima volta che vinco un campionato. È una bellissima sensazione e spero che ci saranno molti altri campionati come questo nel mio futuro. Due anni fa la NASCAR era qualcosa di completamente nuovo per me, ma sono stato accolto a braccia aperte. Adesso sono il campione e non penso altro che alla NASCAR!” ha dichiarato Hezemans.

Anche per l’Hendriks Motorsport è stato il primo campionato vinto nella Euro NASCAR. Il team olandese, che è entrato nella serie insieme a Hezemans nel 2018, ha trionfato anche nell’EuroNASCAR Teams Championship, grazie al secondo posto di Giorgio Maggi nella EuroNASCAR 2.

E ORA?
“Ai piloti come me la NASCAR Whelen Euro Series apre molte porte per poter andare a correre negli Stati Uniti, in Canada o in Messico,” ha detto Hezemans. “Con il titolo in tasca, per me è una stupenda opportunità. Voglio sfruttare tutte le occasioni che avrò per gareggiare negli Stati Uniti il prossimo anno, ma nel mio cuore resta la Euro NASCAR.”

Prima di concentrarsi sulla stagione 2020, il 23 novembre l’olandese parteciperà alla tradizionale cerimonia di premiazione, che si terrà alla NASCAR Hall Of Fame di Charlotte, in North Carolina, per festeggiare ufficialmente il titolo. Volerà, poi, in Messico, dove il 1° dicembre prenderà parte alla Finale della NASCAR PEAK Mexico Series al celebre Autodromo Hermanos Rodríguez come premio per il successo europeo.