gabbiani_0410

Gian Maria Gabbiani si unisce a Essilor per il round TCR DSG al Mugello

Il Campionato Italiano TCR DSG Endurance arriva all’ultimo appuntamento al Mugello, e proprio sulla leggendaria pista toscana, Gian Maria Gabbiani troverà un nuovo importante partner. La Volkswagen Golf GTI TCR della Pit Lane Competizioni sarà infatti completamente brandizzata con i loghi Essilor e Varilux®. Multinazionale presente in più di 100 paesi, il Gruppo Essilor ha una storia di oltre 170 anni e una sede in Italia. Dalla progettazione alla produzione, il Gruppo sviluppa una vasta gamma di lenti per correggere e proteggere la vista, nella quale assume particolare rilevanza il brand Varilux®.

Gian Maria sarà anche portavoce della campagna di sensibilizzazione sulla guida sicura nata dalla partnership tra Essilor e FIA (Fédération Internationale de l’Automobile). Il team di Essilor accoglierà piloti e pubblico nel paddock per effettuare test su acuità visiva, sensibilità alla luce e campi di visione.

Nuova partnership anche dal punto di vista sportivo, con l’innesto nella compagine lombarda del giovane Lorenzo Marcucci, in passato al via di Mitjet Series, Euro Nascar e GT4.

La gara, come sempre della durata di due ore, è in programma domenica alle 9:00, e sarà preceduta, nella giornata di sabato, dalle prove di qualifica e dalla manche “supersprint” da 10 giri che definirà lo schieramento di partenza. Le due sessioni saranno consecutive, a partire dalle 14:05.

Sarà possibile seguire la gara in diretta streaming su:

http://www.acisport.it/TCREndurance

Il live timing è disponibile su:

https://mugellocircuit.com/en/live-timing

Gian Maria Gabbiani
“Sono orgoglioso di poter contare su un partner del calibro di Essilor perché, oltre ad essere un’azienda di primissimo piano, pone grandissima attenzione alla sicurezza stradale e alla formazione, che ogni giorno, in pista e non, sono aspetti che mi stanno particolarmente a cuore. Sono contento di correre insieme a Lorenzo, che è un giovane di grande talento. Penso che, nonostante i problemi di Imola, sia ancora possibile ottenere buoni risultati anche in termini di classifica.”