gianaroli_0207

Un pieno di argenti per Maranello Corse al Rally Alto Appennino Bolognese

Incisiva la prova dei portacolori della scuderia emiliana (nelle foto di Dino Benassi): Vellani-Maletti sono secondi assoluti, Guglielmini-Giorgio completano la loro gara-test in vista del ritorno del CIR con un’ottima prova in classe R2B, mentre Gianaroli-Mazzini colgono un incoraggiante piazza d’onore in A6. Seconda posizione anche nella classifica delle scuderie.

Quattro sfumature di argento: questo è stato il Rally Alto Appennino Bolognese per Maranello Corse. La terza prova della Coppa Rally di Zona si risolve per la scuderia modenese con una sfilza di preziosi secondi posti.

I reggiani Roberto Vellani e Silvia Maletti concludono il duro rally corso sulle infuocate strade intorno a Porretta Terme con un piazzamento molto utile in ottica campionato ma non del tutto soddisfacente: le aspettative della vigilia, infatti, erano quelle di giocarsi il successo (per il pilota matildico sarebbe stato il secondo consecutivo, in questa gara), ma la storia della competizione riserva all’equipaggio a bordo di una Peugeot 208 di MM Motorsport un ruolo diverso. Partiti alla grande con il successo nella prima prova speciali, Vellani-Maletti completano il primo giro di prove ad una manciata dal battistrada, confermando in pieno le proprie velleità. La seconda tornata di prove, tuttavia, riserva ai due l’amara sorpresa di un guasto all’idroguida che li costringe a lasciare il via libera al rivale; risolto il problema, i due amministrano saggiamente il risultato nell’ultimo terzo di gara

“Facciamo buon viso a cattiva sorte – filosofeggia Roberto Vellani a fine corsa – e, soprattutto, non trascuriamo quanto di buono è emerso da questa gara. Certo, avremmo voluto batterci per la vittoria ed i tempi delle prime tre prove dimostrano che ce la saremmo giocata sino alla fine. D’altra parte, vorrei sottolineare la bravura del mio team, che ha Saputo risolvere il problema all’idroguida in tempi record, e di Silvia Maletti, che mi ha navigato per la prima volta, facendo un lavoro egregio, a conferma della sua fama. Questo secondo posto ci farà comunque comodo nel nostro girone della Coppa di Zona…”.

Sorriso a trentadue denti per Giacomo Guglielmini: il 28enne di Montefiorino, navigato stavolta sulla Peugeot 208 di MM Motorsport dallo spezzino Simone Giorgio, confeziona un’ottima prova che lo porta sul secondo gradino della classe R2B e, soprattutto, ad un per nulla scontato nono posto assoluto, davanti a diverse vetture di classe superiore. Al via per prepararsi in vista dell’imminente ritorno nel Campionato Italiano Rally, Giacomo non si risparmia ed è tra i protagonisti assoluti del rally felsineo: “Siamo estremamente soddisfatti di questa partecipazione al RAAB – chiosa il modenese -. Abbiamo centrato il nostro obiettivo, trovando un ottimo compromesso a livello di assetto in vista della gara di Roma e direi che i tempi realizzati lo dimostrano chiaramente. Ora lavoreremo sui dettagli per cercare di essere competitive nella gara romana”.

Molto felice anche il 20enne di Maranello Davide Gianaroli, al via con l’esperto reggiano Mirco Mazzini sulla propria Opel Corsa. Il giovane figlio d’arte festeggia al meglio la maturità appena conseguita con una prova… altrettanto matura ed intelligente, che lo porta all’argento della classe A6. “E’ stata una gara molto dura sia per il caldo, sia per la sporcizia delle strade – il suo commento -; ci tenevo ad arrivare alla fine, dopo le due sfortunate uscite primaverili, sono felice che siamo riusciti raggiungere la bandiera a scacchi; direi che, stavolta, è andato tutto benissimo e vorrei ringraziare Mirco, sempre bravissimo e prezioso sul sedile destro, papa ed i ragazzi che mi seguono sul campo di gara, e Maranello Corse, colonna portante dei nostri programmi stagionali”.

Unica nota stonata, il ritiro nel finale di Diego Dodaro e Luca Zanni: l’equipaggio di Scandiano si ferma per noie ai freni ed un guasto ad un semiasse della loro Renault Clio quando sono terzi in classe N3. Per i due, l’occasione del riscatto è attesa fra un mese a Salsomaggiore.

Delusione mitigata però dal quarto ed ultimo secondo posto collezionato al RAAB, quello nella classifica delle scuderie. Un risultato che sottolinea le ottime prove degli equipaggi di Maranello Corse.