oregon_1305

SFUMANO LE AMBIZIONI DI VITTORIA DELL’OREGON TEAM ALLA 4 ORE DI MONZA DELL’EUROPEAN LE MANS SERIES

L’Oregon Team è stato nuovamente protagonista, questo fine settimana, sul proprio tracciato di casa, che ha ospitato la 4 Ore di Monza, secondo round dell’European Le Mans Series.

Il team capitanato da Jerry Canevisio e Piergiorgio Testa ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per ambire al successo e lo ha fatto già nelle qualifiche di sabato, in cui Damiano Fioravanti ha piazzato in seconda fila la Norma M30 LMP3 divisa con Lorenzo Bontempelli e Gustas Grinbergas. Un inizio positivo, che aveva contribuito a fare crescere le ambizioni di vittoria. Quella vittoria che era sfuggita (assieme al podio) nell’appuntamento d’apertura disputato a metà aprile sul circuito francese del Paul Ricard, dove la stagione 2019 aveva preso il via con una strepitosa pole.

Nella gara di oggi a mettersi immediatamente in evidenza è stato ancora Fioravanti, abile nel tenere un ottimo passo nel suo primo “stint” di guida. Inizialmente terzo, il romano è andato poi ad agguantare anche il secondo posto, superando Lucas Légerte in fondo al rettilineo intorno al trentesimo giro.

Dopo la prima sosta ai box la vettura dell’Oregon Team è tornata in pista settima, ma l’ingresso della safety car causato dalla vettura di Nobuya Yamanaka ferma contro le barriere in posizione pericolosa dopo un’ora e mezza di corsa, ha ricompattato il gruppo di testa

A salire successivamente in macchina nel corso del pit-stop è stato Bontempelli. All’83esimo giro la Norma LMP3 numero 10 guidata dal pilota brianzolo si è però arrestata nella corsia dei box con un principio d’incendio che è stato anche il motivo del prematuro ritiro.

“È andata storta. Ha dichiarato Canevisio – Al primo pit-stop, dopo che è partito Fioravanti, abbiamo avuto già un problema con il bocchettone della benzina che ha erogato 60 litri invece di 80. In seguito abbiamo approfittato di una safety car per rifornire. Poi, quando è salito in macchina Bontempelli, si è spaccato un gancio che tiene fisso il muso davanti e che è andato ad ostruire i tubi che portano aria ai freni. Lorenzo è tornato ai box e i freni si sono incendiati. Abbiamo riparato il guasto ma si è deciso di non prendere rischi e di non far fare lo stint a Grinbergas”.

L’Oregon team tornerà in pista il prossimo 19 e 20 luglio per il terzo appuntamento dell’European Le Mans Series che si disputerà in occasione della 4 Ore di Barcellona. In Spagna si cercherà di recuperare i punti persi proprio a Monza. Il campionato è lungo e le aspettative rimangono alte.

Intanto, il 25 e 26 maggio, l’Oregon Team tornerà in pista anche nella Clio Cup Italia per affrontare la seconda tappa di Imola.