Magliona_2605

GIORNATA INTENSA PER SCUDERIA ATENEO NELLE PROVE DI VERZEGNIS CON MAGLIONA E GIULIANI

Gran lavoro per la scuderia siciliana, che domani (domenica 27 maggio) affronta la quarta prova del CIVM in Friuli con i due campioni italiani: il sassarese su Osella PA21 Evo-Honda e il bolognese su Lancia Delta Evo, entrambi costantemente tra i migliori nelle “qualifiche” odierne. Giornata impegnativa di prove ufficiali oggi per la Scuderia Ateneo alla 43° Verzegnis -Sella Chianzutan, quarta prova del Campionato Italiano Velocità Montagna in corso in provincia di Udine. Il team palermitano guidato da Agatino Pedicone è giunto in Friuli con elevate aspettative per i suoi vincenti portacolori Omar Magliona e Fulvio Giuliani, anche a Verzegnis impegnati entrambi in serrate sfide per riconquistare il rispettivo titolo italiano. Sfide che si ripeteranno domani, domenica 27 maggio, proprio nella cronoscalata friulana.

Grande lavoro per il sassarese Magliona. Il campione in carica dei prototipi di gruppo CN ha iniziato la giornata di prove non al meglio, pur rimanendo tra i top-driver delle qualifiche. Magliona ha poi dovuto rimediare con una serie di nuove regolazioni apportate al setup della sua Osella PA21 Evo-Honda gestita dal Team Faggioli e gommata Marangoni, vettura con poche gare alle spalle e quindi ancora da “capire” in pieno in determinate circostanze. Alla luce della seconda salita di ricognizione le prospettive per la gara di domani restano comunque positive, anche considerando il fatto che il pilota sardo è reduce da tre successi sulle altrettante prove iniziali del CIVM.

“Nella prima prova non eravamo a posto – sono le parole di Omar a fine giornata -, anche se sono salito in tutta tranquillità per verificare che tutto funzionasse comunque a dovere. Nel pomeriggio abbiamo migliorato lavorando sui dati raccolti, pure sugli pneumatici, e questo ha riportato un po’ di serenità anche in casa Ateneo. Per domani è difficile fare previsioni, ma in gara siamo abituati a tenere una concentrazione al top e a dare il massimo. Fare il pieno di punti anche qui sarebbe fondamentale.”

Giornata positiva a Verzegnis per il bolognese Giuliani, in cerca di riscatto perché reduce da uno sfortunato ritiro in gara-2 nell’ultima prova del CIVM a Caltanissetta. Il pilota e preparatore di Vado, campione italiano in carica nel gruppo E1, non ha comunque dormito sugli allori e ha studiato i comportamenti della Lancia Delta Evo che cura in proprio attraverso la Fluido Corse, continuando a lavorare sui particolari per cercare anche il minimo miglioramento lungo il percorso friulano, vista una sempre più agguerrita concorrenza. Anche per domani, dunque, in E1 si prospettano grandi sfide.

“Soprattutto la seconda manche di prove è stata molto impegnativa – ha commentato Giuliani -, ma direi che siamo pronti, anche se siamo tutti vicinissimi. Abbiamo testato anche la nuova chicane e il fondo, che presenta un asfalto molto buono. Sono soddisfatto delle condizioni con cui affronteremo la gara, anche se domani sarà comunque un’altra storia e dovremo pensare a tenere davvero giù il gas.”

Il tracciato di Verzegnis misura 5,64 chilometri, da percorrere due volte, e presenta un dislivello tra partenza e arrivo di 396 metri, per una pendenza media del 7,2%. Il programma del quarto round del CIVM prevede domenica 27 maggio il via di gara-1 a partire dalle 9.30, con a seguire gara-2.