bolzacorse_2002

BOLZA CORSE APRE IL 2019 SUL CIRCUITO DI RIJEKA

Apre il sipario ufficiale su una nuova ed entusiasmante stagione agonistica e Bolza Corse è pronta a timbrare il primo cartellino di presenza.

Venerdì 22 e Sabato 23 Febbraio, sul circuito di Rijeka, andrà in scena il tradizionale evento endurance, della durata di quattro ore, al quale il sodalizio con base ad Adria è legato da un passato vincente.

Sul finale della scorsa annata il team polesano si presentò in gara, nel medesimo evento, con il tridente composto da Bellan, Barozzi e Marchesini, cogliendo una brillante seconda posizione assoluta, schierando la Seat Leon Supercopa.

L’amarezza per non aver bissato il successo dell’edizione 2017 ha spinto il team polesano a riprovarci ed ecco che, alla riconferma del mantovano Matteo Barozzi e del vicentino Andrea Marchesini, arriverà lo svizzero Piero Paolo Ciceri, a completare l’equipaggio della trazione anteriore spagnola.

“Seppure un podio sia sempre positivo” – racconta Bolzoni (presidente Bolza Corse)– “ai ragazzi non è andato proprio giù di non aver centrato la doppietta, 2017 e 2018, a Rijeka. Abbiamo quindi deciso di riprovarci, complice l’anticipo dell’evento nel calendario sportivo. Avremo una punta di internazionalità in più, una ciliegina sulla torta, con l’entrata di Ciceri. A parte quest’ultimo, all’esordio qui, conosciamo bene il percorso, avendo vinto anche nel 2015 l’assoluta. La Leon ha un’areodinamica molto sofisticata, adatta a questo tracciato, ed abbiamo un tridente con molta esperienza internazionale, su vetture turismo. Siamo pronti a dare battaglia.”

Bolza Corse si conferma punto di riferimento anche per i giovani, nell’intento di avvicinarli al mondo delle competizioni e stimolandoli in una sana crescita sportiva e personale.

In quest’ottica va inquadrata la partecipazione del secondo equipaggio, alla quattro ore di Rijeka, per il quale il team polesano metterà a disposizione una Fiat 500 Sport 1.4 16 valvole.

Agli adriesi Marco Discanni e Andrea Weisz sarà affiancata la famiglia Veronese, papà Paolo con il figlio Sergio, provenienti da Padova.

Per il quartetto sotto l’insegna della casa torinese si tratta delle prime esperienze, tra l’altro già molto positive se andiamo a ricordare il secondo posto di classe ottenuto qui lo scorso anno.

“Ci aspettiamo di fare bene anche con la nostra 500” – aggiunge Bolzoni – “perchè il tracciato di Rijeka è grande e veloce. Abbiamo quattro piloti, due di Adria e due di Padova, con poca esperienza ma che hanno già dimostrato il proprio potenziale, cogliendo un ottimo secondo di classe lo scorso anno. L’obiettivo per la 500? Riconfermare quanto di buono dimostrato nel 2018. A completare la nostra squadra, pedine chiave di entrambe i team, troveremo Alessio Rossano Bellan, come direttore sportivo, e Sara Barazzutti, coordinatrice delle due squadre.”