#AUTOBACS SUPER GT – Quintarelli completa la stagione SuperGT 2018 con un settimo posto a Motegi

Per l’ultimo appuntamento della stagione SuperGT, Ronnie Quintarelli si è schierato al via col compagno di squadra Tsugio Matsuda a Motegi, la stessa pista che aveva regalato loro un gran successo 12 mesi fa. Tuttavia, sin dalle libere del sabato, l’accoppiata della Nissan ha capito che non sarebbe stato un weekend facile, dato che gli avversari hanno subito segnato tempi velocissimi e inattesi alla vigilia.

Risultati delle qualifiche:

Q1: Tsugio Matsuda – 9. (1’37”086)

Condizioni atmosferiche: sereno, pista asciutta

In qualifica, la squadra ha utilizzato la strategia di base, con Matsuda al volante in Q1 e Quintarelli pronto a lottare per la pole in caso di qualificazione. Sfortunatamente, nonostante un ottimo giro veloce del giapponese, non è stato possibile raggiungere la Q2 e andare oltre al nono posto.

Risultati della gara:

Posizione finale: 7.

Condizioni atmosferiche: sereno, pista asciutta

Miglior giro in gara: 1’40″085

Per la gara più corta della stagione, da 250 chilometri, Quintarelli ha preso il via con ottimismo, sapendo di poter recuperare spingendo forte nei primi giri. Sfortunatamente, con una battaglia così estrema tra i produttori di vetture e pneumatici, nessuno conosce il vero livello dei rivali, e le Lexus gommate Bridgestone hanno sorpreso tutti. Durante il primo giro, Ronnie ha faticato scendendo all’11° posto. Dopo alcuni passaggi anche le gomme Michelin hanno iniziato a funzionare meglio e Quintarelli ha guadagnato una posizione impostando un buon passo. A causa del traffico intenso su una pista così stretta e tortuosa, il team ha anticipato il pit-stop appena è stato possibile, ovvero subito dopo il terzo di corsa. Con quattro gomme nuove, Matsuda ha spinto al massimo e quando tutte le altre vetture si sono fermate, la Nissan Nissan GT-R n. 23 è passata all’ottavo posto, che poi è diventato il settimo a causa di un problema occorso a un’altra vettura.

Ronnie Quintarelli:
“Anche qui a Motegi non siamo riusciti a raccogliere il risultato che speravamo di ottenere alla vigilia, e abbiamo fatto veramente fatica in qualifica come ci era successo anche nelle gare precedenti.
Rispetto alle qualifiche il nostro ritmo in gara è stato buono ma non abbastanza per darci la possibilità di rimontare fino alle posizioni di vertice. Questa stagione e’ stata veramente positiva per noi nelle prime fasi, ma inaspettatamente molto complicata dalla parte centrale fino alla fine: non siamo più riusciti a salire sul podio e lottare per le prime posizioni in qualifica, cosa fondamentale se si vuole puntare per il titolo in SuperGT.

“Col settimo posto finale in gara abbiamo terminato ottavi in campionato, risultato veramente deludente considerando che dopo la vittoria al Fuji, nella seconda gara di campionato, siamo stati anche al comando. Questa stagione, forse anche più delle due precedenti, ci ha fatto capire che nel SuperGT niente va sottovalutato e tutto va programmato alla perfezione senza mai fermarsi nello sviluppo se si vuole lottare per il titolo.

“I risultati di queste ultime gare ci daranno gli stimoli necessari per lavorare duramente in questi mesi e preparare al meglio la prossima stagione, cercando di migliorare tutte le nostre carenze e ritornare a dare a tutti i nostri tifosi le soddisfazioni che si meritano. Volevo poi cogliere l’occasione per ringraziare la GTA per la cerimonia che ha organizzato per festeggiare la mia centesima gara di SuperGT, disputata in questa stagione. Per me si tratta di un importante traguardo. Sono tantissimi e bellissimi i ricordi delle dodici stagioni disputate in questo fantastico campionato, dal livello altissimo sotto tutti gli aspetti.

“Le ultime parole sono per ringraziare i tifosi che ci supportato sempre con grande entusiasmo, e che ci vogliono sempre protagonisti. Grazie a tutti voi: ci vediamo il 2 di Dicembre al NISMO Festival al Fuji Speedway per passare una giornata tutti insieme e caricarci al massimo a vicenda per ripartire alla grande dal 2019.”