macaluso_1011

20° cHALLENGE PALIKè, sfida “ALL’ULTIMO BIRILLO”: DOMani tutti I VINCITORi

Si chiude ufficialmente nel weekend in corso la lunga e appassionante stagione legata alla serie automobilistica regionale dedicata agli Slalom creata oltre quattro lustri addietro dal Team Palikè Palermo. Si deciderà tutto nel 24° Slalom Città di Misilmeri, nel Palermitano, sesta ed ultima tappa per la kermesse. Il capofila dell’assoluta, il locale Castello (Fiat Cinquecento Sporting), dovrà difendersi dagli attacchi portati dai suoi immediati inseguitori, l’agrigentino Segreto (Peugeot 106) ed il ragusano Gravina (Citroen Saxo). Tra gli Under 23 sarà lotta serrata tra il palermitano Barbaccia (Fiat 126) e l’altro talento di Sciacca (AG) Alberto Macaluso (Radical Prosport Suzuki), recente vincitore assoluto alle Fonti di Scillato. In ‘rosa’, la messinese Angelica Giamboi (Fiat X1/9) è già ‘regina’

Marsala, 10 novembre – Lo Challenge Palikè 2018 chiude in bellezza, almeno per l’anno solare in corso. Sarà una sfida automobilistica all’ultimo birillo quella che, nel weekend in atto, assegnerà in maniera insindacabile, nelle varie categorie, i titoli regionali ancora in palio al culmine della 20a edizione della kermesse creata e promossa ormai oltre quattro lustri addietro dal Team Palikè di Palermo. Teatro di questo avvincente confronto sportivo, che deve ancora incoronare, domani sera, il vincitore nella classifica assoluta (sono ben tre i piloti racchiusi in uno spazio di appena due punti) e nella speciale graduatoria dedicata agli Under 23 (altri due i contendenti in lizza), sarà il 24° Slalom Città di Misilmeri, nel Palermitano, sesto ed ultimo appuntamento stagionale con lo Challenge Palikè 2018.
Una formula pressoché senza tempo quella su cui si fonda la kermesse automobilistica regionale concepita dal Team Palikè coordinato da Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito. Particolarmente gradita dai piloti, oggi come ieri, poiché consente a tutti i protagonisti di poter lottare ad esempio per la vittoria assoluta tanto al volante di una piccola Peugeot 106 di 1400 c.c., tanto alla guida di una ben più prestante vettura Sport Prototipo. Ecco, in sintesi, il successo dello Challenge Palikè.
Ed ecco spiegato perché, dopo cinque incredibili prove già in archivio, la classifica assoluta non abbia ancora decretato un vincitore, ad ulteriore garanzia di spettacolo e di competitività. Attuale capofila è il palermitano (originario proprio di Misilmeri, domani gioca perciò in casa) Francesco Castello, il quale si giocherà tutte le sue carte a disposizione con la piccola ma “pepata” Fiat Cinquecento Sporting di gruppo E1 Italia schierata dalla Misilmeri Racing, dall’alto dei 55 punti in graduatoria generale. Castello, autore di una stagione in crescendo, culminata con lo splendido secondo posto assoluto colto nel recente Slalom delle Fonti Scillato, dovrà tuttavia guardarsi dagli attacchi dei due rivali più accreditati, il giovane agrigentino (di Sciacca) Marco Segreto (sulla Peugeot 106 Rallye iscritta da Project Team, vice campione regionale in carica nello Challenge Palikè 2017) ed il ragusano (di Chiaramonte Gulfi) Davide Gravina, il quale tenterà domani il “colpaccio” al volante di un’altra “francesina”, la Citroen Saxo Vts sempre della Project Team.
Sia Segreto, sia Gravina occupano “in condominio” la seconda piazza assoluta provvisoria, ambedue con 54 punti, sebbene il pilota di Sciacca sia formalmente meglio piazzato, rispetto al rivale chiaramontano, per la teoria della “discriminante”. Un ruolo di primo piano, per l’attribuzione dei punteggi atti a decretare il vincitore, lo riserverà poi il “bonus” di punti, assegnato per regolamento al pilota schierato in tutti gli appuntamenti motoristici stagionali valevoli per lo Challenge Palikè 018. Una sfida a tre per la vittoria, come si può facilmente evincere, dall’esito alquanto incerto. Più staccati, nella classifica generale provvisoria, l’altro ragusano Salvatore Licitra (45 punti, su Renault Clio Williams), il palermitano Giovanni la Manna (Fiat 500 di gruppo Speciale, per la Armanno Corse) ed il “veterano” di Custonaci (TP) Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki, per la Trapani Corse), entrambi a quota 44 punti.
Altrettanto enigmatica la lotta per la supremazia finale nella speciale graduatoria rivolta agli Under 23. Oramai fuori dai giochi il neo campione siciliano Slalom, il ventenne catanese (di Giarre) Michele Puglisi, ancora capofila con 33 punti, ma assente a Misilmeri (con la sua medesima Radical Prosport Suzuki sarà invece in gara lo zio, Giovanni Puglisi), il titolo regionale di categoria vedrà la decisiva contesa tra il palermitano “figlio d’arte” (di Belmonte Mezzagno) Gianfranco Barbaccia ed il giovane talento di Sciacca (AG) Alberto Macaluso, entrambi già in grado di scavalcare Puglisi. Barbaccia, 23 anni, vice campione italiano Slalom Under 23 in carica, dispone di 32 punti e potrà sfruttare nella gara “quasi di casa” questo piccolo vantaggio, al volante della Fiat 126 iscritta dalla Armanno Corse nel gruppo prototipi Slalom. Alberto Macaluso, 21 anni, altro nome nuovo dell’automobilismo di Sicilia, insegue Barbaccia e spera anch’egli nel “colpaccio” a Misilmeri, con i suoi 30 punti in classifica Under 23. Macaluso è attualmente lanciatissimo dopo la straordinaria affermazione assoluta (la prima nella sua ancor giovane carriera) colta con condizioni meteo avverse nel recente Slalom delle Fonti a Scillato, sulle Madonie, nel quinto appuntamento con lo Challenge Palikè, al volante della sua Radical Prosport Suzuki 1.3. Un risultato che ha riproposto le ambizioni del “driver” di Sciacca.
Tutto deciso, infine, in ambito femminile. A laurearsi di fatto campionessa regionale a Misilmeri nello Challenge Palikè 2018 sarà la sempre veloce ed esperta “figlia d’arte” messinese (di Novara di Sicilia) Angelica Giamboi, la quale, già a Scillato, ha operato il sorpasso nei confronti della palermitana (di Belmonte Mezzagno) Enza Allotta, a sua volta impegnata in quella occasione in Calabria nella conquista del suo secondo titolo italiano Femminile Slalom consecutivo, su Fiat 126 gruppo Speciale. La Allotta (38 punti, ma assente a Misilmeri), lascerà di fatto campo libero ad Angelica Giamboi, già ora capofila con 45 punti tra le Lady, con la “nervosa” Fiat X1/9 schierata dalla Tm Racing Messina.
La premiazione di tutti i campioni regionali per il 20° Challenge Palikè 2018 si terrà con tutta probabilità, come avvenuto lo scorso anno, nel prossimo mese di dicembre ancora a Misilmeri.

FOTO by MANUEL MARINO