beggi_1109

Maranello Corse arrembante ai nastri di partenza del rally di casa

Otto gli equipaggi della scuderia maranellese al via del Città di Modena: cinque impegnati nel rally moderno, tre nell’historic.

Profeta in patria: è con questo intento che Maranello Corse si accinge a vivere il Rally Città di Modena, in programma sabato e domenica prossimi. Alla corsa – un rally Nazionale non titolato, con base proprio a Maranello – prenderanno parte infatti otto vetture schierate dall’attivissima scuderia e sei di queste saranno condotte da piloti modenesi. La voglia di ben figurare sui 70 chilometri cronometrati, insomma, è tanta.

Cinque gli equipaggi al via del rally moderno: il reggiano Roberto Vellani, affiancato dal pavullese Luca Amadori su una Peugeot 208 di classe R5 preparata dalla lucchese MM Motorsport, è tra i grandi favoriti della vigilia. I due hanno già vinto questa gara tre anni fa e puntano ad un prestigioso bis (per Vellani sarebbe il terzo sigillo stagionale), ma dovranno prima piegare una concorrenza tutt’altro che disposta a recitare il ruolo della comparsa.

Tra i big della gara anche il giovane fioranese Alex Beggi, che tornerà sulla Peugeot 207 di classe S2000 usata per la prima volta all’Appennino Reggiano (foto Dino Benassi): il talentuoso figlio d’arte, al solito coadiuvato dall’aretino Filippo Alicervi, cercherà d’incrementare la conoscenza dell’auto francese e punterà ad un buon piazzamento nella classifica assoluta se non, perché no, ad un nuovo epilogo sul podio, come accaduto – a sorpresa – lo scorso anno.

Da seguire con vivo interesse anche le gesta degli altri tre equipaggi: in classe A7 si batteranno il pavullese Marco Martinelli ed il navigatore di Castiglion dei Pepoli Andrea Musolesi: l’esperto pilota tornerà in azione dopo un lungo periodo d’inattività e lo farà su una Renault Clio Williams con la quale potrà togliersi delle soddisfazioni in classe A7. Il successo di classe N3 è certamente alla portata dei giovani di Montefiorino Giacomo Guglielmini ed Alessio Panini: il pilota, reduce dalla buona chiusura della campagna nell’IRC, si metterà in gioco su una Renault Clio, ritrovando una vettura con la quale ha saputo mettersi in luce lo scorso anno. Il giovanissimo maranellese Davide Gianaroli, sempre con l’esperto concittadino Mirko Grisendi alle note sulla Opel Corsa di classe A6, disputerà il suo secondo rally in carriera proprio sulle amate strade di casa: per lui, conterà soprattutto arrivare alla bandiera a scacchi per maturare preziosa esperienza.

All’Historic Città di Modena vedremo in azione tre piloti targati Maranello Corse, a partire da quel Lorenzo Gilli reduce dal successo nelle due passate edizioni del rally geminiano. Con il pilota di Maranello, salirà sulla Ford Sierra Cosworth (4° Raggruppamento, gruppo N, 200cc) lo spezzino Simone Giorgio ed i due, ovviamente, punteranno ad un prestigioso tris d’autore. Outsider di lusso saranno l’esperto driver di Sestola Floriano Vacciago ed il navigatore di Formigine Giacomino Mucci, in gara su una Ford Escort di 3° Raggruppamento (2000cc) ed il trentino Maurizio Visintainer, il quale debutterà con la sua sulla BMW M3 2000cc di 4° Raggruppamento sugli insidiosi asfalti modenesi contando anche sull’aiuto del navigatore locale ‘Fiore’.

Il Rally Città di Modena si disputerà tra sabato e domenica prossimi: quattro le prove in programma in ciascuna giornata di gara, con le frazioni di Montegibbio e Castelvetro in programma il sabato pomeriggio da ripotersi poi in serata, con l’oscurità, mentre Barighelli e Valle verranno disputate nella giornata di domenica, prima di arrivare al traguardo di piazza Libertà, a Maranello, alle 16. Settanta i chilometri cronometrati.