giaquinto_1109

Giovanni Giaquinto alla riscoperta del ‘suo’ Modena

L’esperto pilota casertano, trapiantato a Maranello, torna a mettersi in gioco sulle strade di casa a distanza di cinque anni dall’ultima apparizione: lo farà come sempre sulla sua Mitsubishi Evo IX di classe N4, assecondato dalla fidata navigatrice di Salsomaggiore Alessandra Avanzi.

“L’entusiasmo è alle stelle: correre il rally di casa è sempre una sensazione speciale, avevo una gran voglia di riaffacciarmi su queste strade dopo diversi anni d’assenza”. A Giovanni Giaquinto l’eloquenza, si sa, non manca. E anche stavolta, il pilota nativo di Caserta ma da una vita residente a Maranello non si fa pregare per distillare sentimenti e motivazioni di una vigilia di gara speciale. Già, perché la quarta apparizione stagionale ha un sapore speciale, visto che il teatro agonistico sarà quello di casa (letteralmente, visto che il Città di Modena graviterà proprio su Maranello); a rendere particolare quest’ennesima avventura rallystica di Giovanni, il ritorno su strade battute per l’ultima volta cinque anni fa, quando la gara, per la cronaca, aveva altro nome e diversa organizzazione.

Al Città di Modena, rally Nazionale e non titolato, ‘Giak’ correrà per pura passione, con l’intento di divertirsi e, magari, condividere una gioia sportiva insieme a parenti ed amici: “Non vedo l’ora di salire sul palco partenza di questa gara – esclama –, anche perché manco da troppi anni da questo rally di casa e avevo un gran voglia di rimettermi alla prova su queste strade. Per me sarà un’autentica riscoperta, quasi un debutto, che affronto con una carica enorme, alimentata pure dalla bellezza delle prove speciali in programma. Il sabato correremo su strade veloci (e la nuova prova di Castelvetro è la mia preferita), la domenica su prove più guidate: un menu completo, come sempre reso impegnativo da strade spesso sconnesse ed impegnative. Insomma, un rally da non prendere sotto gamba e da correre usando la testa, per gestire al meglio le varie fasi di gara. A livello tecnico, con GB Motors dovremo curare con attenzione gli assetti, che cambieranno tra un giorno e l’altro. Mi piace molto anche la logistica della gara, tutto imperniata su Maranello: location perfetta, con l’ingresso del parco assistenza nei paraggi dell’ingresso della Ferrari a dare grande fascino alla manifestazione. Speriamo proprio di vivere due belle giornate di gara, concludendole con un risultato positivo”.

L’entusiasmo di Giaquinto ha contagiato anche la sua abituale navigatrice Alessandra Avanzi: “E’ un periodo speciale, perché passiamo dalla mia gara di casa, il primo rally di Salsomaggiore, nel quale Giovanni è stato prezioso apripista, alla corsa di casa del mio pilota. Riprendiamo il nostro cammino ad un paio di mesi dalla positiva partecipazione al Casentino (la foto Action Race li ritrae in azione in quest’occasione) e credo che, anche grazie al grande lavoro degli amici di GB Motors, vi siano tutti i presupposti affinché al Città di Modena possiamo proseguire in questa direzione. Non conosco bene le strade del rally modenese, ma sono felice di mettermi alla prova su prove che hanno segnato la storia di un rally di così grande tradizione qual è il Città di Modena”.

Il 39° Rally Città di Modena si disputerà dalle 16.30 di sabato 15 settembre alle 16 del giorno seguente: quattro le prove speciali da ripetere due volte, per un totale di 70 chilometri cronometrati. Partenza, arrivo, riordini e parco assistenza avranno sede a Maranello.