maselli-_0309

Movisport conquista il Rally del Ticino

Movisport ha conquistato una nuova ed esaltante vittoria, stavolta al Rally del Ticino, in Svizzera, nel fine settimana appena passato.

E’ stata quella regalata del terzo successo consecutivo in questa gara per Kevin Gilardoni, navigato da Corrado Bonato, al volante della stessa Hyundai i20 WRC con la quale si era imposto nel 2016 (nel 2017 vinse guidando una Ford Fiesta WRC).

La gara si è disputata in una giornata piovosa, con il sole che ha fatto la sua comparsa solo nell’ultimo giro di prove, disputate intorno a Lugano su strade alternanti tratti veloci ad altri più guidati, con fondo prevalentemente scivoloso.

Il giovane pilota elvetico si è imposto per soli 0.2″ su Giandomenico Basso – Moira Lucca sulla Ford Fiesta WRC, operando il sorpasso decisivo nella speciale conclusiva alle porte di Chiasso, nuova sede di partenza ed arrivo della gara valevole quale quinta prova del campionato Svizzero 2018. Un risultato quindi pregevole, appunto perché ottenuto da Gilardoni battendo un pilota blasonato come l’ex Campione d’Europa.

Grande soddisfazione anche in Austria, al Wechselland Rallye, dove Andrea Maselli, con la Abarth 124 rally GT, affiancato da Camilla Gallese, ha chiuso in una esaltante settima posizione assoluta, primo fra le vetture GT. Unico rappresentante italiano alla gara, il driver sanremese si è rivelato uno dei grandi protagonisti della gara, corsa in condizioni meteorologiche difficili e con il misto di terra ed asfalto contro avversari che conoscevano il tracciato e le sue insidie certamente più di lui. Maselli ha corso con grande impegno, sia per conseguire il risultato sportivo che con un occhio alle sensazioni date dalla vettura, per la quale ha collaborato a lungo nello sviluppo dell’elettronica.

Infine, al 36° Rally degli Abeti e dell’Abetone (Pistoia), sulla Fiat 600, Nicola Ferrarini, con Marchi alle note ha trovato soddisfazione, riscattandosi dalla delusione per il recente ritiro al “Città di Lucca” aggiudicandosi la classe N0.

Nelle foto: Maselli in azione.