magliona_2908

Magliona pronto per il round CIVM a Pedavena su Norma Zytek

Da venerdì a domenica il sardo della CST Sport e capoclassifica tricolore affronta in Veneto il nono round dell’Italiano Montagna sulla biposto del Team Faggioli con la quale “vede” il titolo di E2Sc
Dopo aver ritrovato la vetta della classifica tricolore a Gubbio, Omar Magliona affronta il nono round del Campionato Italiano Velocità Montagna dal 31 agosto al 2 settembre alla 36^ Pedavena Croce d’Aune, cronoscalata che in provincia di Belluno concluderà la prima fase del CIVM, che poi avrà in programma le tre decisive “finali”. Il campione italiano in carica dei prototipi E2Sc ritorna al volante della Norma M20 Fc Zytek gommata Pirelli e preparata dal Team Faggioli con la quale l’alfiere sardo della scuderia siciliana CST Sport è a un passo dalla riconferma tricolore e in lotta anche per il titolo assoluto, che in Veneto vivrà una nuova e insidiosa tappa. Impegnato anche nella promozione della onlus Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, il pilota sassarese è stato finora protagonista di una stagione di vertice e, oltre all’en plein di primi posti di categoria e a diversi podi, ha collezionato tre vittorie assolute tra Nevegal, Fasano e Gubbio, oltre al successo colto in gara 1 a Morano. A Pedavena, dove Omar centrò un’affermazione piena nel 2016, le operazioni di verifica sportiva e tecnica sono in programma nel pomeriggio di venerdì 31 agosto, mentre il sabato dalle 9.30 sarà giornata di prove ufficiali sullo spettacolare e tecnico tracciato che per 7785 metri si arrampica fino a Croce d’Aune. Domenica 2 settembre alle 9.00 semaforo verde di gara-1 e a seguire di gara-2; a concludere l’evento, dopo la ridiscesa delle auto, premiazioni nella rinomata Birreria Pedavena.
Magliona dichiara in vista della trasferta in terra veneta: “Questa è in assoluto una delle salite più interessanti da interpretare. Un tracciato di gara emozionante che ci ha visto primi al traguardo nel 2016 e che ora però attende un round fondamentale del CIVM 2018. Sarà un banco di prova impegnativo e allo stesso tempo anche esaltante nella battaglia per il podio. Con la squadra saremo chiamati a lavorare al meglio sulla messa a punto della Norma con la quale anche nell’ultimo appuntamento al Trofeo Luigi Fagioli mi sono trovato davvero a mio agio. Mi aspetto un fine settimana ‘tosto’ e vedremo anche come sapremo reagire nel caso le condizioni siano incerte. Le motivazioni sono comunque al massimo e siamo pronti alla sfida”.