grani_2808

Grani e Stragliotto gli alfieri di Maranello Corse al Rally del Friuli

Il 24enne di Maranello (Peugeot 208) si presenta al via della prova che apre il girone di ritorno del Campionato Italiano WRC con l’obiettivo di puntellare il primato nelle classifiche R2 ed Under 25; il più esperto pilota di Cassola (Fiat Ritmo 130) disputerà il rally storico con l’intento d’intascare punti pesanti nel Trofeo Rally di Zona.

Nel profondo Nordest per gioire. La Scuderia Maranello Corse riprende il proprio cammino agonistico dopo la tradizionale pausa estiva e lo fa subito con un appuntamento tra i più significativi della stagione: il rally del Friuli, valido come quarta prova dell’Italiano WRC per quanto riguarda il rally moderno, e per l’Europeo, il Tricolore ed il trofeo di zona per quanto concerne la corsa riservata alle auto storiche, metterà a dura prova i due equipaggi che difenderanno i colori della scuderia modenese.

Tra i più attesi al via del Friuli ‘moderno’ c’è sicuramente Lorenzo Grani: il forte pilota di Maranello, al solito in azione su Peugeot 208, si presenta al via del terzultimo round dell’Italiano WRC da leader della Coppa Acisport R2 e di quella Under 25, oltre che delle analoghe classifiche della Michelin Rally Cup. Autore sinora di una stagione maiuscola, Grani punta a raccogliere altri punti ed a muovere la classifica nel difficile rally friulano, fermo restando che il figlio d’arte ha tutte le carte in regola per raggiungere la bandiera scacchi di Udine con un piazzamento tra i migliori tre di classe; di certo, un risultato del genere darebbe un corposo impulso alle velleità del talento emiliano, per l’occasione affiancato dal valente coequipier di Cividale Denis Piceno.

Il Friuli Historic annovera tra i suoi protagonisti anche il pilota di Cassola Marco Stragliotto, che torna in gara ancora una volta con il conterraneo Nicolò Marin. Anche per l’equipaggio bassanese si tratta di un appuntamento delicato: terzo dei quattro rally sui quali si articola il Trofeo Rally di Zona del Nordest (Zona 2), nonché prova dal coefficiente maggiorato, al Friuli Stragliotto e Marin hanno così l’imperativo di arpionare un piazzamento che consenta loro di restare in corsa per il successo nella classe 4 J1 A 2000 del TRZ (la classifica, molto corta, vede il vicentino al secondo posto con 10 punti, due in meno del battistrada). Stragliotto arriva ad Udine con la sua Fiat Ritmo 130 Abarth tirata a lucido (il pilota ne cura anche la gestione tecnica in prima persona), pronto a sfidare i rivali di classe.

Il Friuli moderno prenderà il via venerdì 31 agosto alle 16.25 per concludersi il giorno dopo, alle 19.30, ad Udine, dopo 401 chilometri di gara e 118 cronometrati, suddivisi in otto round cronometrati. Il rally storico, per quanto riguarda il TRZ, si disputerà nella sola giornata di sabato (via alle 9.16, arrivo alle 18.46) e prevede un percorso di 199 chilometri, con 6 prove speciali per 80 chilometri.

Grani-Lombardi Marca 2018 – foto Erik Corsini.