duevalli_0208

11 PROVE SPECIALI AL 36° RALLY DUE VALLI

Partenza e arrivo a Verona con la conferma di Piazza Bra grazie alla collaborazione dell’amministrazione Comunale. Non mancherà la sfida nella prova spettacolo al Parcheggio C dello Stadio Bentegodi che chiuderà la giornata di venerdì 12 ottobre.
Presentato martedì 31 luglio il Rally Due Valli edizione 2018. La 36^ edizione sarà ancora una volta valida per il Campionato Italiano Rally, in una stagione particolarmente emozionante ed incerta, ma ospiterà anche una tappa del Campionato Regionale Rally 2018.

Le nuove normative ACI Sport del Campionato Italiano Rally, hanno obbligato il team tecnico a ridisegnare i contorni del 36° Rally Due Valli CIR, che si disputerà nelle giornate di venerdì 12 e sabato 13 ottobre. Prima novità la partenza nel primo pomeriggio di venerdì 12 ottobre, che avverrà direttamente dal Parco Assistenza di Veronafiere, il cui PalaExpo è stato confermato come location della Direzione Gara e della Sala Stampa. I concorrenti saliranno subito in Lessinia, per disputare due passaggi sulla lunga ed insidiosa “Erbezzo” che con i suoi 23.67km sarà la prova più lunga della gara, intervallati da un riordino e da una tyre fitting zone.

Al rientro a Verona i concorrenti torneranno anche quest’anno a sfidarsi nella Rally Due Valli Arena, la prova spettacolo ricavata all’interno del Parcheggio C dello Stadio “Bentegodi”. La sfida uno contro uno sarà seguita in diretta streaming dal sito ufficiale del campionato www.acisport.it/CIR e sulla pagina Facebook @CIRally, mentre non è escluso l’interesse che anche le televisioni, locali e nazionali, possano essere interessate alla messa in onda della speciale.

Dopo questo primo antipasto, la gara entrerà ancora più nel vivo sabato 13 ottobre, con ben otto prove speciali. Aprirà “Roncà” (10.98km) unica prova a sconfinare nella provincia di Vicenza nella stessa conformazione 2017, per poi proseguire con la storica e leggendaria “Ca’ del Diaolo” (21,33km) nella sua versione più lunga e con l’imperdibile passaggio in Loc. Collina, il Turini veronese. A chiudere il giro confermata anche l’apprezzata “Santissima Trinità” (10.71km) resa celebre dal jump di fine prova, e la “Tregnago” (12.02km) rivisitata e allungata che sfiorerà la “Ca’ del Diaolo” in Loc. Collina, dove gli spettatori potranno assistere a ben quattro passaggi senza spostarsi, e avrà partenza e arrivo in Loc. Croce del Vento, con uno sviluppo ad anello. Dopo il riordino e l’assistenza a Verona, i concorrenti torneranno nuovamente sulle quattro speciali per il secondo giro e festeggeranno a Verona nella prima serata il vincitore dell’edizione 2018 intorno alle ore 19:00.

«Il lavoro tecnico e logistico di quest’anno non è stato facile» ha specificato il Presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso a margine della presentazione. «La nostra volontà era di confermare tutte le validità della gara, e il Comitato Organizzatore ha fatto davvero un lavoro straordinario disegnando una gara con precisione millimetrica per consentire quello che sarà sicuramente un grande spettacolo. Il Campionato Italiano Rally affronterà un percorso tecnico, insidioso e mai banale, la prima giornata con la lunga “Erbezzo” è molto di più di un prologo, e la lunga giornata di sabato sarà in grado di regalare grandi sorprese. Vi aspettiamo tutti a Verona il 12 e 13 ottobre per un’altra grande pagina di sport dell’automobile».