pigoli_3107

MAX PIGOLI E LUCA RANGONI MATTATORI NEL TROFEO SUPER CUP A IMOLA

Il week-end dei record per il Trofeo Super Cup non ha mancato di regalare spettacolo e grandi emozioni a Imola. La quarta tappa stagionale del campionato promosso da Giordano Giovannini ha infatti visto in pista quasi ottanta vetture nelle due Divisioni, con un’accesa bagarre andata in scena sull’Autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’ nel prestigioso contesto agonistico dell’ACI Racing Weekend. A recitare il ruolo di assoluti protagonisti sono stati Max Pigoli, vincitore nelle due manche riservate ai potenti bolidi della Prima Divisione, ed il “deb” di lusso Luca Rangoni, al top per quanto riguarda le classi di piccola e media cilindrata.

Ma le quattro gare disputatesi lungo i 4909 metri del “piccolo Nurburgring” hanno visto una spettacolare lotta in pista anche per quanto riguarda i successi delle singole classi, con i vari piloti che non si sono di certo risparmiati nonostante il caldo torrido che ha caratterizzato l’intero fine settimana. Un bilancio dunque ampiamente positivo per il progetto firmato da A.S.D. Italia Corse, che conferma ancora una volta la propria escalation affermandosi quale realtà di primissimo piano nel panorama delle competizioni riservate alle vetture Turismo e GT.

PRIMA DIVISIONE. Max Pigoli prosegue il proprio impressionante ruolino di marcia stagionale, conquistando un’altra doppietta che porta a sette i successi colti nelle manche sin qui disputate. L’esperto driver lombardo, dopo aver conquistato autorevolmente la pole position con il crono di 1:48.471 alla media di 162.9 km/h, ha infatti preceduto in gara-1 la Porsche 991 di Lucio Gioffrè (CLG Bloise Motorsport) e la 997 GT3 Cup di ‘Togo’, aggiudicandosi così il successo anche nella graduatoria riservata alla Supercars Series. Pigoli ha poi bissato il trionfo anche nella seconda prova, riuscendo a precedere in volata l’ucraino Andrii Iefimenko per soli 147 millesimi, con ‘Togo’ nuovamente sul terzo gradino del podio nell’assoluta. Da segnalare il brutto incidente occorso a Gioffrè, con il pilota calabrese fortunatamente uscito pressoché incolume dopo un violento botto alle Acque Minerali, avvenuto durante le delicate fasi di doppiaggio ai danni di un’altra vettura. Per quanto riguarda le singole classi, Roberto Del Castello si è imposto nella Turismo V8 davanti alla figlia Luli in gara-1 e alla Jaguar S-Type di Marco Maranelli nella seconda prova, mentre la GT1 ha visto svettare Mario Cagliani e Massimo Regni, con il giovane Alessandro Nervi (Autorlando Sport) in entrambe le occasioni al secondo posto. Nella Turismo 1 il sammarinese Stefano Valli ha portato in trionfo la propria Bmw M3 in gara-1 davanti alla Mini Clubman di Michele Faccin, mentre nella seconda manche ad imporsi è stato il pilota diversamente abile Giulio Valentini al volante della Seat Leon DSG, il quale ha preceduto Valmiro Presenzini e Stefano Quercioli. Nella E1 2.0 a spartirsi il gradino più alto del podio sono stati Franco Destro e lo svizzero Michel Cettou, mentre Pierluigi Nebuloni si è imposto nella graduatoria riservata alla Cayman Cup. Ritorno al top per Mamo Vuolo e la sua Bmw M3 3.2 nella Turismo 2, il quale ha avuto la meglio nei confronti del duo Orlandini-Mosca e di Leopardi-Iannotta, con Edoardo Ercolani e Francesco Ragozzino (Scuderia Costa Ovest) che invece hanno conquistato il successo tra le Mitjet.

SECONDA DIVISIONE. Esordio in grande stile nel Trofeo Super Cup per Luca Rangoni, il quale si è imposto autorevolmente in entrambe le manche al volante della Renault Clio del team Essecorse precedendo il compagno di team Matteo Poloni, mentre Ercole Cipolla e Daniele Pasquali si sono divisi il terzo gradino del podio. La Clio RS Cup ha invece visto primeggiare Andrea Ricca (Faro Racing), abile a precedere Andrea Dalla Bona nella prima gara e Matteo Belletti nella seconda. Per quanto riguarda la Turismo 3, Fausto Flavi ha svolto il ruolo da assoluto protagonista al volante della Mini Cooper S, mentre nella combattutissima Turismo 4 Michele Febbraro (Honda Civic 2.0) ha dominato entrambe le manche precedendo dapprima il duo Tibiletti-Sturla ed in seguito il rookie Giuseppe Iuorio. La classe Turismo 5 ha invece visto il successo della Citroen Saxo di Ivan e Pietro Fabris, registrando al contempo lo spavento per lo spettacolare (ma per fortuna senza conseguenze fisiche) cappottamento di Andrea Bonifazi in gara-2 alla Rivazza. Emozioni a go-go anche nella Turismo 6, con il campione in carica Fausto Amendolagine (Peugeot 106 1.3) che ha preceduto sul podio Tonino Scocco e Alessandro Malavolta, mentre nella 1.6 Rs Plus Eliseo Cruciani si è dovuto inchinare al duo ucraino formato da Paulo Kopylets e Anton Polianychko.

Giordano Giovannini (promoter Trofeo Super Cup): “E’ stato davvero un week-end ricco caldissimo…e non soltanto in senso prettamente atmosferico! Le competizioni sono state accesissime ed il nuovo record assoluto di iscritti registrato in questa circostanza ci riempie di orgoglio e ci ripaga degli sforzi profusi nel nostro percorso. Vedere le macchine del nostro campionato affollare il paddock di un circuito come Imola è una sensazione incredibile, e desidero ringraziare nuovamente l’Autodromo e ACI Sport per averci concesso di frazionare i concorrenti in due divisioni al fine di poter accogliere tutte le domande d’iscrizione. Adesso naturalmente non ci fermiamo qui, anche perchè subito dopo la pausa estiva ci attendono due appuntamenti prestigiosi come Vallelunga e Monza, mentre stiamo lavorando anche ad una…sorpresa per il finale di campionato!”

La stagione del Trofeo Super Cup proseguirà il 7-8-9 Settembre sul circuito ‘Piero Taruffi’ di Vallelunga, per un nuovo appuntamento nel ricco e prestigioso contesto agonistico dell’ACI Racing Weekend. Highlights e interviste del round di Imola saranno disponibili a breve sul canale YouTube del campionato, mentre per consultare le classifiche ed ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.trofeosupercup.it.