glauco_2606

Lamborghini Super Trofeo: a Misano primo centro in classe AM per il team Antonelli Motorsport con Solieri

Il team Antonelli Motorsport ha concluso il weekend di Misano, terzo degli appuntamenti del Lamborghini Super Trofeo Europa, con tante importanti conferme, la doppia leadership delle classi PRO e PRO-AM e una novità assoluta.
Quest’ultima ha riguardato la prima vittoria messa a segno nella classe AM da Glauco Solieri. L’esperto pilota emiliano, alla sua prima stagione nella serie continentale, si è imposto in Gara 2, quella che si è disputata domenica, dopo avere avere ottenuto il terzo miglior tempo nella seconda sessione di qualifica (a 412 millesimi dalla pole). Avviatosi poi dalla prima fila, Solieri è subentrato al comando dopo pochi giri e ci è rimasto anche dopo i pit stop. Costretto a cedere la posizione di testa a Manuel Lauck quando mancavano meno di dieci minuti dallo scadere del tempo, il pilota del team Antonelli Motorsport ha in seguito potuto beneficiare della penalizzazione del tedesco, che aveva commesso un’irregolarità nel corso delle soste, andando così a festeggiare questa sua prima affermazione che ha fatto coppia col quarto posto ottenuto sabato in Gara 1, svoltasi in notturna.
Una prima gara sfortunata invece per i suoi compagni di squadra Daniel Zampieri e Giacomo Altoè, con il primo autore del secondo tempo nella Q1 ma subito penalizzato da un detrito che ha determinato la foratura di un pneumatico. Decisamente meglio sono andate le cose in Gara 2, che ha visto Altoè avviarsi quinto (dopo avere ottenuto il secondo responso della sua classe) ed iniziare poi una rimonta conclusa da Zampieri con un secondo posto. Terzo podio per il binomio tricolore su quattro gare, il quinto per Altoè che ha anche ottenuto fino ad ora due successi (l’ultimo un mese fa a Silverstone proprio assieme a Zampieri) e il quale rimane leader nella classifica della PRO.
Discorso simile per Loris Spinelli e Juan Perez, che hanno potuto confermarsi al comando nella PRO-AM. Per loro a Misano è infatti arrivato il quarto successo di fila. Una vittoria messa a segno in Gara 1 dopo che l’italiano si era messo in luce nel primo turno di qualifiche facendo segnare il miglior tempo della propria classe ed il terzo in generale. Ottima anche la prova del colombiano, che ereditando il volante dal suo compagno di squadra è stato abile a concludere inoltre secondo assoluto. Diverse sono andate tuttavia le cose in Gara 2, con Perez protagonista di un contatto nelle prime fasi e costretto al ritiro dopo soli tre giri.
Sempre nella classe PRO a fare bene sono stati anche Kikko Galbiati e Joffrey De Narda, tornati sul podio in virtù del terzo piazzamento assoluto e del secondo di classe messi a segno in Gara 1. Un risultato che ha consentito al giovane pilota italiano e al transalpino di guadagnare altri punti importanti nell’ottica del campionato.
Podio anche per Davide Roda e Milos Pavlovic (quest’ultimo autore di un miglior quarto tempo di classe nel secondo turno di qualifica), che dopo la difficile trasferta inglese hanno ottenuto in Gara 2 l’ottavo piazzamento assoluto ed il terzo della PRO-AM. E adesso si guarda al prossimo round di Spa, in programma alla fine di luglio nello stesso weekend della 24 Ore.