marco_0805

La scuderia Abs Sport non si concede soste.

Dopo gli impegni dello scorso week end tra rally e pista di nuovo in gara nel fine settimana, con anche una nutrita partecipazione alla manifestazione benefica di Cisano Bergamasco

Un piazzamento e un podio per la Scuderia Abs Sport lo scorso week end tra rally e pista. Marco Paccagnella e il presidente Beniamino Bianco sono tornati a fare coppia in occasione della 39^ edizione del Rally Appennino Reggiano, quest’anno valido per la Coppa Italia. Per l’equipaggio lecchese si è trattato di un rally tutto da scoprire non solo per quanto riguarda il percorso, ma anche per le nuove soluzioni di assetto della Ford Fiesta in versione R5 preparata dal team BDL. Gara dunque di verifica per Paccagnella e Bianco e alla fine il sesto posto assoluto è da considerare positivo, mettendo in conto anche una vicissitudine successa nel corso del rally.

“Diciamo che fa parte del gioco quello che ci è capitato – dice Marco -. Nel corso della terza speciale abbiamo affrontato una sinistra veloce forse troppo velocemente, purtroppo la vettura è andata oltre la careggiata mettendosi di traverso e alla fine abbiamo urtato un albero. Per fortuna ci siamo rimessi in careggiata ed abbiamo continuato la nostra gara, diciamo con più prudenza. Il piazzamento finale lo prendiamo come un incoraggiamento per il futuro. Abbiamo provato nuove soluzioni di assetto che ci hanno permesso di avere le risposte che volevamo dalla Fiesta. Ora pensiamo al Rally di Lecco di fine mese, la gara su cui puntiamo”.

Peggio è andata a Riccardo Riva e Davide Bozzo nel Benacus Rally. L’equipaggio dell’Abs Sport stava costantemente viaggiando al terzo nella classe R2B quando nel corso della quinta prova su un tornante in frenata è andato oltre la carrreggiata con la Peugeot 208 preparata dall’Autotecnica 2, rimanendo impantanato nel fango. Solo grazie alla presenza della “compagnia della spinta” i due lecchesi sono riusciti a rimettersi in strada e a proseguire fino all’arrivo di Bardolino, ultimi ma al traguardo.
Sulla pista di Misano Adriatico è invece andata in scena la seconda prova del campionato italiano Autostoriche, con il brianzolo Loris Papa che non si è lasciato sfuggire il successo, imponendosi nella classe H1TC alla guida della Fiat 128 di 1100 cc. Una vittoria che lancia di nuovo Papa nella corsa al titolo tricolore di categoria.

Ma già incombono altre gare. Il valssassinese Giancarlo Maroni il prossimo week end sarà al via della prima edizione della salita toscana di Scarperia, gara valida per il campionato di specialità Autostoriche, alla quale saranno ammesse anche le vetture moderne. Si partirà dal circuito del Mugello per raggiungere la località montana di Giogo. Per Maroni junior la garà servirà soprattuttto per testare il suo nuovo Proto-Suzuki appena ultimato su telaio Osella, che utilizzerà nelle prossime gare riservate ai Formula Challenge. In concomitanza a Varallo Sesia si disputerà l’11^ edizione del Rally di Varallo, con la presenza dei lariani Valerio Rossini e Matteo Cairoli, iscritti con la Peugeot 205 Gti in versione Prod E6. La scuderia oggionese sarà inoltre presente domenica 13 maggio anche a Cisano Bergamasco alla giornata motoristica “Autoaltalenando”, evento benifico con gli appassionati che avranno la possibilità di effettuare un giro promozionale su vetture da gara a fianco dei piloti della Abs Sport.