rossetti2409

A ROSSETTI IL COPPA VALTELLINA E L’IRC

Luca Rossetti e Mirko Franzi vincono il 61° Rally Coppa Valtellina bissando il successo dello scorso anno sulla Skoda Fabia R5 della DP Autosport. Con questa vittoria il pilota tiranese fa quattro su quattro aggiudicandosi anche l’IRC Cup Pirelli. Secondi Re e Ciucci e autori dello scratch sulla Power Stage finale mentre terzi Pedersoli-Tomasi rallentati da… uno striscione.

Luca Rossetti e Mirko Franzi sono per la terza volta, seconda consecutiva, l’equipaggio vincitore del Rally Coppa Valtellina, andato in scena ieri, venerdì 22 ed oggi, sabato 23 settembre 2017; l’equipaggio di casa si è imposto su Skoda Fabia R5 della DP Autosport.

Con l’affermazione sulle strade di casa, Rossetti ha conquistato l’International Rally Cup che, partito da Cassino (FR) in primavera, si è sviluppato sugli asfalti attorno a Bedonia (PR) prima e a Bibbiena (AR) poi per concludersi a Sondrio. La serie ha sempre visto vincitore il pilota della PromoSport Racing che nonostante tre successi nelle prime tre gare, aveva bisogno ancora della sicurezza matematica dato che il Coppa aveva un coefficiente di 1,5. Una vittoria più che mai sudata quella del Rox che all’arrivo ha commentato con gioia: “l’IRC è una serie davvero bella e tosta e sfido chiunque a venire a correrla. Un palcoscenico ricco di pretendenti che di anno in anno si rinnova: onore a tutti gli avversari; chi lo sa, magari potrei esserci anche l’anno prossimo!”

Rossetti è stato il massimo protagonista nella giornata di oggi grazie ad un tris di successi nella prima parte che ha un po’ tagliato le gare agli avversari che però hanno tenuto alto il ritmo.

In seconda posizione si sono classificati Alessandro Re e Giacomo Ciucci (Ford Fiesta Wrc HK Racing) che hanno battagliato con Pedersoli durante tutto il weekend sferrando la zampata principale proprio nella lunga Giulio Oberti, tratto finale valevole anche come Power Stage. Proprio grazie a questo ottimo colpo di reni, Re ha potuto confermare la seconda posizione che ad una prova dalla fine era legata a soli 3”3 di vantaggio su Pedersoli.

Proprio Luca Pedersoli ed Anna Tomasi hanno completato il podio sulla loro Citroen C4 Wrc (D Max) con uno scratch nella giornata di ieri e un ottimo ritmo gara oggi ma …“uno striscione dei nostri tifosi ci si è fermato sul parabrezza togliendoci la visuale e non permettendo al motore di prendere aria. Ci siamo dovuti fermare per rimuoverlo perdendo così parecchi secondi – ha spiegato il “Pede”. Alla conclusione il driver bresciano e la naviga veneta hanno chiuso con 56”1 di distacco da Rossetti.

Il rally ha vissuto di molti colpi di scena. Innanzitutto l’ascesa ed il ritiro di Andrea Perego (Ford Fiesta Wrc), bravo ieri, insieme a Romano Belfiore nel portarsi al comando della gara ma altrettanto rapido nel chiamarsi fuori a seguito di un dritto che lo ha messo KO nella Ps5, la prima di stamattina. Sorte più o meno analoga per Crugnola-Ferrara (Ford Fiesta R5 HK) che partiti subito forte e autori di un successo parziale sulla prova d’apertura, hanno dovuto ritirarsi per un dritto che ha danneggiato il radiatore. Terzo ritirato eccellente è stato il piemontese Pinzano (con Zegna su Skoda R5) che era in lotta con Scattolon per la seconda piazza di classe ma che ha avuto un incidente proprio nei pressi della fotocellula di fine Ps10 Trivigno. Ne ha approfittato alla grande il pavese Giacomo Scattolon con Paolo Zanini che con identica vettura si è fiondato su un meritatissimo quarto posto assoluto coinciso con “l’argento” di classe precedendo il duo sondriese Marco Gianesini e Sabrina Fay: alla seconda volta su Skoda R5 i due hanno pagato a caro prezzo un azzardo di gomme troppo tenere perdendo il contatto dalla lotta per la seconda piazza di R5.

Dopo un buon Varisto, sesto su Fiesta R5 insieme a Miotti, settimo si è posizionato Luca Balbo con Lorena Boero che con un rush finale, su Peugeot 207 di Balbosca, ha vinto classe e titolo di S2000 nell’IRC approfittando anche dell’autoesclusione del rivale Zanon, out sull’ultima prova: i due erano in lotta sul filo dei decimi. Gli stessi decimi che separavano, ad una speciale dalla fine, Michele Rovatti e Marco Asnaghi: a prevalere è stato il driver toscano della SMD con la Catone alle note che ha anche vinto il Trofeo Clio R3 grazie ad un crescendo rossiniano di grande spessore. Si consola il comasco Asnaghi, secondo di classe a di stagione IRC: per lui e Maurizio Castelli il miglior parziale sulla Ps Mello ha permesso di vincere il Trofeo Costiera di Cech che consiste in un weekend enogastronomico per la “Mello in Cantina” dell’8 e 9 ottobre prossimi.

Chiude la top ten il veterano di casa Stefano Moretti con Daniele Fomiatti, su Fiesta R5.

Anche la lunga “Giulio Oberti” ha avuto equipaggi che hanno proceduto in trasferimento a seguito dell’incidente della numero 19.

International Rally Cup: Ecco i punteggi finali dei primi 5 piloti: Rossetti pt.186; A. Re pt.146; Pedersoli pt.133,5; Crugnola pt.85; Rovatti pt.81.

Trofei monomarca- Peugeot 208 Rally- Con la vittoria finale di classe Razzini-Marcomini si aggiudicano il monomarca di casa Peugeot; secondi Ciuffi-Gonella e terzi Cogni-Pollicino. Il Clio R3C è vinto da Rovatti davanti ad Asnaghi e Tosi. Il Twingo R1 è stato di Caserza mentre l’R2 di Comendulli.

Palmares- Luca Rossetti, classe 1976, vince il suo terzo Coppa Valtellina (dopo quelli del 2009 e 2016) raggiungendo nella speciale graduatoria Gianesini. Franzi invece è al quarto successo in quanto già primo con Bardea nel 2005. Rossetti aggiunge così il titolo di IRC al Campionato Italiano Rally 2008, ai tre titoli Europei e al Campionato Nazionale Turco nonché al Trofeo Renault e a numerose altre affermazioni di carattere internazionale.

Trofei- Il 2° Memorial Marina Bombardieri è andato a Paola Scieghi e Giulia Belfiore, prime classificate del Femminile nella gara nazionale. Il Memorial Donati è stato assegnato a Daldini-Rocca, primi di Under 25 (gara IRC); il Memorial Fabrizio Dordi se lo sono aggiudicati Rossetti e Franzi in quanto primi valtellinesi al traguardo nella gara “lunga” mentre l’Orazio Tridella è stato ad appannaggio di Colombera-Moroni, primi locali nella gara corta.

Vittorie di classe.

N2: Trinca Colonel-Dormia (Peugeot 106)

N3: Cambiaghi-Ceré

A6: Longo-Bazzanella (Peugeot 106)

K10: Ancillotti-Ancillotti (Citroen C2)

S2000: Balbo-Boero (Peugeot 207)

Wrc: Re-Ciucci (Ford Fiesta)

R1A: Caserza-Badinelli (Renault Twingo)

R1B: Viotto-Colombaro (Renault Twingo)

R2B: Razzini-Marcomini (Peugeot 208)

R3C: Rovatti-Catone (Renault New Clio)

R3T: Daldini-Rocca (Renault Clio)

R4: Pini-Pellegrini (Mitsubishi Lancer Evo IX)

R5: Rossetti-Franzi (Skoda Fabia)

Nazionale- Il Coppa Valtellina ascolta la “Marsigliese”! Vittoria finale per Paul Alerini e Jonathan Boueri alfieri del team Erreffe su Ford Fiesta R5. Dopo l’uscita di strada dell’arrembante di Bondioni-Ungaro (Skoda R5), il pilota còrso ed il naviga monegasco hanno impresso un ritmo non raggiungibile per gli altri che hanno comunque trovato soddisfazione nel celebrare sul traguardo dell’arrivo, le loro ottime prestazioni odierne. Secondi assoluti si sono classificati Matteo Colombera e Maurizio Moroni (Skoda R5 TreAntenne) che si sono messi in luca con buone performances staccando il comasco Ivan Tenca navigato dalla ticinese Moira Lucca (Citroen Ds3 DMax). Ghelfi-Marchioni, quarti e primi di S200o sono in festa per aver portato in gara i loghi della Costeira dei Cech e del Consorzio Porte di Valtellina mentre quinti sono i locai Rainoldi-Curti, bravi debuttanti con la Ford Fiesta R5.

www.rallycoppavaltellina.com