gdacommunication_1708

A SCORZÈ DALL’Ò È ALLA CACCIA DEL BIS

Il pilota di Limana, in gara per i colori di GDA Communication, punta a bissare il successo tra le piccole del produzione colto, sulle speciali veneziane, nel 2016.

Un mese di Agosto molto torrido per Stefano Dall’Ò, non solo per via delle alte temperature di questi giorni: archiviato il quarto posto tra le 1600 di gruppo N, lo scorso weekend sulle strade di casa della Cronoscalata Alpe del Nevegal, per il portacolori di GDA Communication è già il momento di tornare a masticare rally.

Sabato 19 e Domenica 20 Agosto andrà il scena il quattordicesimo Rally Città di Scorzè, l’appuntamento di mezza estate diventato ormai irrinunciabile per molti piloti, che da tutt’Italia si ritrovano sulle roventi pianure veneziane, per dare vita ad un vero e proprio evento, che coinvolge tutto il territorio a 360°.

Per il driver di Limana, che ritroverà al proprio fianco il fido Matteo Magrin alle note, e per la Peugeot 106 di gruppo N, curata personalmente, Scorzè riporta alla mente gioie e dolori del recente passato: nella precedente edizione infatti un fuori programma, durante la sessione di shakedown, non aveva impedito all’alfiere di GDA Communcation di centrare il successo in classe N2, prendendo il comando dalla terza speciale sino alla pedana di arrivo, contornato dal gradino più basso del podio in produzione e dal quindicesimo posto nella classifica assoluta.

“Sapevamo che i tempi erano stretti ma la presenza al Nevegal era proprio in vista di Scorzè” – racconta Dall’Ò – “e devo dire che il risultato ottenuto alla salita di casa ci fa ben sperare per un positivo weekend, finalmente rallystico. È da un anno esatto che non affronto un rally e l’ultima gara fu proprio, lo scorso anno, su queste strade. Nonostante una toccatina nello shakedown poi in gara ci siamo comportati molto bene e, dopo la terza prova, abbiamo preso il comando in N2 e lo abbiamo mantenuto sino alla fine. Ammetto che avevamo sottovalutato questa gara, al nostro esordio, perchè, solo apparentemente, sembrava più facile rispetto al correre in montagna. È un percorso altamente selettivo ed ogni minimo errore può compromettere l’intera trasferta, forse per questo viene disertata da molti piloti. Che dire poi dell’organizzazione? Questo non è solo un rally. È un vero e proprio evento con il centro di Scorzè che si veste a festa per due giorni nei quali si torna a respirare la sana aria della passione motorisitca.”

Come da tradizione i vulcanici organizzatori di Scorzè hanno previsto due giornate di gara con la prima frazione, Sabato 19 Agosto, che conterà un totale di quattro prove speciali, due da ripetere: “Fassinaro” di 6,70 chilometri e “Noale” di 3,10.

Si ripartirà il giorno seguente con altri tre impegni cronometrati: “Trebaseleghe” di 5,12 e “Resana” di 4,00 con tre tornate previste mentre la “Zero Branco”, di 6,93, sarà percorsa per due volte.

Per Dall’Ò, Magrin e GDA Communication l’intento di puntare al bis è scontato, seppur velato.

“Non siamo mai stati tipi da proclami” – sottolinea Dall’Ò – “perchè vogliamo che sia soltanto il cronometro a giudicarci ma, visto il risultato della passata edizione, è abbastanza scontato che faremo tutto quanto il possibile per cercare di vincere ancora. Non sarà facile ma ci proveremo.”