lvisintin_2012

VISINTIN TRACCIA IL BILANCIO IN VISTA DEL 2017

Il pilota di Bassano del Grappa ripercorre la stagione appena conclusa in attesa di una nuova ed entusiasmante avventura dal sapore continentale.

La stagione agonistica targata 2016 di Luciano Visintin vede il sipario calarsi definitivamente e quale più valida occasione per stilare un bilancio dell’ex rallysta vicentino, al suo esordio assoluto nell’emergente mondo del rallycross.

In vista di un 2017 che vedrà impegnato il pilota di Bassano del Grappa su duplice fronte, dividendosi tra il FIA World European Rallycross Championship ed il Campionato Italiano Rallycross, ripercorriamo i primi passi mossi dal portacolori del Rally Team in questa specialità che, negli ultimi anni, sta riscuotendo sempre più successo a livello globale.

Con l’obiettivo primario di rilanciarsi con un programma di livello internazionale Visintin, a metà Settembre, è sceso in campo al World RX of Barcelona alla guida di una Renault Clio, di classe Super 1600, messa a disposizione dal team Tedak, punto di riferimento a livello nazionale nell’ambito del rallycross.

Dopo aver rotto il ghiaccio nel migliore dei modi, riuscendo a destreggiarsi nelle varie heat di qualificazione catalane e prendendo il comando delle operazioni in una manche, il driver bassanese ha deciso di continuare il proprio apprendistato salendo a bordo del Kamikaz 2, griffato Planet Kartcross Italia, al via dell’ultimo round del Campionato Italiano Rallycross, in quel di Maggiora ai primi di Ottobre.

In un weekend pesantemente condizionato dal meteo sfavorevole, in particolar modo per chi si avvicina ad un nuovo mezzo, Visintin è riuscito sorprendentemente a raggiungere la semifinale per poi arrendersi, mentre era al secondo posto, causa un problema tecnico agli occhiali.

Con tanta voglia di imparare e con l’intento di prepararsi al meglio per un 2017 ai massimi livelli l’alfiere del Rally Team si è presentato ai nastri di partenza del MotorXmas, evento tenutosi tra il 25 ed il 27 Novembre presso il quartiere fieristico di Gorizia, sempre a bordo del Kamikaz 2.

Dopo aver lottato a lungo con vetture più performanti, condotte da piloti più quotati al successo finale, Visintin si è arreso, soltanto in semifinale, complice anche un piccolo fuori programma.

“È stata una stagione innovativa per me” – racconta Visintin – “perchè abbiamo deciso assieme al patron di Rally Team, Pierdomenico Fiorese che ringrazio di cuore, di dare una netta svolta al nostro percorso rilanciandoci in un mondo tutto nuovo come il rallycross. Grazie ad Andrea Carretti ed allo staff del team Tedak, a Planet Kartcross Italia e a tutti i partners promozionali che hanno creduto in questo ambizioso progetto sin da subito.”

Un’occasione, quella del bilancio per l’annata appena conclusa, per aprire una finestra anche sulla stagione 2017, oramai alle porte.

“In attesa di definire la presenza nell’europeo” – sottolinea Visintin – “possiamo ufficializzare la nostra partecipazione al Campionato Italiano Rallycross, ad almeno quattro eventi, ed a un open day sul circuito di Maggiora con il kartcross, avendo chiuso le trattative la scorsa settimana. Siamo entusiasti di questa nuova avventura e non vediamo l’ora di iniziare.”