LUCA FERRI

ADESIONI RECORD ALL’8^ RONDE DI SPERLONGA: 120 ISCRITTI

In programma per questo fine settimana, sarà una vera e propria festa di fine anno del rallismo nazionale,avendo raggiunto il tetto massimo previsto di adesioni e siglato il record di iscrizioni della propria storia, oltre a quello dell’anno nel centro-sud Italia.

“Nomi” di spicco del panorama nazionale, a partire dal Campione Italiano Junior Giuseppe Testa, e vetture di alto livello, promettono una gara di alto contenuto tecnico/sportivo e di spettacolo.

Grande interesse ed attesa per le quattro webcam puntate sul percorso, per poter seguire i duelli in streaming TV via web.

Ed è record. Record di iscritti all’8^ edizione del Rally Ronde di Sperlonga, in programma questo fine settimana sul litorale pontino. C’è, soddisfazione, fermento, c’è molta gioia, al quartier generale di Sperlonga Racing, l’organizzatore, che grazie ai ben 120 iscritti registrati ha visti gratificati i propri sforzi economici ed umani da un’ampia risposta da parte dei concorrenti, record assoluto della storia dell’evento e record anche per il 2016 per il centro sud Italia, andando quindi a proporre a tutto tondo una grande festa dello sport, come inteso sino dalla prima edizione.

Centoventi vetture era il tetto massimo stabilito dall’organizzazione per accogliere le adesioni, al fine di concertare al meglio un evento che non disattenda le aspettative di tutti. Sicuramente si sarebbe avuto un elenco ancora più ampio, ma la scelta operata appaga oltremodo in pieno ed è sinonimo di un forte e rinnovato apprezzamento generale verso il rally.

Anche importante occasione di sviluppo per tutto il territorio pontino, il Rally a Sperlonga, è uno degli esempi più concreti in ambito nazionale di come gli eventi sportivi siano un ottimo volano di promozione in chiave turistica con ricadute positive sia per l’immagine della città che per gli operatori dell’accoglienza e della ricettività.

Sport, quindi, con le sfide sulla “piesse” della Magliana, turismo in un periodo destagionalizzato, cultura e comunicazione dei luoghi, ecco i valori aggiunti del Rally a Sperlonga, che quest’anno più che mai la gara promette ampi contenuti tecnico/sportivi e di spettacolarità. Lo dicono i numeri, lo vanno a confermare anche i “nomi” e le vetture che saranno ai nastri di partenza.

Quattro vetture World Rally Car, ben undici di categoria R5, la nuova frontiera, otto di classe R3, sei Super 1600 e tre Super 2000 sono la conferma più immediata di un successo pieno. Come di successo si parla con i “nomi”, che fanno pensare ad un confronto sul campo assai spettacolare e tirato.

I MOTIVI SPORTIVI

Riflettori puntati sul neo Campione Italiano Junior, il molisano Giuseppe Testa, al via con la Peugeot 208 T16 R5. IL giovane figlio d’arte, che lo scorso anno si esaltò sulla “Magliana” alla guida di una Opel Adam, quest’anno tenta i vertici della classifica assoluta con una vettura di alto livello. Ed ai vertici ci pensano anche il napoletano Fabio Gianfico, grande estimatore della gara, stavolta ben “armato” con una Skoda Fabia WRC, inseguendo quel successo che gli sfuggì per poco nel 2012 (quando arrivò secondo). Torna anche il veneto Luca Ferri, di nuovo con una Ford Focus WRC, con la quale tenta il tris di allori dopo quelli del 2009 e 2010. Ma al successo ci pensano anche Andrea Michella (Ford Fiesta WRC) e Gianluca d’Alto, con una più datata Toyota Corolla WRC, sempre comunque efficace per puntare in alto. Attenzione anche alla rinnovata sfida accettata dal siciliano Alfonso Di Benedetto, che riprova il primo gradino del podio (dopo quello dello scorso anno), con una Ford Fiesta R5. Prestazioni di spessore sono attese anche dai vari Giuseppe Bergantino (Ford Fiesta R5), Graziano De Santis (Ford Fiesta R5), Gravante (Peugeot 208 R5), Bucciarelli (Peugeot 208 R5) ed anche dal pluridecorato Franco Laganà, che torna con una Mitsubishi Lancer Evo IX con la quale cerca il primato nel Gruppo N, per il quale si prenota anche Gianni D’Avelli, con una vettura analoga.

Un occhio particolare anche agli “stranieri”, a partire dal blasonato lucchese Mauro Lenci, al via con una datata ma efficace quanto spettacolare Peugeot 306 Maxi e attenzione anche all’evergreen pratese Brunero Guarducci, che per l’occasione tirerà fuori dal suo garage una BMW M3 con la quale conta di divertirsi e dare spettacolo. Grande appassionato della gara pontina anche l’altro toscano, pure lui di Prato, sarà al via Roberto Orioli (Renault Clio S1600) e sulla stessa lunghezza d’onda c’è anche il senese Federico Feti (Renault Clio RS), nel recente passato arrivato a soddisfazioni vibranti, a Sperlonga.

LE QUATTRO ENTUSIASMANTI SFIDE SU “LA MAGLIANA”

Teatro delle sfide sarà dunque la oramai celebre prova “La Magliana”, lunga 9,500 chilometri, una “piesse” dal passato importante, teatro di grandi sfide al rally di Pico-Sperlonga, un caposaldo del rallismo del centro Italia. Un nastro di asfalto che parte da Sperlonga, molto tecnico, con la seconda parte dell’impegno caratterizzata da una salita che presenta una serie di spettacolari tornanti. Una prova che regala decisamente sensazioni forti. Come da regolamento per questo particolare tipo di manifestazioni, verrà percorsa per quattro volte, alternandola a riordinamenti e Parchi di Assistenza.

LA LOGISTICA CONFERMA SPERLONGA COME QUARTIE GENERALE, GAETA ED ITRI COME CENTRI NEVRALGICI DEL PERCORSO

Anche per l’edizione duemilasedici verrà proposto il riordinamento a Gaeta, nella zona che guarda il mare, proseguendo così nell’idea di vedere la gara come importante veicolo per l’immagine dei luoghi che attraversa. Vi sarà un ampio coinvolgimento con la città, con iniziative collaterali che sono in fase di realizzazione ed anche la città di Itri sarà coinvolta dall’evento, con il passaggio del trasferimento della carovana di concorrenti, a conferma dello status di “ambasciatore” del territorio pontino per mezzo dello sport.

GLI “OCCHI” SULLA GARA: QUATTRO WEB CAM PER LO STREAMING TV DURANTE LA GARA

Una delle grandi novità dell’edizione 2016 della gara è quella dell’installazione di ben quattro webcam in alta definizione “puntate” su altrettanti punti del percorso di gara, una location dallo scenario unico e inimitabile, quello di Sperlonga e della Riviera d’Ulisse, insieme ai tornanti mozzafiato della Prova Speciale della “Magliana”. Si potrà quindi seguire la gara anche da casa, in una diretta streaming televisiva sul sito www.rallydisperlonga.it oltre che su http://sperlongaturismo.it/webcam-rally/ ed ovviamente sulla pagina facebook dell’evento

In questi giorni, sul sito web del rally e su quello di Sperlonga Turismo, le webcam sono visibili, ma solo con immagini “statiche”. Ci si potrà collegare in diretta a partire dalle ore 15,00 di sabato 17 dicembre e godere, l’indomani domenica 18, del passaggio delle auto fino al termine della gara.

In più, le webcam si affiancheranno alle altre presenti già sul sito di Sperlonga Turismo, insieme ai dati della stazione meteorologica, informazioni preziose sia per i piloti che per i turisti e gli spettatori.

IL PROGRAMMA DI GARA

Apertura iscrizioni 17 novembre 2016 08:30

Chiusura iscrizioni 12 dicembre 2016 18:00

Distribuzione road book Hotel Aurora, Sperlonga (LT) 17 dicembre 2016 dalle 08:30 alle 12:30

Targhe e numeri di gara Hotel Aurora, Sperlonga (LT) 17 dicembre 2016 dalle 08:30 alle 12:30

Verifiche sportive ante gara Hotel Aurora, Sperlonga (LT) 17 dicembre 2016 dalle 08:30 alle 12:30

Verifiche tecniche ante gara Piazza Fontana, Sperlonga (LT) 17 dicembre 2016 dalle 09:00 alle 13:00

Pubblic. Elenco vetture e conc/cond ammessi Hotel Aurora, Sperlonga (LT) 17 dicembre 2016 13:30

Parco Partenza Parcheggio Santa Laura, Sperlonga (LT) 17 dicembre 2016 dalle 17:15 alle 18:15

Ricognizioni con vetture di serie 17 dicembre 2016 dalle 14:00 alle 17:00

Partenza Piazza Fontana, Sperlonga (LT) (in ordine inverso) 17 dicembre 2016 19:30

Arrivo Piazza Fontana, Sperlonga (LT) 18 dicembre 2016 18:30

Premiazione Piazza Fontana, Sperlonga (LT) 18 dicembre 2016 sulla pedana d’arrivo

 

NELLA FOTO: Luca Ferri, qui in una immagine di archivio, punta al tris di vittorie con la Ford Focus WRC.