Cobbe_0211

Alessandro Taddei e Andrea Gaspari (Ford Focus WRC)) vincono per la quinta volta il Rally della Val d’Orcia

Il Raceday Rally Terra

Un successo d’iscritti alla nuova stagione Raceday Rally Terra, dopo questa gara sono 51 in totale gli equipaggi che hanno aderito alla nuova stagione, ma ci sarà ancora tempo per iscriversi entro le verifiche sportive di tutte le gare in programma (www.raceday.it per info).

Il Rally della Val d’Orcia

Ancora una volta, la quinta, il trentino Alessandro Taddei, navigato da Andrea Gaspari su Ford Focus WRC si è qggiudicato la vittoria all’8° Rally Della Val d’Orcia, gara che apprezza e che conosce bene.

Luciano Cobbe, anche lui trentino, navigato da Turco sulla sua Ford Focus WRC, ha sempre attaccato sin dall’inizio, vincendo anche la seconda e la terza PS, dando del filo da torcere a Taddei, per tutta la gara.

Luca Hoelbling e Grassi su Skoda Fabia R5, in coppia con Grassi ha vinto il primo passaggio e si è sempre mantenuto a rdosso delle WRC.

Quarta piazza per Della Casa – Pozzi (Citroen C4 WRC). Una gara in rimonta per loro dopo che nel primo tratto cronometrato si sono scontrati con una chicane di rallentamento che gli ha fatto perdere 17”. Lo svizzero ha poi recuperato risalendo la classifica e chiudendo quarto assoluto.

Il giovane cuneese Giammarco Donetto, navigato dallo svizzero Menchini ha disputato una strepitosa gara senza sbavature, mantenendosi sempre nelle posizioni di testa e acquisendo sempre più dimestichezza con la Ford Fiesta R5.

Lotta accesa tra Dalmazzini-Ciucci e Fanari-Stefanelli, entrambi su Ford Fiesta R5, risoltasi per il meglio da Fanari con solo 8/10 di secondo di distacco.

La gara tecnica e appassionante, organizzata da Radicofani Motorsport e Scuderia Balestrero, era valida anche quale gara conclusiva del TRT che per il 2016 è stato vinto da Ceccoli navigato dall’esperto Capolongo (Skoda Fabia S2000).

Commenti di alcuni protagonisti di questa gara:

Alessandro Taddei (Fod Focus WRC) – navigatore Andrea Gaspari

”Ovviamente molto soddisfatto del risultato. Abbiamo iniziato con qualche difficoltà, tipo la prima chicane ostruita e un po’ troppa polvere che ha rovinato il divertimento. Luciano Cobbe, è sempre molto tranquillo, ma alla fine attacca e fa sempre dei buoni tempi. Auto perfetta e gara come sempre bellissima”.

Luciano Cobbe (Ford Focus WRC – navigatore Fabio Turco

“E’ andata bene così. Lo scorso anno siamo partiti un po’ più guardinghi, questa volta ho deciso di attaccare sin da subito e non mollare…è andata bene. Bella gara in generale”

Luca Hoelbling (Skoda Fabia R5)- navigatore Grassi

“Abbiamo vinto la prima PS, non ci credevamo neanche noi. Qualche problema con la polvere nel primo giro, ma poi tutto bene e soddisfazione per il risultato”.

Federico Della Casa (Citroen C4 WRC – navigatore Domenico Pozzi

“Si abbiamo fatto un po’ un disastro nella prima prova, anche a causa di una scelta non perfetta degli pneumatici. Tutto però serve a fare esperienza”.

“Brik” (Peugeot 106) – navigatore: Michele Coletti

“Bella gara e impegnativa, soprattutto con la PS Radicofani che è stata disputata in discesa. L’auto andava bene, è piccola ma ci si diverte e mi ha permesso di essere competitivo nel raggruppamento Raceday.

Ero abituato alla PS Radicofani nell’altro senso per cui ogni tanto perdevo qualche riferimento, ma comunque sempre molto bella.

L’altra gara Raceday che mi piace moltissimo è il Liburna, dove apprezzo molto il fatto che si riparta dopo i Riordini in ordine di classifica. Ho 60 anni e mi voglio divertire e Raceday da questa possibilità”.

Alberto Tiberio (Mitsubishi CZ3) – navigatore Miriam Claps

“Questa è la mia quinta gara su terra e non l’avevo mai disputata prima. La nostra battaglia è stata con Chiesura, che però ha più esperienza e conosceva meglio il percorso. Una grande soddisfazione è essergli stato davanti nell’ultimo passaggio e chiudere con un distacco di 2”4, comunque non molliamo e continueremo ad attaccare. Le altre gare Raceday che ho disputato sono state il Valtiberina e la Liburna, entrambe belle gare. Al Valtiberina dopo un’uscita di strada siamo riusciti a concludere grazie all’aiuto dei tifosi di Raceday che sono mitici. Alcuni mi vengono addirittura a salutare durante altre gare, questa è una cosa bellissima che il Challenge è riuscito a creare.

Ora vorrei ringraziare la GCar che mi ha dato un’assistenza incredibile e ringraziare la mia fidanzata per aver accettato di correre con me. Ha scelto per me, per amore e ora si è appassionata. La cosa è nata per caso quando il mio navigatore, a pochi giorni da una gara mi ha detto che non poteva esserci e Miriam non ha esitato un attimo a decidere di farmi da co-pilota. E’ bello dividere l’abitacolo con la persona che ami e c’è un feeling speciale anche durante la gara. Abbiamo caratteri diversi, ma ci compensiamo e questo è fantastico”.

Ezio Soppa (Mitsubishi Lancer EVO IX) – navigatore Mauro Marchiori

“Ho disputato quattro edizioni di Raceday e mi sono sempre divertito, oltre al piacere di guidare su terra e su belle prove speciali. Personalmente preferivo la PS Radicofani in salita, ma va bene anche se in alcuni tratti è un po’ troppo rotta. La PS San Casciano dei Bagni è decisamente più guidata. Una pecca della gara sono stati i 2’ di distacco in partenza, che a me non sono mai stati assegnati, per cui ho patito parecchio per la polvere. Ora dovrò decidere dove giocare il mio Jolly Raceday (risultato moltiplicato per il coefficiente 1.5) e sono ancora indeciso tra Balcone delle Marche e Valtiberina…vedremo”.

Alberto Brancadori (Rover MG) – navigatore Cristian Pollini

“Ormai ho disputato sei edizioni Raceday, si nota che mi piace questa serie, che ha riportato i piloti a correre sulla terra. C’è una bella atmosfera e un bel rapporto con gli altri piloti. I Rally Nazionali con due PS sono veramente molto meglio secondo me, meno tempi morti e più azione. Raceday ha dato una bella spinta al TRT. Le gare Raceday sono così varie che ce n’è per tutti i gusti. Le mie gare favorite sono il Val d’Orcia e il Liburna, anche se alcune parti di alcune PS sono un po’ troppo rovinate. La PS Ulignano è spettacolare, secondo me una delle migliori in Italia”:

CLASSIFICA FINALE

1. Taddei-Gaspari Ford Focus WRC in 29’28”0 (Raceday)

2. Cobbe-Turco Ford Focus WRC a 15”3 (Raceday)

3. Hoelbling-Grassi Skoda Fabia R5 a 21”5

4. Della Casa-Pozzi Citroen C4 WRC a 30”6 (Raceday)

5. Donetto-Menchini Ford Fiesta R5 a 38”0 (Raceday)

Classifiche complete su http://rally.ficr.it/

Le altre gare del Challege Raceday Rally Terra 2016/2017

Dopo la Ronde della Val d’Orcia, seguiranno: il Rally Balcone delle Marche (19-20 novembre) che quest’anno proporrà due PS, passando da Ronde a Rally Nazionale.

A Dicembre la classica sfida sugli sterrati veneti, il 17° Prealpi Master Show (10-11 Dicembre. Nel 2017 si tornerà in toscana con la Città di Arezzo Ronde Valtiberina (Marzo con data da definire) e ad aprile la Liburna Terra che oltre a chiudere il Challenge Raceday Rally Terra aprirà la nuova stagione del TRT.

FOTO di Race&Motion – ulteriori foto disponibili sul sito www.raceday.it