ARTINO_2710

LUCA ARTINO VINCE IL CAMPIONATO REGIONALE RALLY ACI SPORT TOSCANA-UMBRIA

Il verdetto arrivato con la certezza della matematica dopo la disputa del Trofeo Maremma dello scorso week-end, al quale il pilota di Lamporecchio non ha partecipato. Tre i risultati inanellati dal driver, forte di due vittorie ed un terzo posto.

Campione. Matematicamente Campione. Dopo i verdetti emessi dal Trofeo Maremma lo scorso fine settimana, Luca Artino si è laureato Campione Regionale Rally Toscana – Umbria 2016. A tre gare dalla fine, la classifica sorride al pilota di Lamporecchio, che con la gara di Pistoia di inizio mese ha concluso il proprio programma sportivo 2016.

L’equipaggio formato da Artino e dall’esperta copilota di Bagni di Lucca Titti Ghilardi, portacolori della ART Motorsport, ha dunque messo la firma sul Campionato Toscano, uno dei più competitivi ed ambiti dell’Italia che corre su strada.

Forte dei successi ai rallies del “Ciocco” ed al “Valdinievole” oltre che de terzo assoluto fatto registrare al Rally Città di Pistoia, alla guida della Skoda Fabia R5 di Race Art Technology, Artino e Ghilardi hanno conquistato un successo significativo soprattutto per via della sfortuna che li ha condizionati nella parte centrale della stagione, con l’incidente occorsogli al Rally degli Abeti prima dell’estate, in conseguenza del quale entrambi hanno dovuto assentarsi dalle competizioni per ristabilirsi fisicamente dai postumi.

Artino e Ghilardi hanno sopravanzato Bettini /Acri, Senigagliesi /Morganti e Gasperetti /Ferrari che, in questo ordine, nelle ultime gare del Campionato, si giocheranno i restanti gradini del podio assoluto.

IL COMMENTO DI LUCA ARTINO: “Una grande soddisfazione! Credo che ci siamo meritati questo alloro che ritengo importante in quanto ottenuto in un Campionato di alto livello e contro avversari di rango oltre che per l’impegno e la volontà che sia io che Titti Ghilardi abbiamo messo nonostante le punte di sfortuna come l’incidente al Rally degli Abeti, che ci ha condizionato non poco la stagione. Ringrazio la mia famiglia che mi ha supportato sempre, permettendomi anche assenze dal lavoro, ringrazio La mia copilota che mi ha preso per mano e mi ha fatto da maestra facendomi crescere molto sotto l’aspetto tecnico e sportivo. Un grazie anche alla squadra, la Race Art Technology per averci messo a disposizione sempre una vettura perfetta e soprattutto per aver instaurato un bellissimo rapporto umano, cosa molto rara oggi. Grazie anche al Armando Colombini e Gabriele Lucchesi per averi seguito e dato molti consigli, grazie infine a tutti coloro che ci hanno seguiti e sostenuti durante le gare ed anche nei momenti di delusione. Questo trofeo è dedicato a tutti loro!”.