VERONA_1410

Aci Rally Italia Talent ‘corre’ al Rally 2 Valli di Verona, in gara 3 equipaggi vincitori

Tre generazioni di piloti targati Aci Rally Italia Talent al via del Rally 2 Valli a Verona, gara premio dell’edizione 2016.

Sono Giovanni Castellani con Luca Pischedda (Vincitori Categoria Under 23), Alberto Ravanelli con Michele Marcucci (Vincitori Categoria Under 35) e Giuseppe Barbati con Lorenzo Bogo (Vincitori Categoria Over 35) che parteciperanno alla gara valida per il Campionato Italiano Rally questo fine settimana sui colli veronesi, dove saranno seguiti passo per passo da 2 Tutor di Rally Italia Talent, Gigi Pirollo per i Navigatori e Renato Travaglia per i Piloti .

Un sogno che diventa realtà per i 6 ragazzi grazie al Format di grande successo che ha visto la partecipazione di oltre 5.000 aspiranti piloti e navigatori, con il patrocinio di FIA Action for Road Safety, nella persona del suo presidente, Jean Todt e che vede l’Automobile Club d’Italia con il suo presidente Angelo Sticchi Damiani direttamente coinvolto nell’organizzazione di Rally Italia Talent, che apre a nuovi scenari che vanno nella direzione di coinvolgere sempre più giovani nello sport automobilistico nazionale ed internazionale.

La mission di Aci Rally Italia Talent è quella di coniugare lo sport automobilistico da praticare in assoluta sicurezza grazie ai corsi in partnership con la Scuola Federale Aci Sport con l’Educazione per la Sicurezza stradale, con particolare attenzione verso i giovani, infatti anche i minorenni possono partecipare, naturalmente con il consenso dei genitori.

Scopri il Rally che c’è in te. Questo è in due parole Aci Rally Italia Talent, un Format sportivo, dove conta solo ed esclusivamente l’attitudine alla guida sportiva, pensato per offrire a tutti, anche a chi non ha mai corso l’opportunità di realizzare un sogno: partecipare almeno una volta da pilota o da navigatore ufficiale a un rally

L’obiettivo è individuare nuovi talenti da introdurre nel mondo dell’automobilismo sportivo, per poi accompagnarli nel loro percorso di crescita perché il “sogno” per essere davvero realizzato completamente, dopo il premio iniziale, deve prevedere anche l’opportunità di proseguire con un programma di buon livello in Italia, ma anche e soprattutto all’estero, perché solo così si darà la possibilità a chi merita di dimostrare il proprio talento.

Il Presidente dell’Automobile Club d’Italia, ing. Angelo Sticchi Damiani:

”Non vi è dubbio che il progetto Aci Rally Italia Talent sia stato tra i più innovativi nei suoi intenti, tra quelli che hanno riguardato il mondo dei motori tricolore e non solo. Il grandissimo successo di questa iniziativa fortemente voluta dall’Automobile Club d’Italia che ha incontrato sin dalla sua prima edizione e che si è confermato, anzi accresciuto, nelle successive, dimostra che l’interesse dei giovani per i rally è più vivo che mai. In particolare mi ha molto colpito quanti giovani si stiano avvicinando per la prima volta a questo nostro affascinante sport. L’idea “pazza” di chi questo progetto lo ha pensato e concretizzato, è stata quella di creare un sistema per approcciarsi a “costo zero” al mondo delle corse, in particolare a quello dei rally. Tutto questo non regalando solamente un sogno, ma una possibilità concreta di partecipazione ad una gara, vivendola da protagonista o come pilota o come navigatore. Questa iniziativa va nella direzione che l’Automobile Club d’Italia persegue da sempre: coniugare sport automobilistico da praticare comunque e sempre in assoluta sicurezza grazie ai corsi in partnership con la Scuola Federale Aci Sport e sicurezza stradale. Aci Rally Italia Talent è la prima di una serie di iniziative che l’Automobile Club d’Italia sta pianificando per andare incontro alle esigenze dei giovani che vogliono incominciare a praticare lo sport automobilistico, ma anche nella direzione della formazione per la sicurezza stradale”.