Merli_0210

ESORDIO E VITTORIA DI CHRISTIAN L’OSELLA PA 21 JRB 1000

Christian Merli, alla sua prima gara con l’Osella PA 21 JRB 1000, conquista una vittoria capolavoro nella 39ª Cronoscalata Cividale – Castelmonte, decimo appuntamento del Trofeo Italiano della Montagna Zona Nord. Reduce dalla vittoria assoluta a St.Agatha in Austria domenica scorsa, il pilota trentino è sceso dalla sua Osella FA 30 3000, per infilarsi nella piccola PA 21 JRB spinta da un motore 1000 BMW. È l’esordio in gara di Christian, dunque, per sviluppare la biposto sport della Titan Motor Sport, struttura del driver di Fiavè, e con l’obbiettivo di far compiere un ulteriore salto di qualità alla piccola “mille” iscritta in Gruppo E2 SC.

La piccola sport descritta dal campione trentino

“Una sport che utilizza un 4 cilindri BMW con una cilindrata di 1000 cc e capace di erogare di circa 200 cavalli di potenza. Il cambio al volante, Teknogear, è a sei marce. Le coperture sono Avon ed il peso è sotto i 400 chilogrammi”.

Christian, un commento prima di salire a podio

“Sono felicissimo. Pur sull’asfalto umido sentivo la macchina molto sincera. Debbo ringraziare Enzo Osella per l’impegno profuso in questo progetto. Siamo arrivati a Cividale con una biposto sport tutta da scoprire e tra prove e gara abbiamo fatto un balzo in avanti. È stato fantastico. Liber è un grande avversario, conoscitore della strada ed in gara con una vettura con la quale gareggia tutto l’anno. Abbiamo imboccato la strada giusta. Ci tenevo molto”.

Le prove

Nella prima manche di prove lunga 6,395 chilometri con ben 35 curve, sei tornanti, una variante e due chicane, si gareggia su un tracciato umido soprattutto nel sottobosco. S’impone Enrico Zandonà al volante della sua monoposto Reynard 1600 in 3’24,73. Christian Merli è all’esordio con la piccola Osella PA 21 JRB 1000 ed è 2° staccato di 6,89. Il portacolori della Scuderia Vimotorsport è primo di Gruppo E2 SC e domina tra le sport in gara spinte da un propulsore 1000 di cilindrata. Nella seconda salita Merli, dopo aver effettuato alcune modifiche all’assetto, azzarda maggior confidenza. Abbassa il suo tempo di oltre nove secondi ed stacca il miglior crono assoluto in 3’21.60. Zandonà è secondo a 0,13.

La gara

Gara 1 inizia sotto la pioggia. Verso mezzogiorno smette, ma il tracciato è fradicio. Federico Liber, già dominatore assoluto a Cividale nel 2013 e lo scorso anno, stacca il miglior tempo con la sua formula Gloria C8P Evo 1600 in 3’55,67. Merli è secondo con la sua Osella 1000, primo tra le biposto sport, a 3,78. Gara 2 al pomeriggio. Strada umida, non piove e Merli fa volare la sua “Mille”. E’ primo assoluto ed abbassa il suo crono di 37,92!! Liber è alle sue spalle per 0,26, mentre terzo è l’austriaco Taus con la Subaru Impreza di Gruppo A a 33,99.

La classifica per somma di tempi

1° Merli (Osella PA 21 JRB 1000), 2° Liber (Gloria C8P Evo 1600) a 0,26, 3° Taus (Subaru Impreza Gruppo A) a 33,99.