Peccenini_1209

Weekend di emozioni per Peccenini al Mugello nel VdeV

Qualifiche e gare all’insegna della costanza per il driver milanese sulla F.Renault 2.0 nel round italiano del Challenge Monoplace sull’impegnativo tracciato toscano insieme a tutta la TS Corse. Più vicino il Trofeo Gentleman della serie internazionale con tre podi di categoria davanti ai tifosi

Un fine settimana di emozioni quello che si è concluso domenica sera per Pietro Peccenini su Formula Renault 2.0 curata dal team lombardo TS Corse al Mugello, dove si è disputato il quinto round, l’unico in Italia, del Challenge Monoplace del VdeV. Il driver milanese classe 1973 con tre podi di categoria nella tappa casalinga della serie internazionale, anche grazie a una gestione del weekend impostata sulla costanza sui 5245 metri dell’impegnativo e difficile tracciato toscano, ha accorciato le distanze verso il Trofeo Gentleman Driver, battagliando senza sosta fin dal venerdì con i diretti rivali e protagonisti della top-ten assoluta. Nelle tre gare del fine settimana Peccenini si è attestato nel mezzo della griglia di partenza, dopo qualifiche concrete dove il driver ha capitalizzato i dati raccolti durante le prove libere pur trovando del traffico nel momento del miglior giro di lancio. Poi bagarre continue, con già in gara-1 ritmo costante e piazza d’onore per la classifica gentleman, mentre in gara-2 uno start non perfetto ne ha condizionato le possibilità pur concludendo bene sul terzo gradino del podio di categoria. Poi in gara-3 ancora un secondo posto, dopo sfide ravvicinate tra il milanese e i diretti avversari. Ottima la partenza e poi la gara interamente in attacco dove Pietro ha dato spettacolo a suon di sorpassi nei primi giri e ha poi tenuto sotto pressione i rivali. Grazie ai risultati del Mugello è più vicina la conferma del titolo nel Trofeo Gentleman ma il weekend toscano ha vissuto di importanti momenti anche al di là degli aspetti agonistici: in primis nel ricordo di Tino Candivi, storico componente della TS Corse venuto a mancare all’improvviso durante la pausa estiva dalle gare e al quale Peccenini ha pure voluto dedicare un podio “speciale” insieme al compagno di squadra Alex Peroni; poi per la condivisione dell’intero evento con la propria famiglia, amici, appassionati e tifosi presenti nel paddock, oltre agli stessi familiari di Tino.

Pietro commenta così dopo l’intenso weekend casalingo del campionato: “Davvero bello poter vivere tre giorni così emozionanti. Dal punto di vista sportivo, in generale abbiamo svolto bene il nostro compito. Il livello del VdeV quest’anno si è alzato di molto anche tra i gentleman però ce la siamo giocata sempre. In gara-1 ho avuto l’occasione di inserirmi in una bagarre interessante ma visto che nelle ultime apparizioni avevamo fatto un po’ fatica a capitalizzare gli ottimi riscontri cronometrici ho preferito gestire e portare a casa il risultato. Poi abbiamo dedicato un podio a Tino, è stato un doveroso momento da condividere davanti al pubblico, oltre che con il team. Bello avere anche tutta la famiglia, amici e tifosi al seguito con noi nel paddock. Tutto ci ha dato la motivazione necessaria per attaccare di nuovo, soprattutto in gara-3, perché nonstante un problemino con la spia della temperatura abbiamo fatto un ottimo start e subito un paio di sorpassi e alla fine di questa tre-giorni possiamo essere soddisfatti per i punti importanti conquistati, che sono un’iniezione di fiducia in vista dei prossimi impegni”.

Foto allegate: Foto Marco Pieri