KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Provincia Granda Rally Club: Rally Valli Cuneesi – Rally Pietra di Bagnolo

Cinque equipaggi del Provincia Granda Rally Club hanno preso parte, venerdì due e sabato tre settembre, al 22° Rally Valli Cuneesi e 23° Rally Pietra di Bagnolo, due gare distinte ma che per il secondo anno consecutivo sono state riunite in un unico grande evento motoristico con partenza ed arrivo a Dronero, ripresentato dallo Sport Rally Team diretto da Piero Capello.
Nel Rally Valli Cuneesi, gara conclusiva dell’IRC Cup Pirelli 2016, buona prestazione per Alessandro Fino su Renault Clio RS. Positivo esordio per il pilota di Melle (CN) sulla vettura del team Sportec che ha condotto, grazie anche ai preziosi consigli dell’esperto navigatore Ismaele Barra che lo affiancava per la prima volta, al 24° posto assoluto, terzo di Classe N3 e terzo di Gruppo N.
Gara da dimenticare, invece, per Danilo Baravalle e Davide Leone, al via con la Peugeot 106 in Classe N2. Un problema alla pompa della benzina li relegava all’ultimo posto nella prova speciale d’apertura, costringendoli al ritiro. Nella giornata di sabato, ripartivano con la regola del “super-rally” e dopo aver realizzato il miglior tempo in tre prove speciali, si dovevano fermare definitivamente al termine del primo passaggio sulla “Valmala”, per problemi ai freni.

Nel Rally Pietra di Bagnolo, svoltosi in coda al Valli Cuneesi, esordio per Carlo Fontanone e Chiara Bruno sulla potentissima Peugeot 306 Kit del team veronese Top-Rally, vettura ex-ufficiale di Gilles Panizzi. Qualche problema di adattamento al mezzo nelle fasi iniziali di gara, cui hanno fatto seguito buoni tempi parziali che hanno significato la quinta posizione assoluta, quarta di Gruppo A e prima di Classe K11. Buona prestazione per il saluzzese Emanuele Perotto, navigato per la prima volta da Marika Guerra, che ha condotto la piccola Fiat 600 al 22° posto assoluto, primo di Classe A0 e 13° di Gruppo A. Buon secondo posto di Classe N1, sesto di Gruppo N e 29° assoluto per il braidese Osvaldo Borgogno, navigato dalla figlia Elisa, dopo aver realizzato il miglior tempo in due delle sei prove speciali in programma, con la sua Peugeot 106 Rallye seguita in gara dal team Giesseci.