Gualandi_1308

Un Rose & Bowl interlocutorio per l’ERMS Rally Cup

La gara organizzata dalla Scuderia San Marino non scuote le classifiche della serie interregionale Open riservata a rally e Ronde in calendario in Emilia Romagna, Marche e San Marino: il bolognese Simone Brusori resta solido leader tra i piloti sul parmense Milko Pini e sul modenese Paolo Gualandi, mentre il parmense Daniele Pellegrini mantiene a distanza di sicurezza il sammarinese Livio Ceci e la reggiana Monica Debbi nella classifica dei navigatori.

Ad est (quasi) niente di nuovo. Il 16° Rose & Bowl, come al solito organizzato con passione dalla Scuderia San Marino sulle strade della Repubblica del Titano, va in archivio senza generare grandi cambiamenti nelle classifiche dell’ERMS Rally Cup.

CLASSIFICHE ASSOLUTE. Resta pressoché immutata la fisionomia delle graduatorie di riferimento della serie interregionale. Tra i piloti, il modenese Paolo Gualandi (Mitsubishi Evo IX), secondo in classe N4, raggranella solo cinque punti (oltre a quelli della partecipazione) e sale sul podio virtuale a quota 52, senza tuttavia fare quel balzo in avanti che gli avrebbe permesso di non permettere al felsineo Simone Brusori – leader con 75 punti ed assente a San Marino – di sentirne il fiato sul collo durante la pausa estiva. Il parmense Milko Pini, a sua volta non in gara qui, resta buon secondo con 55 punti.

Il romagnolo Roberto Simonetti (Fiat A112), medaglia di legno tra gli iscritti con le auto storiche, agguanta invece il quarto posto ad ex-aequo con il reggiano Davide Incerti (47 punti), mentre il locale Renzo Bugli (Fiat Uno Turbo), big in classe GF4, agguanta l’altro reggiano ‘Il Medico’ in sesta posizione (30 punti). Muovono la classifica anche il campione uscente Andrea Succi (il forlivese vince la classe A8 con una BMW M3 ed è ora nono con 20 punti) e Stefano Pellegrini (su Lancia Delta Integrale), secondo alle spalle dello stesso Succi e quindicesimo nell’ERMS con 10 punti.

Sul fronte dei navigatori, il ‘titano’ Livio Ceci – coequipier di Gualandi – mette invece nel mirino il parmense Daniele Pellegrini: ora il divario tra i due è di soli 13 punti (70 contro 57) e, alla ripresa delle ostilità, la sfida tra i due sarà uno stuzzicante leit-motiv della seconda parte della stagione, senza comunque dimenticare le più che legittime velleità della reggiana Monica Debbi (terza con 47 punti) e del bolognese Salvatore Tridici, che la tallona a due soli punti di distacco.

Fabrizio Selva, compagno di Bugli, agguanta la sesta posizione (anche per lui 30 punti) al fianco del reggiano Daniele Bertolini, mentre l’altro navigatore sammarinese Marco Baldazzi (11° assoluto e 2° in S1600) si mette in scia ai due con nove punti in meno.

LE ALTRE CLASSIFICHE. Roberto Simonetti e Renzo Bugli prendono il comando della classifica della San Marino Open Rally Cup, la classifica riservata alle sole gare disputate nella nazione battente bandiera biancazzurra. Distanziati di soli due punti, i due dovranno comunque fare i conti con una classifica ancora cortissima che non lascia alcunché di scontato con ancora due gare da disputare a San Marino.

Simonetti fa un balzo in avanti anche nella classifica dedicata ai piloti impegnati con le auto storiche (Old Time Cup) ed ora ha 17 punti su Simone Brusori. Infine, la graduatoria riservata alle scuderie cambia solo dalla terza posizione in giù: mentre la reggiana PubliSport resta (per ora) inavvicinabile in testa, la San Marino (35 punti) fa un bel passo avanti, arpionando appunto il gradino basso del podio provvisorio e avvicinando a 17 punti di distacco l’altra reggiana Eurospeed. Punti utili anche per la Modena Racing Team (ora quarta con 32 punti) ed il Racing Team Le Fonti (settima con 20).

A META’ SETTEMBRE RIPARTE L’ERMS RALLY CUP. Dureranno una quarantina di giorni le vacanze estive della serie. Con il Rally Day dell’Alta Valtidone, previsto in origine per l’11 settembre, posticipato a data da destinarsi (prologo di un annullamento pressoché certo), l’ERMS tornerà in scena il 18 settembre al Nido dell’Aquila, l’affascinante gara umbra riportata in auge dalla riminese PRS Group e valida anche per il TRT ed il Raceday. Una settimana dopo sarà il turno del Città di Modena, mentre ottobre sarà un mese speciale con il Rallylegend ed il ritorno dell’Appennino Reggiano e del Valli Piacentine (anche in edizione ‘storica’); novembre ha tutti i week-end impegnati con le decisive quattro gare dell’ERMS Rally Cup, in programma alla Ronde del Monte Caio (Parma), al Circuito dei Campioni di San Marino, al Balcone delle Marche (Cingoli) e con il Tuscan Rewind (Siena) organizzato dalla romagnola Prosevent.

TUTTO SULLA ERMS RALLY CUP. Piloti e navigatori possono iscriversi alla quarta edizione dell’ERMS Rally Cup sino alla vigilia dell’ultima gara. La serie, definita Open in quanto aperta a tutti i concorrenti in possesso di licenza CSAI, FAMS o di analoga federazione estera, permette ai neo-iscritti di portare in dote eventuali punti eventualmente conseguiti in gare iscritte al campionato disputate prima di aderire alla serie stessa. Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare Fabio Villa (fabivilla@alice.it), mentre regolamento, scheda di iscrizione, calendario, classifiche ed albo d’oro dell’ERMS Rally Cup sono reperibili sul sito di riferimento www.rallysmo.it.

foto sono di Alessandro Zini – Agenzia PhotoZini