quintarelli_0908

Quintarelli incrementa la sua leadership nel Super GT al Fuji

Nonostante la zavorra impostagli dal regolamento del Super GT giapponese per via dei tanti punti in classifica, Ronnie Quintarelli ha conquistato al Fuji un preziosissimo quarto posto che ha permesso a lui e al compagno di squadra Tsugio Matsuda di incrementare la leadership in campionato.

Risultati delle qualifiche:

Q1: Tsugio Matsuda – P8 (1:29.643)

Condizioni atmosferiche: sereno, pista asciutta
Q2: Ronnie Quintarelli – P3 (1:28.997)

Nel quarto round della stagione, a condurre la Nissan GT-R numero 1 nella prima parte della qualifica è stato Matsuda, che nonostante gli 84 chilogrammi aggiuntivi, ha portato il team NISMO ad accedere al Q2. Quintarelli ha poi completato al meglio l’opera, segnando con un giro perfetto un impressionante terzo tempo.

Risultati della gara:

Posizione finale: 4.

Condizioni atmosferiche: sereno, pista asciutta

Miglior giro in gara: 1’31″420

In gara, a prendere il via è stato Quintarelli, che a dispetto della zavorra, del pieno di benzina e della temperatura elevata dell’asfalto (49°), si è mantenuto a contatto con la leadership. Purtroppo, anche a causa del pit-stop effettuato qualche giro dopo rispetto agli avversari, Matsuda si è ritrovato quinto, superato da due rivali che avevano già potuto sfruttare le loro gomme più fresche. Il ritiro della Nissan numero 46 ha poi portato Matsuda e Quintarelli al quarto posto. Il giapponese ha anche tentato una spettacolare volata finale contro la Honda numero 100, in pista con molta meno zavorra a bordo, ma si è dovuto accontentare della quarta piazza. Nonostante tutto, i punti conquistati hanno permesso al Team Ufficiale Nismo di allungare ulteriormente in campionato.

Ronnie Quintarelli
“Il quarto posto finale è un grande risultato e gli otto punti conquistati ci consentono di incrementare il vantaggio in testa alla classifica. Resta un po’ di rammarico per non essere riusciti a salire sul podio, che sarebbe stato un risultato straordinario considerando gli 84 Kg di zavorra. Purtroppo, a causa del peso abbiamo dovuto ritardare il pit stop rispetto alle due Honda che ci seguivano, e siamo stati superati. Per il prossimo round del campionato, la 1000 chilometri di Suzuka, avremo 100 Kg di zavorra, il massimo consentito dal regolamento. Siamo consapevoli del fatto che sarà una gara durissima ma daremo il cento per cento, preparandoci al meglio per una delle corse più belle della stagione. Un grazie a tutti i tifosi che sono venuti al Fuji a fare il tifo per noi, e agli appassionati che ci hanno seguito in TV”.