Giorgini_2607

Ancora un podio per Bierremotorsport-SportAuto Manicardi al Circuito di Cremona

L’ottima stagione del team modenese si arricchisce di un nuovo, ottimo risultato nel rally organizzato da Scuderia Invicta ed ACI Cremona: il giovane equipaggio reggiano agguanta un risultato di tutto rispetto con un bronzo di classe R2B ed un 10° posto assoluto, maturato al termine di una gara in crescendo.

Due indizi forse non costituiranno una prova, ma di certo permettono di farsi un’idea molto concreta della situazione. E allora, dopo il positivo debutto bolognese di fine giugno, il felice epilogo del rally Circuito di Cremona (valido per la Coppa Italia Zona 1 e per l’ERMS Rally Cup) ci dice che il tandem composto dalla Bierremotorsport-SportAuto Manicardi e dal pilota Nicolò Giorgini promette davvero bene. La gara lombarda, infatti, ha evidenziato le qualità del 25enne pilota di Reggio Emilia ed il sempre più solido feeling tra squadra ed equipaggio: nonostante le difficoltà di un rally da correre nell’oscurità, e con una prova pure condizionata da una leggera pioggia, Giorgini-Prete hanno corso in sicurezza, con un approccio molto lucido e determinato al tempo stesso, seguendo alla perfezione le indicazioni strategiche del direttore tecnico Marcello Manicardi.

La bandiera a scacchi, sventolata all’ombra del Torrazzo, ha alla fine premiato Giorgini-Prete con un convincente decimo posto assoluto ed un terzo di classe R2B, alle spalle di due equipaggi molto esperti e profondi conoscitori delle strade parmensi e piacentine, sulle quali si è snodata l’avvincente la sfida agonistica (seguita per tutto il corso della notte anche dal presidente biancorosso Ivano Berselli che, da straordinario appassionato qual è, non si è lasciato sfuggire l’opportunità di tornare a vivere il fascino di un rally in notturna).

“E’ stata una bellissima esperienza, conclusa con un risultato che ci soddisfa – commenta a motori spenti Marcello Manicardi -. Tornare a correre di notte ci ha permesso di immergerci di nuovo in un clima ed uno spirito ormai dimenticato, tipico dei rally di una volta. Siamo partiti con lo stesso assetto usato al RAAB, per permettere a Nicolò di ritrovare la macchina esattamente nelle condizioni in cui l’aveva lasciata e, dunque, ritrovare gli stessi riferimenti, ma al primo passaggio al parco assistenza abbiamo cambiato diverse cose; con queste modifiche, Giorgini ha acquisito fiducia ed ha subito migliorato le proprie prestazioni, riuscendo nel finale a segnare tempi pari a quelli dei due equipaggi che ci hanno preceduto, e che conoscono la gara da molto tempo. Il Cremona ed il podio finale ci dicono, quindi, che il rapporto con Giorgini sta crescendo bene e che può svilupparsi sui binari giusti. Ora ci attende una pausa estiva più lunga del previsto: l’annullamento del rally Valli del Pinot non ci consentirà di schierare la nostra 208 sulle strade pavesi con Stefano Sangermani: davvero un peccato, perché ci eravamo preparati al meglio, sostenendo un buon test con Stefano; con lui, comunque, l’appuntamento è solo rimandato e non vediamo l’ora di affidargli il volante della 208”.

Sceso dal terzo gradino del podio, Nicolò Giorgini dispensa sorrisi a go-go: “Il bilancio non può che essere positivo. Stare con i migliori, che corrono su queste strade da anni, non era facile. Per di più, per essere veloci con il buio serve avere una grande fiducia e confidenza nella macchina, mentre io ero solo al secondo appuntamento sulla 208 della Bierremotorsport-SportAuto Manicardi. Va benissimo così, non abbiamo avuto problemi particolari ma solo un paio di contrattempi di guida e con l’audio del mio navigatore, quest’ultimo sistemato prontamente dai ragazzi di Marcello, con i quali il feeling è migliorato ancora di più”.