PRESENTAZIONE_2007

“QUELLI CHE ASPETTANO IL RALLY!!!”: SUCCESSO DI PUBBLICO E DI ARGOMENTI

Venerdì 15 luglio scorso, la sala consiliare del Comune di San Pietro al Natisone, era gremita di pubblico, per la presentazione al territorio del 52° Rally del Friuli Venezia Giulia.

Pieno successo, venerdì 15 luglio scorso, per la serata “Quelli che . . . aspettano il rally!!!” organizzata a San Pietro al Natisone, come “anteprima” del 52° Rally del Friuli Venezia Giulia e del 21° Alpi Orientali Historic.

La sala consiliare del comune era stracolma di pubblico, per questa iniziativa fortemente voluta dal Sindaco di San Pietro al Natisone Mariano Zufferli, alla quale erano presenti anche molti sindaci e rappresentanti dei Comuni sede delle prove speciali della gara, in programma anche quest’anno nella sua classica collocazione, dal 26 al 28 agosto, organizzato dalla Scuderia Friuli ACU.

L’evento sarà il nono appuntamento del Campionato Europeo Rally Storici (Alpi Orientali Historic) e valido quale sesto atto del Campionato Italiano Rally (oltre che valido quale settima prova del “tricolore” rally storici, come settima prova anche della Mitropa Rally Cup e previsto pure per il CEZ-Central European Zone del quale sarà la dodicesima sfida).

L’interesse intorno al rally, uno dei più apprezzati in Italia, è già forte, a testimoniare di quanto e come sia gradito ed atteso non solo come evento sportivo di elevata qualità ma anche dal punto di vista turistico e di immagine dei luoghi che attraversa.

Dopo l’introduzione del Sindaco di San Pietro al Natisone, che ha richiamato i presenti ad un minuto in ricordo delle vittime sia del disastro ferroviario in Puglia che di Nizza si è iniziato a parlare di corse in macchina nel modo più generale possibile. Il fine della serata, infatti, era anche quello di informare su come e che cosa sia un rally da molti punti di vista sia organizzativi, di vera e propria struttura, sia di impegno, di persone e dei vari ruoli. Alle volte si pensa che una gara possa essere semplicemente una corsa fine a se stessa senza conoscere le modalità e le regole che la fanno vivere.

L’interesse é comunque stato catalizzato sul percorso della nuova edizione del Rally del Friuli Venezia Giulia, descritto da Giorgio Croce, insieme alla “coppia da rally” Pietro Corredig e Sonia Borghese. I tanti presenti hanno commentato le novità della gara apprezzando le scelte anche in funzione delle nuove regole imposte dalla Federazione.

La serata è stata impreziosita da vari filmati dell’edizione del 2015 poi, interessanti “camera car” hanno fatto conoscere il lavoro dei vari navigatori con i loro svariati sistemi di dettare le note.

Alla serata hanno partecipato anche i rappresentanti dei comuni di Cividale del Friuli, Grimacco, Pulfero, Artegna, Gemona, Montenars, Attimis e Savogna.

Si é pensato anche alla solidarietà ed all’aiuto sociale: infatti la Banca Popolare di Cividale, storico partner della manifestazione, rappresentata dal dott. Sergio Paroni, ha consegnato nelle mani del Sindaco di San Pietro un defibrllatore ad uso del Comune. La consegna fa parte di un programma di fornitura ai vari Comuni delle Valli del Natisone che la Banca ha preparato per sottolineare la sua vicinanza alle popolazioni ed a rimarcare la sua funzione di Banca del territorio.

Molti poi gli interventi del pubblico, assolutamente non polemici ma di forte curiosità e di richieste di passaggio del rally per i vari Comuni nei prossimi anni, segno di un forte amalgama con il territorio che lo abbraccia ogni anno.

E’ stato anche fatto il punto sulla ricaduta turistica di una manifestazione di tal genere prendendo spunto da una tesi di laurea che ha sviscerato l’argomento, redatta da Elena Croce che ha evidenziato numeri importanti, quelli espressi dalla manifestazione in termini di incoming, tenendo conto che l’utente dell’automobilismo, pilota o appassionato che sia, è particolarmente prezioso per il territorio.

FOTO ALLEGATA: UN MOMENTO DELLA SERATA