faggioli_0307

Per Faggioli 8ª vittoria e record a Vason – Piazza d’onore per Christian Merli

Il re delle cronoscalate Simone Faggioli aggiunge un’altro alloro nel proprio ricco palmares e lo fa a modo suo, dominando la 66ª Trento-Bondone automobilistica e, soprattutto, stabilendo il nuovo record della competizione. Il fuoriclasse fiorentino alla guida della sua potente Norma M20 Fc Zytek ha infatti migliorato di ben 3 secondi il precedente primato, che aveva fatto registrare dodici mesi fa, fermando il cronometro sul tempone di 9’07”66, dopo aver affrontato i 17,3 km del percorso definito da tutti l’università delle gare in salita.
Ancora sul podio il trentino di Fiavè Christian Merli, che con la sua Osella Fa30 ha chiuso in piazza d’onore, con in distacco di 31’44” dal vincitore, dimostrando ancora una volta di avere un gran talento e, purtroppo, molti problemi in più sulla propria vettura: i danni rimediati nell’incidente di sabato sono infatti stati riparati solo in parte, pur avendo i suoi meccanici lavorato tutta la notte. La vera sorpresa della giornata è però rappresentata dal giovanissimo umbro Michele Fattorini, alla sua prima Trento-Bondone, con una Osella PA 2000 Evo, addirittura terzo assoluto a 36”55 dal dominatore di giornata. Il 26enne umbro di Porano, nuovo rampollo di casa Osella, si è permesso il lusso di precedere di oltre 4 secondi Domenico Scola, più volte sul podio nelle ultime edizioni della Bondone.
Seguono nell’assoluta il sempre sorprendente Federico Liber su Gloria C8P Evo, Luca Ligato su Osella PA21 Evo (vincitore del gruppo CN), il ceco Milan Svoboda su Lola Evo Judd e il trentino Diego Degasperi, ottavo nella generale sulla sua Lola Honda, complessivamente soddisfatto anche se con un tempo più alto delle sue attese.
Particolarmente combattuta la sfida del gruppo GT, dove ha trionfato il clesiano Marco Cristoforetti su Porsche 911 GT3 R, con il tempo di 10’49”16, più veloce di 3”99 nei confronti di Giuseppe Ghezzi su Porsche 997 GT3R.
Per quanto riguarda il Gruppo A limpida vittoria del trentino Tiziano Nones su Citroen C4 con il tempo di 10’59”62, davanti all’altra trentina, Gabriella Pedroni su Mitsubishi Lancer Evo VIII, leder del campionato italiano, con un distacco di 12”76. Nel Gruppo B affermazione del beneventino con passaporto trentino Antonino Migliuolo su Mitsubishi Lancer Evo 9, che ha fermato il cronometro sul tempo di 11’29”93, precedendo di soli 43 centesimi l’esperto bolzanino Rudy Bicciato.