gianesini_0307

E’ GIANESINI IL VINCITORE DEL 3° CAMUNIA RALLY DAY

Marco Gianesini e Sabrina Fay interrompono la serie vincente di Tosini-Polonioli, alla fine secondi, nella gara camuna. Su Clio S1600 il pilota valtellinese coglie il suo primo successo stagionale vincendo quattro prove speciali. Podio per i comaschi Vittalini-Tavecchio (Citroen Ds3T), primi leader della corsa. La gara è astata organizzata dalla New Turbomark.

Il 3° Camunia Rally Day prende la strada della Valtellina. Marco Gianesini e Sabrina Fay, dopo due secondi posti assoluti nelle due precedenti edizioni, sono riusciti a cogliere la vittoria grazie ad una gara veloce e grintosa disputata sulla Renault Clio S1600 della Top Rally. Il 50enne pilota di Montagna di Valtellina ha battuto la concorrenza, per altro molto agguerrita, fatta da molti piloti locali e anche parecchi forestieri. L’impresa di battere il campione locale è riuscita al terzo tentativo; Luca Tosini, insieme a Morgani Polonioli, ha portato al traguardo in seconda posizione la sua performante Renault Clio R3C dopo una bella lotta contro lo stesso Gianesini e contro il terzo, il comasco Vittalini. Proprio Vittalini aveva iniziato da leader questa gara ma una scelta forse azzardata di gomme lo ha attardato di quel tanto che bastava per non poter essere più competitivo per la vittoria finale.

“Sono felice di questa vittoria- ha detto Gianesini- perché battere Tosini in casa sua era difficile. Bella gara, bella lotta: al terzo tentativo ce l’abbiamo fatta. Grazie alla Top Rally e a Sabrina che dopo quasi un anno di inattività è tornata a correre!”

Proprio la top Rally è risultata vincitrice tra le scuderie. Questo risultato lo si deve anche grazie a Ilario Bondoini, alla fine quarto. Il pilota di Bienno ha portato in gara la moglie del suo compianto navigatore Tommaso Rocco e alla fine i sorrisi, specie nel ricordo del naviga di Adro, sono stati molti. Forse, senza qualche fastiio al cambio nelle battutte iniziali, sarebbe potuto maturare anche un podio assoluto. Alle loro spalle i compagni di team nonché rivelazione del rally ossia Gini-Moroni: debuttanti in S1600 hanno preso in mano la vettura (id.) nelle prime due prove per poi forzare il ritmo nelle seguenti. Più delusi Ronchi-Cominelli (id.): i due locali speravano in qualcosa di meglio ma un paio di errori li ha messi fuorigioco per la five.

“E’ stato un rally bello in cui la competizione è stata viva e accesa, in cui la New Turbomark ha fatto un ottimo lavoro ed il pubblico numeroso si è comportato alla perfezione” così il direttore di gara Alessandro Battaglia.

In coda al rally hanno preso parte le vetture della parata, auto stradali o sportive che potevano percorrere il percorso di gara senza essere cronometrate.

Il Memorial Pietro Tosini è andato a Luca Tosini, primo camuno al traguardo, che ha voluto però consegnarlo a Bondioni, anch’esso camuno e quarto assoluto.

Il film della gara

Ps1: Vittalini parte forte e si impone sulla prima prova ma a ruota seguono Gianesini e Tosini. Non partito Lancini (Clio S1600), probabile protagonista, per problemi tecnici. Ottimi tempi per i locali Ronchi e Orsignola. Più attardati gli attesi Asnaghi, alla prima volta su queste strade, Bottarelli e Bondioni.

Ps2: Gianesini forza il ritmo e precede tutti prendendo così il comando della corsa; il buon tempo di Tosini vale la seconda piazza della generale a discapito di Vittalini, finito terzo. Todeschini (n.111) picchia e dal 112 in avanti la prova si percorre in trasferimento. Dalla Ps3 la coperta si accorcia; Gianesini vince ma Bondioni gli soffia sul collo seguito da Tosini e da un Vittalini amareggiato: il suo cambio gomme non ha fruttato a dovere e il pilota comasco accusa problemi di pattinamento. Emergono anche Bottarelli, Asnaghi e Varisto. Perde terreno Ronchi che è autore di un dritto. Ritiro per guasto per Quaderno-Zanolo (Clio A7). Ps4 Tosini sigla il suo primo scratch di giornata con 0”7 di vantaggio su Gianesini e il compagno di team nonché conterraneo Giacomo Gini, al debutto in S1600. Sasselli (Clio R3C) si ritira per un guasto agli ammortizzatori.

Ps5 Forcing finale di Tosini ma Gianesini non molla e primeggia ancora per 0”2. Anche Bondioni forza l’andatura ma il suo ottimo terzo tempo (a 0”4) pare non essere più utile per il podio finale visto il quarto parziale di Vittalini a soli 0”9. Ben sei equipaggi sono racchiusi in 1”8! L’ultima prova non è accademia: Gianesini vince pure sulla Deria 3 e sigilla la vittoria, Ottimi i tempi di Tosini (a 0”2), Bondioni e Gini (a 0”8).

Classifica Top Ten:

1)Gianesini-Fay in 23’42”0; 2) Tosini-Polonioli a 3”5; 3) Vittalini-Tavecchio a 11”3; 4) Bondioni-Cola a 13”4; 5) Gini-Moroni a 19”5; 6) Ronchi-Cominelli a 21”5; 7) Orsignola-Berni a 24”3; 8) Varisto-Baruffi a 27”5; 7 9) Asnaghi-Castelli a 28”2; 10). Spatti-Reboldi a 31”6.

Albo d’oro Camunia RallyDay

2014 Tosini-Polonioli (Renault Clio R3C)

2015 Tosini-Polonioli (Renault Clio R3C)

2016 Gianesini-Fay (Renault Clio S1600)