_DSC5943_2906

NUMERI E QUALITA’ PER IL 3° CAMUNIA RALLY DAY

Centotrenta vetture al via con nomi altisonanti: oltre a Tosini ci saranno Gianesini, Asnaghi, Vittalini, Panzani, Bondioni e molti altri che partiranno col coltello tra i denti per giocarsi il successo. Grande festa sabato sera con musica live e maxi schermo per Italia-Germania.

Quando un rally alla terza edizione vanta 130 vetture al via, il motivo è uno solo: la qualità organizzativa. Non ci sono altre spiegazioni dietro al grande successo del Camunia Rally Day che dopo sole due anni si appresta a vivere la sua terza “stagione” con un elenco iscritti di rilievo nazionale: 109 vetture moderne, 3 storiche e 18 della parata per un totale di 130 auto al via.

Se i numeri dicono poco, sono i nomi a far capire l’entità del successo della corsa organizzata dalla scuderia New Turbomark che si disputerà sabato 2 e domenica 3 luglio.

Tosini nel mirino- In molti vogliono dare la caccia a Luca Tosini, campione sia nella passata edizione che in quella precedente sempre sulla Renault Clio R3C. Oltre al pilota di Ceto, ovviamente presente, ci sono almeno altri sei piloti che sulla carta possono lottare per la vittoria. In classe S1600 non mancherà Marco Gianesini che su Clio vanta due secondi e che è ancora in cerca di una vittoria nel 2016. Presente anche Ilario Bondioni che in classe S1600 porterà al debutto la moglie di Tommaso Rocco, Sabrina Cola, proprio per ricordare il compianto navigatore di Adro. Altro bresciano protagonista lo scorso anno è Nicola Lancini che si schiererà sempre con una Clio.

Il gruppo R si preannuncia molto battagliero perché vanta al via altri pezzi da novanta tra i quali molti capaci di puntare alla vittoria: direttamente dal Campionato Italiano Rally arriva il lucchese Luca Panzani (Clio R3T) che ha talento da vendere così come il comasco Asnaghi (Clio R3C) in preparazione pre-Casentino – Irc Cup. Un altro comasco già protagonista a livello nazionale è Alex Vittalini che sarà della gara con la sua Citroen Ds3 R3T. L’esperienza e le doti velocistiche del valtellinese Varisto (R3) potranno essere importanti ai fini della graduatoria così come il cristallino talento del giovane Luca Bottarelli (R3T). Probabili outsider i locali Pogna od Orsignola, quest’ultimo terzo un anno fa, come i varesini Riccardo Pederzani (R3T) e Vanni Maran (K10), il valtellinese Gini (al debutto in S1600) o gli scafati Pasquali e Lozza (R3C) così come il locale Alan Ronchi che seppur poco più che neofita, ha fatto vedere in passato di poter puntare al successo sulle strade amiche; ottima aspettative anche per il bresciano Luca Veronesi, il camuno Spatti o il bergamasco Casano. Le vetture moderne iscritte sono 109.

Tre saranno invece le storiche: oltre alla Opel Kadett Gt/E di Questi gli spettatori potranno ammirare la 127 di Zadra e la A112 di Vezzola. Ben 18 invece i partecipanti alla parata che non avrà alcuna classifica ma avrà puro scopo goliardico; queste ultime partiranno in fondo alla carovana delle vetture da rally.

Il programma- Sabato 2 luglio si svolgeranno le verifiche tecniche e sportive ma soprattutto- gradita novità targata 2016- lo shake down sul tratto tra Ceto e Cimbergo. Sempre sabato si svolgerà la passerella di partenza (non è obbligatorio l’abbigliamento da corsa per gli equipaggi) alle ore 19 mentre domenica ci sarà il tanto atteso lato agonistico: si comincerà alle ore 10:16 con la Valsaviore 1 che verrà poi replicata alle 13:31e alle 16:36; Deria invece vedrà il primo semaforo verde rispettivamente alle 11:08, 14:23 e 17:28. Arrivo previsto in centro a Capo di Ponte alle ore 18.00. Direzione, sala stampa e centro classifiche saranno collocate presso l’Hotel Graffiti, centro nevralgico della competizione.

La festa- il rally è anche festa e la scuderia New Turbomark , a capo dell’organizzazione, non si è certo fatta pregare. Nel Parco tematico di Capo Di Ponte, dove ci sarà anche il parco assistenza, sarà allestita una mostra fotografica a ricordo di Tommaso Rocco. La passerella di partenza è invece stata anticipata di un’ora (sabato 2 luglio ore 19.00) per consentire la visione della partita di calcio Italia-Germania valevole per i quarti di finale dell’Europeo: sempre nel Parco verrà istallato un maxi schermo. Al termine dell’incontro, oltre agli stand gastronomici, il pubblico potrà godere di ottima musica con due band che si esibiranno in tributo ai Litfiba e ai Timoria.

Copertura mediatica- Oltre ai media di settore, è importante l’attenzione che i reporter locali intendono dare al 3° Camunia Rally Day. Ampia copertura verrà data nei prossimi giorni sulle pagine de “Il Giornale di Brescia”, “Brescia Oggi” e “CentroValle”, mentre Brescia Punto Tv nei telegiornali delle 12.30 e delle 19.30 parlerà diffusamente del rally inserendo anche un resoconto finale nella giornata di lunedì (Canale 16 o 172 del digitale terrestre).