AB Francesco_1806

SLALOM SCIACCA TERME EDIZIONE DA RECORD: 119 GLI ISCRITTI!

Raggiunto il primato stagionale di presenze in una corsa automobilistica tra i birilli in Sicilia, in condominio con il 21° Slalom Torregrotta-Roccavaldina, prova di Campionato italiano, disputato nel Messinese nel trascorso mese di aprile. Confermata la sfida al vertice tra il trapanese Giuseppe Castiglione (su Radical Prosport Suzuki), cinque vittorie assolute quest’anno ed il plurititolato catanese Mimmo Polizzi (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki), al rientro in gara dopo mesi di assenza. Tra i favoriti per un posto sul podio anche i fratelli trapanesi Andrea (Osella PA 21S Honda) e Pietro Raiti (Bogani SN84 Suzuki). Si preannuncia una sfida ad altissimo tasso qualitativo, con quindici vetture al via tra gli Sport Prototipo e tre tra le Monoposto. Nutritissima ed agguerrita la pattuglia di piloti locali ai nastri di partenza della sentitissima gara di casa, ben 26, tra cui spiccano il campione di Trofeo d’Italia Centro Sud Slalom Ignazio Bonavires (Peugeot 106 Gti 16v) ed il veterano Calogero Carlino (Fiat 500 di gruppo 5). Sfida a tre in campo femminile, con le trapanesi Alessia Sinatra (su Radical, due volte campionessa italiana) e Martina Raiti (su Osella), nonché la palermitana Enza Allotta (Fiat 126 gr. Speciale). E’ previsto il “pienone” di spettatori lungo i 2,990 km del tracciato che sale sino al Santuario di San Calogero. Promotori Team Palikè e Sciacca Corse

Di una cosa possiamo essere certi, alla vigilia. La 3a edizione dello Slalom Sciacca Terme (al quale anche per quest’anno è abbinato il Memorial ‘Pasquale Tacci’, in ricordo delle imprese sportive di uno tra i più grandi pionieri dell’automobilismo saccense e siciliano) passerà alla storia come una kermesse da record. Il numero dei piloti iscritti ha infatti raggiunto nelle ultime ore la ragguardevole cifra di 119, stabilendo in questo modo il primato stagionale di presenze in una corsa automobilistica tra i birilli almeno in territorio regionale. Un primato condiviso con il 21° Slalom Torregrotta-Roccavaldina, prova di Campionato italiano della specialità, che si è disputato ad aprile nel Messinese facendo registrare appunto 119 partenti. Per gli amanti delle statistiche in Sicilia, è stato invece staccato di una sola lunghezza il recente 14° Slalom Agro Ericino, anch’esso valevole per il Tricolore, “fermo” a quota 118 iscritti.
Comunque sia, oggi, sabato 18 e domani, domenica 19 giugno, sarà spettacolo, lo spettacolo che solo i motori sanno offrire. A Sciacca è atteso il pubblico delle grandi occasioni, da tutte le province isolane ed anche da oltre Stretto, in qualche caso. Questo pomeriggio il “primo atto” del 3° Slalom Sciacca Terme, le canoniche verifiche sportive e tecniche, previste, rispettivamente, dalle 14.30 alle 19 nei locali del Bar del Corso, nel centrale corso Vittorio Emanuele e dalle 15 alle 19.30 nella vicina e suggestiva piazza Scandaliato, autentico “salotto” e “cuore pulsante” della cittadina agrigentina.
Si farà sul serio domani, domenica 19 giugno, quando sarà dato il via alla prima tra le tre manche cronometrate, a partire dalle 9, con il coordinamento del direttore di gara ennese Lucio Bonasera. Tredici, nel suo complesso, le postazioni di rallentamento realizzate per i concorrenti, con altrettante serie di birilli collocati in punti ‘nodali’ del percorso. La premiazione riservata ai vincitori si terrà alle 15.30 (solo dopo l’apertura del parco chiuso), nel piazzale antistante la Basilica Santuario di San Calogero al Monte.
Lo Slalom Sciacca Terme si disputerà lungo la strada provinciale 54, arteria che, dalla periferia, s’inerpica sino al monte Kronio, che sovrasta la città termale. Il tratto interessato dalla corsa è della lunghezza di poco meno di 3 km (2,990 km, per essere esatti). Lo “start” sarà localizzato sul prolungamento di via Aldo Moro (dove è stato previsto l’allineamento per le vetture, poco prima della partenza), mentre l’arrivo è individuato lungo la via San Calogero al Monte (sempre ricadente sulla s.p. 54), non lontano dalla famosa Basilica Santuario dedicata a San
Calogero. Il percorso verrà poi chiuso dalle autorità locali al transito veicolare già a partire dalle 7 di domenica.
Confermata la prevedibile sfida al vertice, per la vittoria assoluta, tra il ventisettenne trapanese (nato a Buseto Palizzolo) Giuseppe Castiglione, campione siciliano Slalom in carica e vincitore di cinque gare quest’anno, con la Radical Prosport Suzuki iscritta dalla scuderia Armanno Corse Palermo ed il plurititolato catanese (abita e lavora ad Adrano) Mimmo Polizzi, a sua volta tornato alle competizioni proprio a Sciacca dopo lunghi mesi d’assenza, con un’Elia Avrio ST09 Evo Suzuki completamente rimessa a nuovo, per i nuovi colori della Tm Racing Messina. “Profumo” di podio, nelle previsioni della vigilia, anche per i due fratelli trapanesi (pure loro di Buseto Palizzolo) Andrea, con la Osella PA 21S Honda e Pietro Raiti (Bogani SN84 Suzuki), quest’ultimo recente secondo assoluto nello Slalom Città di Sant’Angelo Muxaro.
Quanto mai ricco il “roster” degli outsider, tutti in grado di dire la loro sul tecnico tracciato saccense. Riflettori puntati, così, sul veterano trapanese (di Custonaci) Nicolò Incammisa su Radical SR4 Suzuki iscritta dalla Trapani Corse, sui messinesi Emanuele Schillace (Radical SR4 Suzuki), Giovanni Greco (Radical SR4 Kawasaki) e Salvatore Giunta (Fiat 126 Max Suzuki), tutti per la Tm Racing, sugli altri trapanesi Antonio Virgilio (su Radical SR4 Suzuki), vincitore nello Slalom Sant’Andrea di Bonagia 2015, Claudio Bologna (con la Elia Avrio ST09 Suzuki), Giuseppe Di Trapani (Radical SR4 Suzuki) e Girolamo Ingardia (Fiat Cinquecento Suzuki, Trapani Corse). Ed ancora, un occhio di riguardo per il nisseno Rino Giancani (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki, Motor Team Nisseno) e per il palermitano di Castelbuono Rosario Prestianni, (sul prototipo Vst Kawasaki). La quota ‘rosa’, in seno allo Slalom Sciacca Terme, sarà inoltre garantita dalla presenza dell’esperta trapanese Alessia Sinatra (Radical SR4 Suzuki, Catania Corse) e dalle debuttanti e “figlie d’arte” Martina Raiti (di Buseto Palizzolo, con la Osella PA 21J Honda di Trapani Corse) ed Enza Allotta, di Belmonte Mezzagno (PA), al volante della piccola ma “pepata” Fiat 126 Speciale schierata da Armanno Corse. Una sfida ad elevatissimo tasso tecnico, dunque, con ben quindici vetture Sport Prototipo e tre Monoposto.
Ai nastri di partenza della sentitissima gara di casa non potevano ovviamente mancare i piloti saccensi, ben 26, tra i quali spiccano il campione di Trofeo d’Italia Centro Sud Slalom 2015 Ignazio Bonavires (su Peugeot 106 Gti 16v, Catania Corse), Pippo Pumilia (Fiat Abarth 695 SS, Trapani Corse), Antonino Santangelo (con la funambolica Fiat 500 Yamaha tra le Attività di base), Marco Segreto (Peugeot 106 Rallye, Catania Corse), Pierluigi Bono (con la Fiat 500 gruppo 5, Catania Corse), il misterioso “Nerone” (Opel Astra Gsi 16v, Sciacca Corse) ed il “veterano” di tante battaglie, Calogero Carlino (Fiat 500, gruppo 5). Due i piloti saccensi attesi con trepidazione al debutto con una monoposto, Antonino Di Matteo e Francesco Puleo, entrambi nell’abitacolo di una Formula Gloria B5 Yamaha. Ruolo di “apripista”, invece, per Stefano Sutera, lo scorso anno classificato come il migliore dei piloti locali, su Predator’s PC008 Suzuki.
La terza edizione dello Slalom Sciacca Terme è valevole da quest’anno per la più prestigiosa validità sportiva per il Trofeo d’Italia Centro Sud di specialità Aci Sport (è la quinta prova stagionale), vera e propria “anticamera” del Tricolore, pur mantenendo inalterate le validità per la Coppa Aci Sport 6a zona (per la quale costituisce il quinto appuntamento stagionale), nonché per il Campionato automobilistico siciliano Aci Sport Slalom (è la sesta tappa per il 2016). Lo Slalom Sciacca Terme costituirà ancora il terzo appuntamento stagionale con lo Challenge Palikè 016, la serie regionale promossa dal Team Palikè Palermo capace di riscuotere grossissimi consensi tra i piloti e gli addetti ai lavori, in questo scorcio di stagione agonistica.
Artefici principali della competizione slalomistica all’ombra del Monte Kronio sono il Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito e la scuderia Sciacca Corse (che coopera in toto sul territorio il sodalizio del capoluogo), rappresentata dal presidente Pierpaolo Cravotta e dai suoi soci Stefano Sutera, Stefano Marciante, Ignazio Bonavires e Pippo Pumilia.
A sostenere l’effettuazione dello Slalom delle Terme è pure l’Amministrazione comunale di Sciacca, con in testa il sindaco Fabrizio Di Paola, il quale ha concesso ancora una volta il patrocinio del Comune all’evento, destinato inevitabilmente a richiamare nel suo contesto migliaia di spettatori da tutta la regione. Coinvolti anche loro nell’iniziativa l’assessore allo Sport, Davide Carmelo Emmi e l’assessore al Turismo e Spettacolo, ma anche alla Promozione della città, Salvatore Monte. Un ruolo di primo piano lo rivestono infine gli sponsor, tra cui Porrello Ricambi e Guadagni Auto.
Sono state nel frattempo aggiornate le classifiche relative allo Challenge Palikè, di cui lo Slalom Sciacca Terme costituisce la terza prova stagionale. La graduatoria assoluta vede in testa, manco a dirlo, Giuseppe Castiglione (30 punti), davanti a Nicolò Incammisa (25) ed al regolarissimo ragusano Salvatore Licitra, con una Renault Clio Williams (24 punti). La classifica Femminile e quella relativa agli Under 23 hanno adesso un’unica padrona, ossia la giovanissima Martina Raiti, rispettivamente con 22,5 e con 21,5 punti.

Ulteriori informazioni e curiosità sul 3° Slalom Sciacca Terme – Memorial “Pasquale Tacci” potranno poi essere facilmente reperite in qualsiasi momento da addetti ai lavori e semplici appassionati sul sito internet ufficiale: http://www.palike.it/sldelleterme.html, o su Facebook, al duplice indirizzo: www.facebook.com/nicola.palike e www.facebook.com/Autoslalom Sciacca Terme – “Memorial Pasquale Tacci” ed ancora su Twitter, all’indirizzo: @FlavioLipani. Infine su Linkedin.