Nascar_1506

5 podi per il Double T by Nocentini a Brands Hatch nella NASCAR Whelen Euro Series

Davanti ad oltre 40 mila persone, Riccardo Geltrude vince due volte tra i Rookie mentre Erika Monforte mette a segno il rientro perfetto con due trionfi nella Lady Cup. Terzo posto tra i Legend per Renzo Calcinati
Anche in Inghilterra, davanti agli oltre 40 mila appassionati che hanno inondato per due giorni il circuito di Brands Hatch, il Double T by Nocentini ha fatto incetta di podi nella NASCAR Whelen Euro Series, nonostante la sfortuna abbia remato contro la squadra di Onofrio Veneziani e Franco Ercoli. Il giovanissimo Riccardo Geltrude ha conquistato in entrambe le gare di ELITE 2 la vittoria nella Rookie Cup, rinsaldando la sua leadership in campionato, mente Erika Monforte è stata protagonista del ritorno perfetto con pole e doppia vittoria nella Lady Cup. Spettacolare la Gara 2 di Renzo Calcinati nella seconda divisione, capace di rimontare dall’ultima posizione fino alla Top10 e portare a casa il terzo posto nel Trofeo Legend.

In Divisione ELITE 2, Riccardo Geltrude è stato il mattatore della Rookie Cup grazie a due solide gare che hanno visto splendido protagonista il 18enne di Prato. Nella Saturday Race, Geltrude è stato involontario protagonista di un contatto nelle prime fasi di gara che l’ha retrocesso in quindicesima posizione. Il pilota della Mustang #7 non si è dato però per vinto, iniziando una spettacolare rimonta a suon di sorpassi che l’ha portato fino alle settima posizione sotto la bandiera a scacchi. Partito ottavo nella Sunday Race, con uno start perfetto Geltrude si è subito portato in terza posizione, tenendola fino a tre giri dalla fine, quando, in crisi con l’assetto e le gomme, ha dovuto cedere la posizione e accontentarsi del quarto posto finale che gli vale la terza posizione assoluta in campionato.

“E’ stato un weekend difficile, la fortuna non è stata dalla nostra parte. Abbiamo avuto qualche inconveniente tecnico e il meteo ha fatto il resto. Però sono positivo perchè anche qui abbiamo dimostrato di poter lottare alla pari con i migliori della ELITE 2 e mi sono confermato ancora una volta come miglior debuttante. Le gare sono state belle movimentate, nella prima ho rimontato come un forsennato e a dirla tutta mi sono anche divertito un casino, nella seconda ho fatto un’ottima partenza e ho provato a prendere il podio, ma ero in crisi di assetto e ho preferito accontentarmi che rischiare uno 0 in casella.” ha commentato Geltrude, che è fiducioso per la prossima gara a Tours. “A Venray è andata molto bene e a Tours la DoubleT lo scorso anno ha vinto con Ercoli, i presupposti per fare bene ci sono tutti!”

Non poteva chiedere di più al suo rientro Erika Monforte, che al ritorno nella NASCAR Whelen Euro Series ha portato a casa pole, vittoria al sabato e vittoria alla domenica nella Lady Cup, grazie a due Top16 a bordo della sua Mustang #6 “Adoro questo campionato! Non vedevo l’ora di tornare in pista e farlo così, vincendo entrambe le gare della Lady Cup e facendo delle belle gare nella classifica assoluta, è stato magnifico. Mi sono trovata davvero bene con il DoubleT by Nocentini, il feeling che regna all’interno della squadra è di quelli che tranquillizzano e ti caricano a mille!” ha detto la vincitrice della Lady Cup 2014. “Dopo questa esperienza voglio decisamente tornare in pista il prima possibile, magari già a Tours, la NASCAR per me è una grande famiglia e spero di poter essere di nuovo al via con il supporto di questi fantastici ragazzi della Double T by Nocentini.”

In ELITE 1 weekend tormentato invece per Gianmarco Ercoli, che dopo l’ottima terza fila in qualifica, ad appena 3 decimi dalla pole, ha dovuto fare i conti con un problema al motore della sua Ford #9 che lo ha costretto ad un 11esimo posto in Gara 1 ed una partenza dalle retrovie nella seconda corsa. Con la pista bagnata, la Sunday Race ha visto Ercoli rimontare fino alla nona posizione, tenendo a bada a il campione 2014 Anthony Kumpen e portando a casa punti importanti in campionato, dove occupa la sesta posizione assoluta e la terza tra i piloti iscritti al trofeo Junior dedicato a Jerome Sarran. Gli stessi guai di motore di Ercoli hanno rallentato anche Simone Laureti, che con il romano divide la vettura in ELITE 2, che ha fatto buon viso a cattivo gioco e ha portato a casa un 12esimo e un 13esimo posto nelle due gare che gli consentono di rimanere al terzo posto nella categoria Legend.

Dopo essere stato costretto al ritiro nella prima corsa, Renzo Calcinati ha esaltato le decine di migliaia di appassionati che hanno riempito la quarta edizione dell’American SpeedFest con una prestazione maiuscola nella Sunday Race, dove, su un fondo ancora viscido per la pioggia caduta in precedenza, ha recuperato dall’ultima posizione dove era stato cacciato dopo un contatto al primo giro fino alla decima piazza sotto la bandiera a scacchi. Una sequenza di sorpassi che ha portato il milanese a conquistare il podio della classifica Legend, che lo vede ora al quarto posto a soli 14 punti dalla vetta. In ELITE 1, Gian Maria Gabbiani ha vissuto un weekend tribolato fin dalle qualifiche, dove a causa di un problema è dovuto partire dalla 18esima posizione al via. Scattato come una molla allo start della Saturday Race, il pilota della Virgin Radio Ford Mustang ha rimontato fino alla 14esima posizione, lottando per tutta la gara nel gruppo ai margini della Top10. Un guasto tecnico lo ha purtroppo stoppato nella gara della Domenica, classificandolo al 19esimo posto.

Weekened da dimenticare per Carlo Forte, bersagliato dalla sfortuna per tutto il fine settimana e costretto al ritiro in entrambe le gare della Divisione ELITE 1, nonostante ancora una volta il milanese abbiamo mostrato un ottimo ritmo gara.

Il circus della NASCAR Whelen Euro Series tornerà in pista già la prossima settimana, con l’ultima gara della regoular season sull’ovale di Tours, in Francia. I playoff della serie europea NASCAR prenderanno poi il via il 17 e 18 settembre in Italia con le SemiFinali di Adria, antipasto del gran finale a Zolder l’8 e il 9 ottobre.